Amuleti e talismani

Come farli, come usarli . L’uomo primitivo considerava il mondo un luogo pieno di vitalità. Ciascuna cosa possedeva un potere animato ed occulto, invisibile all’occhio umano. Tale potere, detto “mana”, è la forza della magia. Alcuni oggetti posseggono una maggiore quantità di mana degli altri, e pertanto vengono usati ancora oggi come amuleti. Essi possono essere erbe, pietre, conchiglie, ossi, corna attraverso particolari parole o rituali. Oltre a tali amuleti e talismani naturali, l’uomo può crearne di nuovi. Essi sono rappresentazioni dei poteri divini o segni simbolici, e possono essere fatti per sé o per gli altri. Amuleti e talismani hanno il potere di attirare e trasformare le energie cosmiche, indirizzandole ai fini per i quali vengono messi in opera. Possono pertanto apportare salute, fortuna, amore, ricchezza, amicizia e protezione in genere. Tuttavia, potrebbero anche essere usati per i fini opposti, costituendo così un’arma a doppio taglio. Questo libro insegna in maniera molto pratica come tali oggetti possono essere confezionati, gli scopi per i quali possono venire adoperati e il loro modo d’uso. Le spiegazioni sono chiarissime, e contengono, per ciascun amuleto, le esatte misure, i materiali da usare e il procedimento di fabbricazione

Dossier segreti di stregoneria e di magia nera

Quest’opera, frutto di lunghe e accurate ricerche, ha il pregio di unire alla precisione storica e alla profondità analitica una narrazione vivace e avvincente di quella che può essere definita l’avventura della magia. Il libro è diviso in tre parti. La prima, "Il dogma satanico", documenta l’esistenza del demonio, basandosi sull’Antico e sul Nuovo Testamento, sulle bolle papali, sui Concili. Vi si esamina la psicologia di Satana, degli indemoniati e dei maghi. Sono riportati esorcismi, scongiuri, processi, anatemi, scomuniche. La seconda parte, dal titolo "Satana e le sue manifestazioni", è senz’altro la più significativa, e presenta, attraverso fatti storicamente documentati, streghe e stregoni, ricette e formule magiche, messe nere e flagellazioni mistiche. Particolarmente approfonditi sono i dossier riguardanti Giovanna d’Arco, Gilles de Retz, Cagliostro; nonché quelli dedicati alle monache indemoniate e convulsionarie, preda di intere legioni di demoni. L’ultima parte del libro è infine dedicata alla trattazione del problema dell’esistenza di Satana e dei fenomeni demoniaci alla luce della filosofia, della psicologia e della psicanalisi. Si tratta, dunque, di un’opera veramente completa, che interesserà sia il lettore preparato nella materia, sia quello semplicemente attratto dall’argomento, che desideri saperne di più.

Il Libro del Comando

E.C. Agrippa, il notissimo autore de «La Filosofia Occulta o La Magia», completò tale opera con un quarto volume: Il Libro del Comando. Trattandosi però di un testo particolare, destinato solo ai veri iniziati, che non potessero fare abuso degli insegnamenti in esso contenuti, fu tenuto segreto e poco diffuso per lungo tempo. La presente edizione e la più completa e documentata tra quelle esistenti, debitamente purgata da aggiunte apocrife e popolari. Si tratta, come afferma lo stesso autore, di un testo che insegna la pratica della Magia Cerimoniale, mostrando ciò che deve essere fatto in ciascuna ora del giorno. Esso spiega le diverse funzioni degli spiriti e come essi possano essere indotti a presentarsi e comunicare in determinati luoghi, tempi e circostanze. «L'opera - continua Agrippa - fu fatta a complemento e spiegazione della Filosofia Occulta e di tutte le operazioni magiche. Ti raccomando perciò di tenerlo custodito in silenzio, nei sacri penetrali del tuo petto, e costantemente nascosto». Il volume è arricchito da numerose e interessanti illustrazioni, tavole e tabelle. Vi sono descritti gli spiriti dei vari pianeti e le loro forme particolari, e insegna a preparare pentacoli e sigilli consacrati. Infine, tratta dei legami magici o scongiuri, e dei riti di consacrazione dell’acqua, del fuoco, dell’olio, dei luoghi e degli strumenti, oltre che della evocazione dei diversi spiriti. Disponibile il secondo Libro del Comando

