L'uomo con Molti Libri

uomo-con-molti-libri
5%
Scritti tra il 1904 e il 1918, i sei racconti raccolti nel volume L'Uomo con Molti Libri racchiudono molti dei temi più cari di Hermann Hesse: il passaggio dall' adolescenza alla maturità, il distacco dalla famiglia, la nostalgia per l'infanzia, l'amore per il viaggio, l'amicizia e, soprattutto, i ...Altre informazioni
€ 12,50€ 11,88


  • Specifiche
  • Scheda
  • Recensioni
  • Invia una recensione

Scritti tra il 1904 e il 1918, i sei racconti raccolti nel volume L'Uomo con Molti Libri racchiudono molti dei temi più cari di Hermann Hesse: il passaggio dall' adolescenza alla maturità, il distacco dalla famiglia, la nostalgia per l'infanzia, l'amore per il viaggio, l'amicizia e, soprattutto, il rapporto tra menzogna e verità, fra illusione soggettiva e realtà.

"Nel 1935, riferendosi all'appena pubblicato Fabulierbuch (dal quale si è tratto il presente volume), Hesse ne confidava a un amico zurighese, Hans Bodmer, la genesi remota: raccontava d'aver scritto molti di quei testi a Gaienhofen, sul lago di Costanza, tra il 1905 e il 1912, nel cuore d'una intensa stagione creativa, con l'intenzione di mettere insieme, come tributo ad una spiritualità per sempre perduta, una sorta di "leggendario"; e spiegava di averli abbandonati allorchè lo scoppio improvviso della guerra aveva vanificato l'idea stessa del fabulieren, di un "favoleggiare" cioè, puro e spontaneo, atteggiato nei modi familiari dell'oralità, scevro dai condizionamenti del reale, sostenuto da un'ingenua fiducia nella credibilità del mondo e della parola."
Dalla presentazione di Giorgio Cusatelli

Presentazione di Giorgio Cusatelli
Cronologia di Herman Hesse
nota bibliografica


L'uomo con molti libri (1918)
Una cattiva accoglienza (1911)
Hannes (1906)
Il narratore (1904)
Un viaggio di cento anni fa (1910)
Nel padiglione del giardino di Pressel (1913)


note

Hermann Hesse
9788876926662
128
12x19,5
NARRATIVA

Chi è Hermann Hesse

Hermann Hesse (Calw, Wurttemberg 1887 - Montagnola, Lugano 1962) abbandonati gli studi teologici, si forma da autodidatta nella grandiosa biblioteca del nonno. Il romanzo Peter Camenzind (1904) è la sua prima opera di successo. Da Basilea, dove ha svolto il lavoro di libraio, si trasferisce a Berna e poi a Gaienbofen (Lago di Costanza); nel 1911 compie un viaggio in India e al ritorno si trasferisce a Montagnola (Lugano) dove rimarrà per il resto della vita. Nel 1946 riceve il premio Nobel. Tra le sue opere, ricordiamo: Knulp (1915), Demian (1919), L'ultima estate di Klingsor (1920), Siddhartha (1921), La cura (1925), Il lupo della steppa (1927), Narciso e Boccadoro (1930), Il pellegrinaggio in Oriente (1932), Il gioco delle perle di vetro (1943).

Recensioni dei lettori
Ancora nessuna recensione: manda tu la prima!
Devi essere registrato per inviare una recensione.
Effettua il Login nell'apposito modulo oppure Registrati come nuovo utente.

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design
Privacy Policy

edmed orange 70

 

Print Friendly, PDF & Email