Simboli del Cuore di Cristo

Sconto 15%
Dopo la pubblicazione de Il Bestiario del Cristo (2 voll., 1994), de Il Giardino del Cristo ferito (1995) e de Le Pietre Misteriose del Cristo (1997), che hanno contribuito con il loro successo a riaccendere in Italia l’attenzione per gli studi sul simbolismo, nonché ad attirare un vivo e perdura ...Altre informazioni
€ 47,50€ 40,38


  • Specifiche
  • Scheda
  • Recensioni
  • Invia una recensione

Dopo la pubblicazione de Il Bestiario del Cristo (2 voll., 1994), de Il Giardino del Cristo ferito (1995) e de Le Pietre Misteriose del Cristo (1997), che hanno contribuito con il loro successo a riaccendere in Italia l’attenzione per gli studi sul simbolismo, nonché ad attirare un vivo e perdurante interesse sulla vita e l’opera di Louis Charbonneau-Lassay (1871-1946), il quarto tomo dell’opera omnia dell’Autore – Simboli del Cuore di Cristo – conclude la pubblicazione degli studi sul simbolismo e l’iconografia cristiana. Solo in Italia un progetto editoriale così esaustivo ha preso corpo in maniera sistematica, al punto che l’interesse per gli scritti di Charbonneau-Lassay ha avuto una scia di pubblicazioni in altri paesi europei (Francia, Spagna) e negli Stati Uniti. Il tema di questo quarto volume, come recita già il titolo, è dedicato a quello che l’Autore – in uno scritto del 1931 apparso nel programma editoriale sul simbolismo che si riprometteva di portare a termine in vita – considerava il «simbolo supremo» e il necessario «capitolo finale» della sua opera. Non avendo egli potuto compiere per intero il suo progetto, il presente volume mira a colmare la lacuna, raccogliendo in 34 capitoli vari scritti (tutti per la prima volta presentati in Italia e, come di consueto, accompagnati da centinaia di illustrazioni fatte a bulino dell’Autore). Così, in un’ideale scansione logica e cronologica, Simboli del Cuore di Cristo ripercorre l’affascinante emblematica cordiforme partendo dalla nozione del cuore di Dio nell’antico Egitto, pervenendo nel corso delle pagine a una disamina di alcuni episodi storico-simbolici salienti per la costituzione di un autentico «simbolismo del cuore di Cristo» – dall’antichità al Medioevo, fino ai celebri capitoli dedicati alla Vandea del XVIII secolo –, dialogando in tal modo con il lettore sui presupposti e le profondità sapienziali e misteriche di un simbolo che non ha mai cessato di interrogare la storia del pensiero umano e dell’arte.

Louis Charbonneau-Lassay
9788886495653
336
204 disegni
17x24
RELIGIONI, ESOTERISMO
Cristianesimo, simbolismo, ermetismo

(1871-1946) Discendente da una famiglia fra le più antiche e le più illustri della regione francese del Poitou, Louis Charbonneau-Lassay, animato sin dalla prima giovinezza da una profonda fede cristiana, entra come novizio nella congregazione dei Fratelli di San Gabriele. Appassionato di studi patristici, svolge la professione d'insegnante a Poitiers e Moncoutant. Intraprende con profitto studi di archeologia, di numismatica, d'araldica, di sigillografia e di folclore, inaugurando un'attività scientifica che lo porterà a pubblicare centinaia di articoli su diverse riviste specializzate. Nel 1903, dopo che il governo sopprime le congregazioni religiose, i Fratelli di San Gabriele si sciolgono e Charbonneau-Lassay torna allo stato laicale. Conservatore di tre musei archeologici, corrispondente delle Belle Arti e collaboratore del prestigioso Dizionario di archeologia cristiana e di liturgia dei monaci benedettini di Farnborough, nel 1915 pubblica uno studio monumentale sui castelli di Loudun. Gli anni della maturità intellettuale di Charbonneau-Lassay rivelano la sua particolare maestria — anche artistica, tenuto conto della consuetudine d'illustrare da sé i propri studi con numerose immagini incise su legno — nel districarsi nell'immenso patrimonio del simbolismo cristiano. Convinto che "il Sacro Cuore non ha, nella vita cristiana e nel pensiero cattolico, il posto che gli spetta", decide di fondare una rivista scientifica dedicata all'esame del tema da vari punti di vista. Così, nel giugno del 1921, esce il primo numero di Regnabit. Revue universelle du Sacré-Cœur. Gli anni di Regnabit e di Le Rayonnement Intellectuel vedono Charbonneau-Lassay dedicarsi interamente all'esplorazione del simbolismo cristiano, scegliendo come punto di partenza un particolare genere letterario, codificato fin dall'antichità cristiana: il bestiario.

Recensioni dei lettori
Ancora nessuna recensione: manda tu la prima!
Devi essere registrato per inviare una recensione.
Effettua il Login nell'apposito modulo oppure Registrati come nuovo utente.

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design

edmed orange 70

 

Print Friendly, PDF & Email