Il mondo magico della notte delle streghe

Credenze e rituali che accompagnano il 24 giugno.
Il libro espone le testimonianze raccolte sulle credenze e i comportamenti che accompagnano il 24 giugno, istituzionalmente dedicato dalla liturgia cattolica alla natività di san Giovanni Battista, e la sua vigilia, il 23 giugno. La notte che intercorre fra questi due giorni è ricca di rituali e di pratiche magico-religiose risultanti dalla somma di varie e diverse culture, ed è tradizionalmente conosciuta come ‘la notte delle streghe’. La notte delle streghe non è però notte d’ansia: quella del 23 giugno è la notte dei prodigi. La rugiada ha poteri magici: rende le donne più desiderabili, sana i malati, rafforza i tessuti, dona alle erbe poteri prodigiosi. Alla benevolenza di san Giovanni si chiede una risposta ai quesiti che premono, soprattutto a quelli d’amore. Per acquisire le informazioni sull’argomento il metodo utilizzato è stato l’indagine sul campo e la tecnica impiegata è stata l’intervista individuale. In vari casi l’intervista si è tramutata in lavoro di gruppo: in Italia, in Spagna e nei paesi latinoamericani, i presenti sul luogo dove si svolgeva l’indagine, attirati dalla curiosità, hanno fornito spontaneamente il loro apporto, permettendo così il confronto fra generazioni diverse e consentendo di classificare, entro certi limiti, l’anzianità e la diffusione dei comportamenti seguiti. Di ogni singola credenza o comportamento riportati nel libro l’Autore ha menzionato, nel testo o in nota, la località cui sono riferibili e, al termine del volume, ha compilato un utilissimo indice dei luoghi citati. Un libro originalissimo, serio, interessante antropologicamente e attraente dal punto di vista del costume, in cui si trovano coinvolti e citati gli abitanti di tutte le regioni italiane e di molti paesi stranieri; un importante aiuto per mantenere vivo il ricordo di antiche tradizioni popolari che ineluttabilmente stanno scomparendo

Il Secondo Libro del Comando

A cura di Jorg Sabellicus . Ideale continuazione del Libro del Comando, che completava i tre tomi del celeberrimo trattato La Filosofia Occulta, o la Magia, questo libro dal contenuto sorprendente, bizzarro e inquietante, attribuito a Enrico Cornelio Agrippa, vide le stampe nel XVI. In esso sono trattate operazioni di alchimia pratica, spagiria, estrazione ermetica di elisir e panacee, pratiche stregonesche e addirittura evocazioni sataniche che insegnano come stringere un patto di sangue con Lucifero, vendendogli l'anima in cambio di benefici materiali. Questa edizione, accuratamente riveduta da Jorg Sabellicus, aggiornata nel linguaggio e corretta nelle parti di testo manifestamente tratte da altri manuali di arti magiche, sulla base di raffronti con gli originali, si presenta come una vera rarità, imperdibile per i cultori della materia.

La Belle Epoque dell'Esoterismo

Quest’antologia di saggi e di scritti vari, selezionati, tradotti e curati da Vittorio Fincati, attinge al periodo d’oro dell’occultismo e della magia a Parigi, che coincise con il fervore artistico e culturale fin de siècle che salutava l’inizio del Novecento.

Si può dire infatti che la Ville Lumièresia stata la capitale delle scienze iniziatiche e magiche per un arco di tempo di parecchi decenni se non addirittura ininterrottamente per più di un secolo. La ragione di ciò è senza dubbio da attribuirsi alla rivoluzione francese, l’evento epocale che ha influito anche nell’ambito delle scienze occulte, in quanto la proliferazione dei contatti, conseguenza delle nuove libertà acquisite dagli individui, non poteva non riguardare anche questo dominio. La capitale della libertà diventò quindi anche la capitale della magia, anzi di tutte quelle voci che i francesi hanno compreso nel termine di merveilleux.

