EdizioniMediterranee Ribbon ScontoLarge

Frate Elia compagno di san Francesco

frateelia_medit
Sconto 15%
E-Book
€ 24,00€ 20,40 cad.
Salvatore Attal
9788827226490
240
14,5x22
STORIA, S. FRANCESCO
biografie

DESCRIZIONE

con uno studio su Frate Elia e l'Alchimia
di Anna Maria Partini
Elia da Cortona, o Elia da Assisi (Assisi, 1180 circa-Cortona, 22 aprile 1253), francescano laico, fu molto vicino a San Francesco essendo uno dei suoi primi seguaci. Ebbe un importante ruolo politico come amico e consigliere di Federico II di Svevia, dal quale ricevette delicati incarichi diplomatici. Non riuscì, però, nel suo intento di riconciliare i poteri universali del Papato e del Sacro romano impero; anzi, il suo impegno politico gli costò una scomunica che fu resa pubblica ed effettiva nel 1240. Un suo riavvicinamento al Papato si ebbe solamente nel 1250, dopo la morte di Federico II.

Una tradizione cronachistica, a lui sostanzialmente avversa, lo indica anche come dedito a pratiche alchemiche, arrivando perfino ad attribuirgli la stesura, presso la corte federiciana, di un trattato in sei libri in lingua latina sull’argomento intitolato Lumen luminum, ispirato al Libro degli allumi e dei sali e ai formulari del Corpus Hermeticum di Ermete Trismegisto.

Da questi presupposti parte l’analisi di Anna Maria Partini che correda la nuova edizione del celebre e raro testo di Salvatore Attal di uno studio accurato e di un profilo biografico aggiornato sul celebre compagno di San Francesco.

NOTE SULL'AUTORE

SALVATORE ATTAL detto SOTER (1877-1967), nato nella comunità ebraica di Livorno, convertitosi poi al cattolicesimo, fu un personaggio assai singolare. Prima di dare alle stampe la sua grande sintesi, La religione del Cristo: saggio sul cristianesimo esoterico, e il suo San Francesco d’Assisi, una delle prime biografie storiche sul “poverello” di Assisi, questo stimato cabalista pubblicò nel 1908 il saggio Esoterismo biblico destinato a convincere la Chiesa a prendere in considerazione la sua eredità ebraica.
ANNA MARIA PARTINI si dedica a ricerche storiche sull'ermetismo e sull'alchimia. Ha portato alla luce e commentato gli scritti emertici del Marchese di Palombara (La Bugia) di F.M. Santinelli (Sonetti alchemici, Androgenes Hermeticum) della regina Cristina di Svezia (introduzione a Lo Specchio della Verità) ha inoltre tradotto e curato il Toson d'Oro di Salomon Trismosin e pubblicato Alchimia,archittetura,spiritualità in Alessandro VII, Athanasius Kircher e l'alchimia, La porta di Rivodutri (con Claudio Lanzi) Il Segreto della Rugiada celeste, Cecco d'Ascoli e Il sogno e il suo mistero, corredato da alcune miniature su porcellana. Insieme a Vincenzo Nestler ha scritto Magia astrologica e con l'egittologo Boris de Rachewiltz Roma Egizia, ha pubblicato numerosi articoli su riviste specializzate. Ha promosso e collaborato al restauro della "Porta Magica" di Piazza Vittorio Emanuele II in Roma.

ALTRE RISORSE ONLINE

Su questo sito sono attivati i cookies per migliorarne l'usabilità e le funzionalità. Leggi le condizioni.