Skip to main content
EdMed 21 400x80Ermes 21Arkeios 21Studio 21
Ordine minimo di 25 euro. A casa riceverai solo libri senza costi di spedizione 

Blog

Donne scrittrici

Libere pensatrici, autrici e testimoni del nostro tempo.
Sono donne, donne scrittrici.
Non solo pagine fitte di racconti. Vogliamo pensare e riflettere su quelle donne scrittrici nella letteratura e nella ricerca spirituale che hanno impresso un segno indelebile.
Coltivatrici di speranze, volitive e affascinanti, mistiche e devote.
Scrittrici donne famose ma soprattutto fulgide menti femminili con il merito di coltivare la propria esistenza libera da pregiudizi e limiti, capaci di restituire un lascito importante alle generazioni future. Per tutti coloro che, a distanza anche di secoli, si sarebbero ritrovati un giorno a sfogliare un libro in particolare, raccogliendo in esso sapienze ancestrali e nuove forme di pensiero.

Ci avevi mai pensato prima? Attraversiamo il tempo insieme a loro:

Ildegarda di Bingen

Tra le scrittrici donne Ildegarda di Bingen è una delle più famose del Medioevo.
Ricordata anche come la mistica tedesca e la visionaria del Reno, la sua è una mente illuminata che vive in un periodo oscuro.
Nasce nel 1098 a Bermersheim, nei pressi di Alzey, nell’Assia Renana, e muore ottantuno anni dopo, nel 1179, quando l'età media dell'epoca era di cinquant'anni.
Scrittrice e teologa, guaritrice e scienziata, consigliera di Papi e imperatori, Ildegarda si permette tutto questo mentre la santa Inquisizione viene istituita e alle donne non è consentito di imparare a leggere e scrivere. Lei stessa si istruisce nel convento di cui diverrà in seguito badessa.
Riassume le vecchie e nuove conoscenze della medicina e della natura nei libri Physica (Storia naturale) e Causae et curae (Libro delle cause e dei rimedi), che diventeranno la base della medicina e delle scienze naturali dell’epoca.

Nel suo percorso di teologa e scienziata scopre il potere del digiuno terapeutico per la guarigione dell'anima e del corpo.
Santa Ildegarda precorre i tempi: ha una visione mistica e olistica dell'uomo, la sua missione è aiutare le persone a raggiungere la completa guarigione e unisce l'aspetto medico alla sfera spirituale.
Al centro del suo pensiero non c'è la fideistica attesa di una vita migliore nell'aldilà ma la riscoperta in questa vita dell'unità tra Creato e Creatore: Ildegarda è la prima a presentare la scienza medica secondo una prospettiva cristiana. Il suo è un messaggio di amore e di ricerca interiore che pone sullo stesso importante piano la salute del corpo e la salute dello spirito.

Elizabeth Kübler-Ross

“Irradiava nella sua naturalezza e acutezza un’aura di carisma così forte che chi la incontrava personalmente non avrebbe mai più dimenticato quell’evento.” Sono alcune delle parole che descrivono Elizabeth Kübler-Ross nel libro Vivi ora.
Donna scrittrice, medico psichiatra e docente di psicologia comportamentale, Elizabeth Kübler-Ross nasce a Zurigo in Svizzera nel 1926 e nel periodo storico in cui vive è la prima tanatologa, il primo medico a dedicare le sue ricerche al tema della morte.
Perché accade questo?
Elizabeth Kübler-Ross inizia la professione medica nella campagna svizzera, in seguito al matrimonio si trasferisce negli Stati Uniti.
È qui che le sue analisi scientifiche sulla morte ottengono l'attenzione del mondo accademico, ma la dottoressa Kübler-Ross questa strada l'ha scelta molto tempo prima, quando da studentessa di medicina appena ventenne decide di andare in Polonia per contribuire alla ricostruzione. Siamo nel 1946 e nelle baracche di quel che resta dell'ex campo di concentramento di Majdanek, Elizabeth affianca i bambini morenti e comprende che c'è un ambito che la scienza preferisce accantonare. E' proprio quello che non farà lei.
Con le sue innovative ricerche sulla morte e sui casi di premorte, è la pioniera di un filone scientifico seguito poi da altri medici e ricercatori.
Attraverso i suoi libri la dottoressa Elizabeth Kübler-Ross insegna cos'è davvero morire, risveglia la consapevolezza nei confronti del fine vita, unisce la sfera emozionale al settore della ricerca sulla morte e in modo molto pratico porta l'attenzione sui trattamenti riservati ai malati terminali.