I contributi dei diversi autori sono stati suddivisi in cinque voci che servono semplicemente a selezionare a grandi linee alcune tematiche del tutto esemplificative: pontefici, stregoni, alchimisti, evocatori e narratori. Possiamo così finalmente leggere in un solo volume Stanislas de Guaita accanto all’anonimo autore de Il demone del gioco, gli insegnamenti magici della sezione parigina della Hermetic Brotherhood of Luxor e un testo del celebre Magophon,Sédir che studiava le tecniche del Verbo magico, Victor-Émile Michelet, maestro dell’evocazione verbale dei toni migliori del narrare, e molti altri ancora.

La Filosofia Occulta o la Magia - Vol. 1 La Magia Naturale

La presente edizione italiana del De Occulta Philosophia La Filosofia Occulta o La Magiadi Enrico Cornelio Agrippa, costituisce un "classico" in questo genere di letteratura che non era facilmente reperibile neanche in antiquariato. L'opera presenta un interesse costante per essere uno dei principali documenti delle scienze esoteriche e magiche del periodo intorno al Rinascimento. Oltre ad una parte (quella della cosiddetta "magia naturale") che può interessare anche la storia della scienza e che dà ragguagli su varie credenze o superstizioni dell'epoca, le altre parti ci trasmettono conoscenze valide riguardanti anche la fisiologia e la morfologia occulte dell'essere umano, poi tutto lo strumentario dei simboli, dei caratteri, dei segni e dei pentacoli da usare nella magia cerimoniale operativa; a questo riguardo Agrippa ha raccolto un materiale dalle origini enigmatiche, da considerarsi di un livello più alto che non tutto ciò che è reperibile nei vari grimoires più o meno deformati o contraffatti dell'epoca. Non sono da trascurare, nella terza parte dell'opera, riguardante la "magia divina", ossia l'altra magia, diversi dati di carattere autenticamente iniziatico e, come tali, di una perenne attualità. Essi sono stati messi in risalto e lumeggiati nell'ampio studio introduttivo curato da un competente, quale Arturo Reghini, studio che, per quanto sintetico, è uno dei più approfonditi esistenti sull'argomento. E' disponibile anche il Vol. 2

La Filosofia Occulta o la Magia - Vol. 2 La Magia Celeste La Magia Cerimoniale

La presente edizione italiana del De Occulta Philosophia, costituisce un "classico" in questo genere di letteratura che non era facilmente reperibile neanche in antiquariato. Quest'opera presenta un interesse costante per essere uno dei principali documenti delle scienze esoteriche e magiche del periodo intorno al Rinascimento. Oltre ad una parte (quella della cosiddetta "magia naturale") che può interessare anche la storia della scienza e che dà ragguagli su varie credenze o superstizioni dell'epoca, le altre parti ci trasmettono non poche conoscenze valide riguardanti anche la fisiologia e la morfologia occulte dell'essere umano, poi tutto lo strumentario dei simboli, dei caratteri, dei segni e dei pentacoli da usare nella magia cerimoniale operativa; a questo riguardo Agrippa ha raccolto un materiale dalle origini enigmatiche, da considerarsi di un livello più alto che non tutto ciò che è reperibile nei vari grimoires più o meno deformati o contraffatti dell'epoca. Non sono da trascurare, nella terza parte dell'opera, riguardante la "magia divina", ossia l'altra magia, diversi dati di carattere autenticamente iniziatico e, come tali, di una perenne attualità. Essi sono stati messi in risalto e lumeggiati nell'ampio studio introduttivo curato da un competente, quale Arturo Reghini, studio che, per quanto sintetico, è uno dei più approfonditi esistenti sull'argomento. Disponibile anche il Terzo Volume

