Cabala e magia

L'antica arte magica della Cabala . L'origine della Cabala viene comunemente attribuita alla tradizione e alle esperienze del popolo ebraico; ma essa contiene e nasconde antiche verità, che sono venute a noi dalla notte dei tempi e da una terra oggi perduta. Questa tradizione composita forma il tema della stimolante opera di W.E. Butler, in cui il noto occultista ha cercato di illuminare e istruire il lettore, rivolgendosi ai più profondi livelli della sua mente. La parola QBL (Qabalah) significa "dalla bocca all'orecchio": essa era una tradizione orale di conoscenze esoteriche passata da una generazione di iniziati all'altra in una linea ininterrotta. Solo più tardi si iniziò a scriverne alcune parti: alcuni scritti ebbero origine prima dell'era cristiana, altri vennero elaborati durante il fertilissimo periodo talmudico, e il Rabbi ben Jochai (durante il regno dell'imperatore romano Antonino) diede la prima stesura organica e completa di quella che sarebbe stata definita la Cabala storica. La lettura di quest'opera, ricca di spunti di meditazione pratica, sarà molto utile nel lavoro che ciascuno deve operare su se stesso per giungere a quei mutamenti di coscienza che sono la mèta dell'arte magica, e darà l'opportunità di raggiungere quei "bagliori di Realtà" che l'autore ha avuto la grande fortuna di conoscere.

Divinazione geomantica

Ogni essere umano è dotato, in misura maggiore o minore, di qualche latente capacità di percezione extra-sensoriale. Lo scopo di questo libro, oltre a quello di indicare come predire, attraverso la geomanzia, ciò che deve ancora accadere, è quello di aiutare a sviluppare ed esprimere queste capacità psicospirituali interiori. In questo senso, tutti i sistemi di divinazione si possono considerare validi. La geomanzia, è il più semplice, in quanto lo si può usare per ottenere rapidamente un "sì" o un "no" alle domande poste. In seguito, con la pratica, si potrà sviluppare la capacità di ampliare queste prima risposte dirette. Quanto più si conoscono gli altri sistemi divinatori, tanto più si potrà applicare questa conoscenza ed esperienza alla lettura geomantica, riuscendo così ad approfondire l'interpretazione. Una certa familiarità con i principi fondamentali dell'astrologia (significati basilari di pianeti, sengi e case) renderà i meccanismi della geomanzia relativamente più semplici da comprendere ed applicare. I simboli geomantici sono sedici. Ciascun simbolo consiste in quattro linee, ognuna delle quali presenta uno o due punti. Le sedici figure sono semplicemente le variazioni con cui si possono disporre uno o due punti su quattro linee. Questo sistema non è molto dissimile da quello dell'I-Ching, dove dalle due semplici linee Yin (spezzata) e Yang (continua), nascono i sessantaquattro esagrammi, ognuno con un significato specifico. La divinazione geomantica differisce soltanto nel fatto che il metodo di trattare questi simboli fornisce risposte più complete ed elaborate rispetto all'I-Ching. Tuttavia, le maniera di operare sono simili: entrambe si basano sulle leggi del mutamento, sulle intelligenze geomantiche, o sull'azione dell'inconscio. Attraverso la divinazione geomantica, questo "incomparabile veggente" - l'inconscio - riesce a fornire tutte le risposte a domande specifiche di ogni genere. Il volume spiega praticamente come fare.

Divinazione Pratica

Metodi rari e insoliti. L'uomo da sempre è interessato a conoscere il suo futuro, e il termine divinazione trova altrettanti corrispettivi in profezia, predizione, pronostico, auspicio. L'Autrice tratta qui in particolare alcuni metodi divinatori in parte desueti poiché molto antichi, in parte poco noti poiché particolari. Alcuni sono oggi pressoché scomparsi, altri, al contrario, sono oggi più diffusi che mai. Dopo una parte introduttiva che tratta di oracoli, santuari e veggenti antichi e moderni incontreremo così tecniche poco note quali seromanzia, piromanzia e capnomazia, ipnomanzia, idromanzia, geomanzia, ornitomanzia e così di seguito. Ma si parla anche di divinazione con le foglie di tè, di sogni e dell'I:Ching, del pendolo, dell'astrologia cinese e di varie altre mantiche. Per molti può sembrare assurdo credere a tali forme di divinazione, ma un gran numero di persone ha potuto constatare la validità di tali metodi che riescono, oltretutto, a dare al consultante un profondo senso di serenità, facendolo sentire "protetto" da recondite paure, forze negative, malocchio e simili. Non per nulla, anche la professione del veggente è sempre stata richiesta. Con l'aiuto di questo libro, tutti potranno diventare un po'... veggenti.

Enciclopedia dei Tarocchi

L'interpretazione di tutte le carte secondo la loro posizione. Un manuale finalmente esaustivo sui tarocchi, coloratissimo, facile da usare, alla portata di tutti, anche di chi è totalmente a digiuno sull'argomento. Un libro che consente al lettore di iniziare subito a chiedere consigli alle carte sui grandi temi da sempre cari all'uomo: amore, fortuna, successo, denaro, amicizia, ecc. Dopo sintetiche ma puntuali nozioni circa la storia, la composizione e le particolarità dei diversi mazzi di tarocchi oggi reperibili sul mercato, si passa subito alle fasi operative della divinazione.

In base all'argomento sul quale verte la domanda si dovrà scegliere fra tre metodi generali:
• Se si desidera sapere come si svilupperà una faccenda, l'amore, un progetto o se si deve fare una scelta tra due o più possibilità (riguardanti per esempio abitazioni, posti di lavoro, luoghi di vacanze o persone) ci si servirà del metodo della BUSSOLA.
• Se la domanda riguarda la relazione con una determinata persona, si utilizzerà il metodo dell' ORACOLO DELL'AMORE .
• Se, invece, ciò che preme è la conoscenza di sé, il metodo della PARTE IGNOTA ci aiuterà a valutare le quattro sfaccettature della personalità.