Ita Wegman

La dottoressa Ita Wegman è una figura fondamentale della medicina antroposofica, con Rudolf Steiner condivide il percorso medico scientifico, successi e dolori, ricerche e scoperte tra cui il rimedio estratto dal vischio Iscador tuttora utilizzato nei trattamenti di mali degenerativi. Fonda istituti terapeutici e cliniche, tra queste è ancora attiva la clinica ad Arlesheim creata in collaborazione con Steiner.
La personalità di Ita Wegman è particolare per il periodo in cui vive come particolare è la sua formazione. Ita – nome completo Hendrika Maria – nasce nel 1876 a Giacarta da famiglia di origine olandese e sull'isola di Giava resta fino alla prima adolescenza.
Si trasferisce quindicenne in Olanda dove vive fino in fondo le possibilità che l'Europa di quegli anni offre alle giovani di buona famiglia. Ama osservare ciò che la circonda ed è lei stessa un crogiolo di tradizioni e impulsi culturali che rendono impossibile l'appartenenza fisica e sentimentale per un luogo. Già da fanciulla manifesta un senso ampio di umanità e cultura.
L'interesse per il movimento teosofico la porta a Londra e al suo primo incontro con Steiner che in quegli anni sta avviando un percorso originale per la sezione tedesca della Società Teosofica di cui è presidente. L'incontro segna la vita di entrambi e porta Ita ad abbracciare la professione medica “intesa nel senso più ampio” come ricercatrice e nel rispetto dell'altrui vita.
Il medico Ita Wegman attraverso i suoi scritti lascia un segno indelebile della forza che la anima in quanto scienziata e essere umano. Rimane al fianco di Steiner fino alla morte di lui e prosegue il percorso medico scientifico fino alla fine dei suoi giorni, nel marzo del 1943.

Helena Petrovna Blavatsky

Helena Petrovna Blavatsky, nata Hahn, celebre al mondo come Madame Blavatsky o Madame B è nata nel 1831 nell'attuale Dnipro, è annoverata tra le scrittrici donne famose ed è anche una delle personalità femminili più carismatiche e affascinanti dei tempi moderni.
Dotata sin da bambina di veggenza e facoltà psicocinetiche, Helena inizia molto presto a viaggiare in cerca di verità impossibili per una giovanissima aristocratica russa nella metà dell'800. Dagli Stati Uniti all'India, dall'Egitto all'Himalaya, i frequenti e lunghi viaggi di Madame Blavatsky la portano a contatto con tradizioni lontane tra sciamani, pellerossa, guru e realizzati. Questi viaggi visti da fuori possono apparire capricci di una ricca nobile. In realtà come la stessa Madame B affermerà, nei suoi spostamenti esegue le indicazioni dei Maestri al fine di accrescere la sua conoscenza. Nel 1875 a Londra assieme al colonnello H.S. Olcott fonda la Società Teosofica con l'intento di divulgare le grandi verità riscontrabili nei testi sacri di tutte le tradizioni. Il movimento teosofico conosce una grande diffusione in quegli anni, vi aderiscono intellettuali, personalità di spicco della vita culturale mondiale e la figura di H.P. Blavatsky assume contorni leggendari. Il suo carisma, i suoi scritti e l'attività della Società Teosofica ottengono una tale rilevanza da attirare l'inimicizia della Society for Psychical Research, la Società per la Ricerca Psichica di Londra. Si crea un caso di truffa attorno alla fondatrice del movimento teosofico. Madame B si dibatte, soffre, quasi muore di dolore per l'ingiustizia subita. Però trova la forza di reagire e risorgere dalle ceneri. Gli ultimi sedici anni della sua vita si rivelano estremamente prolifici. La Blavatsky continua a condurre un'attività “intensa e straordinaria”, scrive la sua opera maggiore e gli altri testi fondamentali per la conoscenza del pensiero teosofico, fonda una nuova rivista, crea la Blavatsky Lodge e la “Sezione esoterica” che infondono nuova vita al movimento teosofico. Lascia il suo corpo fisico a Londra nel 1891.

L'articolo ti è piaciuto?
Ti suggeriamo una selezione di libri per approfondire il pensiero delle donne scrittrici che hanno ispirato l'articolo:

 

Ordine minimo di 25 euro. A casa riceverai solo libri senza costi di spedizione EdMed PayPal