La Filosofia Occulta o la Magia - Vol. 3

Il libro fa parte dell’Opera Omnia di Enrico Cornelio Agrippa, il più grande mago del Rinascimento, stampata presumibilmente nel 1559 a Basilea, accanto ai suoi testi più importanti, primo fra tutti il celebre trattato La Filosofia Occulta (composto da tre tomi: La Magia Naturale, La Magia Celeste e La Magia Cerimoniale), vennero raccolti alcuni scritti considerati “minori” ma che già rivestivano un ruolo fondamentale presso gli studiosi di esoterismo, ruolo che s’accrebbe nei secoli successivi. Col tempo, queste cosiddette opere “minori” hanno avuto una diffusione ampissima e sono state ristampate e tradotte in tutte le lingue. Nel corso degli anni le Edizioni Mediterranee le hanno pubblicate separatamente nella collana Biblioteca Magica con i titoli Il Libro del Comando, Il Secondo Libro del Comando, Magia Evocatoria e oggi, in veste rinnovata, compaiono tutte assieme nella prestigiosa collana i Classici dell’Occulto a formare un ideale terzo volume de La Filosofia Occulta. La magia è secondo Agrippa «la vera scienza, la filosofia più elevata e perfetta, in una parola la perfezione e il compimento di tutte le scienze naturali».

Questo terzo volume completa un classico delle scienze occulte preceduto dal Volume I e dal Volume II che non può mancare nella biblioteca del cultore di dottrine esoteriche. Come spiega il curatore nella prefazione: " in quest’ultimo libro, nel quale è racchiuso il compimento e la Chiave di tutto quanto è già stato scritto, viene data completa e per intero la pratica della Magia Cerimoniale, mostrando ciò che deve esser fatto in ciascuna ora del giorno. In questo modo, leggendo quanto abbiamo inteso scrivere, è possibile prima esaminare nella teoria quello che poi dovrà essere portato a perfezione mediante l’esperienza e la pratica. In questa Chiave si potranno infatti osservare, come in uno specchio, tutte le distinte funzioni degli Spiriti, e vedere come essi possono venire indotti a presentarsi e comunicare in determinati luoghi, tempi e circostanze. Nei libri precedenti è stata data la teoria". In questo libro è racchiusa la pratica magica ed è stato fatto come complemento e spiegazione dei libri della Filosofia Occulta e di tutte le Operazioni Magiche.

La notte di Valpurga

Uno dei romanzi più significativi del Novecento. Fu scritto da un autore che, insieme a Franz Kafka e a Rainer Maria Rilke, è tra i protagonisti della letteratura cecoslovacca e mitteleuropea. Dotato di un caratteristico stile grottesco, fantastico, espressionista, Meyrink, da un certo momento della sua vita, a causa di una profonda crisi, si dedicò a temi legati all’occultismo e al mistero.

La notte di Valpurga, la notte delle streghe – celebrata tra il 30 aprile e il primo maggio – appartiene alle leggende e alle tradizioni della letteratura demoniaca.Nelle pagine di Gustav Meyrinkquesta notte diventa la rappresentazione dell’apocalisse di un mondo, l’inabissarsi di un impero – quello austroungarico – la fine di un secolo.

Notte di scontro di desideri e di passioni del corpo e dell’inconscio, la notte di Valpurga simboleggia lo sfacelo che l’Europa visse nel 1917, mentre infuriava la prima guerra mondiale e iniziava la rivoluzione russa. Lo scrittore austriaco ha saputo magistralmente tratteggiare quest’umanità dolente, sconvolta tra realtà e sogno, l’ipocrisia borghese e la crescente follia che serpeggiò in quegli anni nel vecchio continente.

