La Divina Commedia

Sconto 15%
La presente edizione della Divina Commedia si propone di avvicinare al capolavoro dantesco un pubblico di lettori il più ampio possibile. Infatti caratteristica del commento a cura di Carlo Salinari, Antonio Lanza e Sergio Rornagnoli sono la semplicità e il rigore con cui è stato formulato, quali ...Altre informazioni
€ 70,00€ 59,50


Presto disponibile. Utilizza il modulo di richiesta che trovi in questa pagina per essere informato sulla disponibilità di questo libro.
  • Specifiche
  • Scheda
  • Recensioni
  • Invia una recensione
La presente edizione della Divina Commedia si propone di avvicinare al capolavoro dantesco un pubblico di lettori il più ampio possibile. Infatti caratteristica del commento a cura di Carlo Salinari, Antonio Lanza e Sergio Rornagnoli sono la semplicità e il rigore con cui è stato formulato, qualità che consentono di fornire una guida di facile consultazione e al tempo stesso attenta a questioni di carattere filologico e filosofico. L'edizione è illustrata con le preziose incisioni di Gustave Doré.
Dante Alighieri
9788876922992
1250
150
14x23
NARRATIVA
Poesia

Dante Alighieri o, semplicemente, Dante (Firenze, tra il 22 maggio ed il 13 giugno 1265 – Ravenna, 14 settembre 1321) fu un poeta, scrittore e politico italiano. Considerato il padre della lingua italiana, è l'autore della Comedìa, divenuta celebre come Divina Commedia e universalmente considerata la più grande opera scritta in italiano e uno dei più grandi capolavori della letteratura mondiale. Il suo nome, secondo la testimonianza di Jacopo Alighieri, è un ipocoristico di Durante nei documenti era seguito dal patronimico Alagherii o dal gentilizio de Alagheriis, mentre la variante Alighieri si affermò solo con l'avvento di Boccaccio. Alcuni ritengono che Dante abbia studiato presso l'Università di Bologna, ma non vi sono prove in proposito. In un verso della Divina Commedia (Par., X, 133-138) Che, leggendo nel vico de li Strami, silogizzò invidïosi veri, Dante allude a Rue du Fouarre, dove si svolgevano le lezioni della Sorbona: questo ha fatto pensare a qualche commentatore, in modo puramente congetturale, che Dante possa essersi realmente recato a Parigi. Nel 1319, fu invitato a Ravenna da Guido Novello da Polenta, Signore della città che, due anni più tardi, lo inviò a Venezia come ambasciatore. Rientrando da questa ambasciata, Dante venne colpito da un attacco di malaria e morì a Ravenna a 56 anni nella notte tra il 23 e 24 settembre 1321, dove si trova la sua tomba.

Recensioni dei lettori
Ancora nessuna recensione: manda tu la prima!
Devi essere registrato per inviare una recensione.
Effettua il Login nell'apposito modulo oppure Registrati come nuovo utente.

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design

edmed orange 70

 

Print Friendly, PDF & Email