EdMed 21 400x80Ermes 21Arkeios 21Studio 21
Ordine minimo di 25 euro. A casa riceverai solo libri senza costi di spedizione 

Sul libero arbitrio

€ 12,00€ 11,40
Categoria: Edizioni Studio Tesi


Erasmo da Rotterdam

Erasmo da Rotterdam

Desiderius Erasmus (latinizzazione del nome fiammingo Geer Geerrsz) nasce a Rotterdam tra il 24 e il 25 ottobre nel 1466. Trascorre l'infanzia e la sua prima giovinezza ricevendo un'educazione religiosa secondo lo spirito del chiostro agostiniano. Nel 1487 riceve i voti. Ordinato prete, nel 1492 ottiene la dispensa dall'obbligo dei suoi uffici sacri e anche dell' abito. Spirito poco incline alla sottomissione alle regole, rivela presto la sua natura di geloso custode della propria libertà, disdegnando incarichi e prestigiose offerte di insegnamento. Inizia così l'itinerante avventura di dotto frequentatore delle più illustri università europee.

2021
Sergio Quinzio
128
12x19,5
9788876926679
FILOSOFIA, PROTESTANTESIMO
Biblioteca Universale
religione

Coinvolto suo malgrado da Lutero nel dibattito sul libero arbitrio, Erasmo da Rotterdam in questo libro affronta la polemica con l'umiltà dello studioso. La libertà umana per il teologo è libertà di salvarsi. Ma la salvezza è soprattutto quella della dignitas homini e del suo valore. Anticipatore dei temi della Riforma Protestante, lontano da una disputa di natura religiosa, De Libero Arbitrio è l'opera filosofica che offre un grande contributo umanistico a una causa morale. A differenza di Lutero, che ad Erasmo risponde con il De Servo Arbitrio – osserva nella Prefazione Sergio Quinzio – il filosofo olandese “pur credendo nel Vangelo che insegna a vivere semplicemente obbedendo a Cristo, è un dotto che non rinuncia alla cultura. Forse la nota più profonda della coscienza erasmiana sta nella divisione fra la sua coscienza di dotto e la sua coscienza di cristiano: qui sta la sua modernità».

Il concetto filosofico e teologico di libertà ha implicazioni in campo religioso, etico, scientifico e nel diritto. Nel celebre dibattito tra Lutero ed Erasmo, il monaco tedesco aveva fatto propria la teoria della predestinazione negando la capacità di scegliere liberamente, mentre Erasmo dice che il libero arbitrio non è stato distrutto completamente dal peccato originale e che, senza un minimo di libertà da parte dell’uomo, la giustizia e la misericordia divine diventano prive di significato. Il punto decisivo del dissenso che il pensiero e la filosofia dell’intellettuale olandese coglie benissimo è la questione della dignità dell’uomo: l’umanista vede nella dottrina del riformatore soprattutto un pericolo per la dignità umana. L’uomo, per Erasmo da Rotterdam, è libero, sebbene anche questa capacità l’abbia solo in virtù della grazia divina.

Indice libro

Prefazione di Sergio Quinzio
Cronologia di Erasmo da Rotterdam
Nota bibliografica
Sul Libero Arbitrio

Ordine minimo di 25 euro. A casa riceverai solo libri senza costi di spedizione EdMed PayPal