Magia delle erbe vol. 1

Ricette terapeutiche - Testo originale a fronte. Con l'attuale ritorno dell'umanità all'antica saggezza, si riscoprono anche i molteplici usi delle piante e delle erbe; stiamo tornando, cioè al meraviglioso della "medicina verde". La pubblicazione di questo prezioso manoscritto del '500, di anonimo umbro, viene a collocarsi, nella nostra tormentata epoca, quale valido documento di una farmacopea popolare il cui potere curativo basato sulle erbe risulta quanto mai attuale, credibile ed efficace. Il curatore dell'opera, dopo anni di ricerca paleografica e medico-chimico-botanica, presenta l'inedito del '500 in un testo integro e comprensibile a tutti. La traduzione in italiano corrente delle ricette e il corredo di note critiche ed esplicative permetteranno al lettore di mettere in pratica i più svariati segreti e le ricette del buon tempo antico. Riportato nella genuina lingua del tempo, il libro è al tempo stesso interessante e divertente, esprimendo l'autore con una semplicità ed una freschezza d'immagini oggi dimenticate. La sua lettura è una indubbia conferma della efficacia terapeutica, magica e afrodisiaca delle erbe, la cui tradizione si perde nella notte dei tempi.

Magia delle erbe vol. 2

Ricette magiche e afrodisiache.

Il ritrovamento e la pubblicazione di questo manoscritto inedito di anonimo umbro del '500 si inserisce nella attuale riscoperta e rivalutazione dei rimedi naturali e dell'antica saggezza che ci è stata tramandata dai tempi più remoti della storia dell'uomo. Quest'opera contiene non solo i più disparati segreti delle erbe e del loro effetto salutare, ma anche moltissime ricette di magia: riti propiziatori, filtri d'amore, segreti per conservare la bellezza e la giovinezza, rimedi contro l'impotenza, ricette per moltiplicare e accrescere i piaceri d'amore, l'arte di predire il futuro e il segreto per vincere al gioco sono tra le più interessanti pagine del libro. La versione italiana a fronte del testo originale e le note critiche ed esplicative di Salvatore Pezzella permetteranno al lettore curioso di sperimentare le ricette contenute nel volume. Riportato nella autentica lingua del tempo, il libro è al tempo stesso affascinante e divertente, esprimendosi l'autore con una semplicità e freschezza d'immagini oggi dimenticate.

Magia delle erbe vol. 3

Magia naturale e curiosa. Magia nell'agricoltura, caccia e pesca; ricette terapeutiche e un Trattato di Chimica chiaro, profondo e completo.

Magia erotica

Novità Aprile 2021 - Filtri, incantesimi, talismani. Emile Laurent e Paul Nagour abbracciano tutta la storia magico-erotica dell’umanità, avvalendosi di materiali tratti da fonti note e meno note, spaziando su tutte le tematiche connesse con l’eros e l’occulto (filtri, incantesimi, arte talismanica, linguaggio dei fiori, divinazione, astrologia, sogni, musica), fornendo informazioni precise e spesso sconosciute ai più.

Indice Libro

Premessa - Sul termine occultismo
Capitolo 1 - Le religioni e l'amore
Capitolo 2 - L'amore e gli angeli
Capitolo 3 - Satanismo e demonolatria
Capitolo 4 - Incubi e succubi
Capitolo 5 - Il Sabba
Capitolo 6 - La messa nera
Capitolo 7 - Gli incantesimi
Capitolo 8 - Filtri e incantesimi in amore
Capitolo 9 - L'arte talismanica in amore
Capitolo 10 - Il linguaggio dei fiori
Capitolo 11 - La divinazione in amore
Capitolo 12 - L'astrologia e l'amore
Capitolo 13 - I sogni e l'amore
Capitolo 14 - La musica e l'amore

Magia Evocatoria Il Terzo Libro del Comando

Opera che raccoglie una sequenza di trattati brevi che istruiscono l’adepto ai principi fondamentali dell’evocazione. Sarà così possibile per l’iniziato conoscere e riconoscere i diversi spiriti, i demoni, le loro gerarchie e tutte le forze che fanno parte del mondo soprannaturale. Seguendo i trattati è possibile adempiere a tutte le condizioni, ambientali e interiori, necessarie per l’efficacia dei rituali su invocazioni ed esorcismi. Ampie sono le indicazioni di magia cerimoniale, che disciplina le invocazioni e i rituali nei giorni della settimana. Nell’opera sono indicati “segreti” di Magia Naturale secondo la tradizione di Alberto Magno. Testo basato sulla traduzione della prima edizione, data alle stampe a Basilea nel 1575. Dalla prima edizione sono tratte anche le raffigurazioni dei sigilli angelici, con l’eccezione del “sigillo dei segreti di tutto il mondo”, che proviene dal manoscritto Sloane 3851 del British Museum. Le note presenti sono del curatore Jorg Sabellicus.

Nel 1575 alla sua prima stampa il trattato uscì anonimo e suscitò immediatamente scalpore e scandalo fra i teologi locali, che cercarono di bloccarne la diffusione. Il pastore Simon Sulzer lo denunciò dal pulpito come opera eretica e chiese che le copie esistenti venissero bruciate insieme con i proprietari. Ci furono denunce contro lo stampatore Peter Perna, ma non sembra siano stati presi provvedimenti. Lo scandalo derivava anche dalle polemiche in corso sull’accoglimento da dare alle tesi di Paracelso nell’ambito della cultura religiosa protestante, ma malgrado l’ostilità, il testo continuò a diffondersi presso gli intellettuali. La sua fama venne consacrata dalla traduzione inglese di Robert Turner, pubblicata a Londra nel 1655.

Enrico Cornelio Agrippa di Nettesheim (Heinrich Cornelius Agrippa di Nettesheim 1486-1535) è a detta di molti studiosi il più grande magus del Rinascimento. Nell’opera Omnia, accanto ai suoi testi più importanti, primo fra tutti il celebre trattato La Filosofia Occulta, vennero raccolti scritti considerati “minori” ma che già rivestivano un ruolo fondamentale presso gli studiosi di esoterismo, ruolo che s’accrebbe nei secoli successivi. Difficile dire se questi testi minori fossero proprio del Mago o da attribuire a suoi seguaci, nessuno comunque ne nega la validità. Col tempo, sono state le opere di Magia più diffuse e ristampate, in tutte le lingue. La più celebre di queste opere è il Libro del Comando, il più dettagliato manuale di Magia evocatoria che sia mai stato scritto. Nel catalogo Edizioni Mediterranee, oltre ai testi già citati, di Cornelio Agrippa è presente anche Il Secondo Libro del Comando.

Indice

  • Presentazione La Magia degli antichi
  • Il Libro dei Segreti
  • Appendice
  • Il Rituale di Turiel
  • Elementi di Magia Evocatoria
  • Segreti Magici
  • Bibliografia

Streghe, Demoni e Inquisitori

Libro Streghe Demoni e Inquisitori, Giuseppe Alaimo

Magia stregoneria ossessioni esorcismi

Nel libro Streghe Demoni e Inquisitori Giuseppe Alaimo affronta il fenomeno della stregoneria, intimamente collegato alla magia, ma con risvolti più strettamente «diabolici». Nelle pagine di questo volume, l'Autore esplora i più recessi aspetti del fenomeno abbandonando il criterio cronologico degli avvenimenti e basando la sua ricerca su fatti simili e aspetti interessanti come la difficile selezione tra una sessualità isterica e disordinata e le manifestazioni di stregoneria: da un lato il delirio sessuale, gli atti di fornicazione, di sodomia, di bestialismo veri o immaginati da parte di streghe e stregoni; dall'altro gli espliciti riferimenti, le insistenze, le argomentazioni scabrose e conturbanti sui comportamenti erotici delle vittime, richiesti, sollecitati, estorti dagli inquisitori. E parlando di inquisitori non viene però fatta distinzione alcuna tra quelli di «provenienza» cattolica o protestante, poiché dall'una, come dall'altra parte giudici e antagonisti erano convinti che streghe e stregoni fossero ispirati dallo stesso Satana.

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design
Privacy Policy

edmed orange 70

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design
Privacy Policy

edmed orange 70