Ma non sono solo questi i metodi di lettura sui quali il libro verte; il neofita potrà familiarizzare anche con L'Ankh - la croce egizia, Il cerchio astrologico, Il gioco della relazione, Il gioco della decisione, Il segreto della Papessa, La croce celtica, La croce, Il prossimo passo, Il gioco del Matto, Il gioco dei partner, La porta, La via. Completano l'Enciclopedia un indispensabile glossario e numerosi schemi per l'ordine e la disposizione corretti delle carte.

I Ching Taoista

Il libro contiene in omaggio le tre monete cinesi per la pratica dell'I Ching. L'I Ching, o «Libro dei Mutamenti» è considerato il più antico dei testi classici cinesi ed ha goduto attraverso i secoli di prestigio e popolarità insuperati. Contenente diversi livelli dì lettura, che danno luogo ad altrettante interpretazioni, esso ha attirato l'interesse dì consultanti e studiosi per oltre due millenni. È stato considerato un'opera fondamentale da filosofi e mistici, politici, alchimisti, yogi, maghi e veggenti e, più recentemente, da scienziati e matematici. La prima parte del presente volume è costituita dal vero e proprio testo dell'I Ching — i sessantaquattro esagrammi e le loro definizioni — con il commentario composto da Liu I-ming, un adepto taoista, nel 1796. La seconda parte è un commentario dello stesso Liu I-ming sulle due sezioni aggiunte all'I Ching dai commentatori precedenti, che sì ritiene fossero membri della scuola Confuciana. Complessivamente questo libro illumina circa gli insegnamenti interni taoisti così come erano praticati alla Scuola della Realtà Completa. Liu I-ming, ben preparato sia nel Buddhismo che nel Confucianesimo e nel Taoismo, intese la sua opera come una guida per la completa autorealizzazione nel corso di una normale esistenza nel mondo. Nel suo impegno per sollevare il velo del mistero del linguaggio esoterico dell'I Ching, egli fa uso contemporaneamente di termini di psicologia, sociologia, storia, mito e religione; il suo commento offre un grande contributo alla scoperta del genio spirituale cinese.

I codici del cambiamento

Opera che analizza e confronta due tra i più antichi testi di saggezza tradizionale: l’I Ching e i Tarocchi. Entrambi custodiscono, nella loro matrice codificata, una segreta conoscenza sul DNA e i suoi meccanismi.

Un numero sempre più elevato di studi scientifici ipotizza che il DNA sia una vera e propria lingua che, svolgendo funzioni di meta-comunicazione simili a quella di un’antenna ricetrasmittente, risponde a diversi tipi di frequenze, tra cui quelle del linguaggio e dell’attitudine umani.

Gli ultimi duecento anni della nostra Era sono stati caratterizzati da una forte pressione materialistica che ha penetrato ogni strato della nostra cultura. La competenza scientifica, trasformata in disciplina sempre più focalizzata sulle leggi del mondo fisico, ha prodotto risultati di enorme valore. Tuttavia da sola non sembra essere stata in grado di soddisfare gli interrogativi di natura esistenziale.

Ciò accade poichè il ruolo che il moderno materialismo sta giocando globalmente nel mondo sviluppato sembra essere, almeno in parte, uno dei fattori alla base delle forme depressive che oggi affliggono così tanti individui. Tale scissione esteriore è rappresentata perfettamente dalla dicotomia scienza e spiritualità. Tale frattura trova corrispondenza anche nel nostro universo interiore, in cui uno dei piani di coscienza più frequentemente esclusi dal sentire comune è la cosiddetta mente contemplativa.

La mente contemplativa, fisiologicamente collegata all’emisfero destro, può essere definita quella parte di noi dotata di capacità di percezioni totalmente ignorate dall'emisfero sinistro, area connessa all’inclinazione analitica. La mente contemplativa, infatti, non si sente minacciata dall’assenza di risposte logiche rispetto ai grandi temi dell’esistenza perché non è influenzata dal riduzionismo razionale proprio dell'emisfero sinistro.
L'emisfero destro rappresenta il terreno dell’essere per il mistico e opera con modalità lontane dal tipico approccio lineare orientato allo scopo: se l’attitudine analitica è in grado di descrivere e studiare le esperienze, quella contemplativa, che risponde a ciò che non è visto, né evocato dai sensi, contatta la "viva presenza" all’interno dell’esperienza stessa.

Sulla base di tali premesse si sviluppa lo spirito del presente saggio che, attraverso la confluenza di queste due sponde dell’essere, cerca di promuoverne una sintesi che è auspicabile e attuabile. Sviluppare tutte le potenzialità della nostra natura, in forma adeguata e coerente, significa nutrire e sostenere il centro della nostra personalità e anche entrare direttamente in contatto con una dimensione superiore, più elevata e sottile ancestralmente definita il regno dell’anima.

L’indagine proposta nell'opera è stata condotta mediante l'analisi di due tra i più antichi e conosciuti sistemi mistico-filosofici del nostro pianeta, l’I Ching orientale e i Tarocchi occidentali, posti in relazione con la moderna conoscenza scientifica ricavata dalla genetica e dalle sue più avanzate implicazioni.

Sul piano simbolico, infatti, i 64 esagrammi del Libro dei Mutamenti e i 22 Arcani Maggiori del Tarot si rivelano essere, rispettivamente, i corrispettivi delle 64 triplette genetiche e dei 22 aminoacidi che, sul piano biologico, governano la costruzione delle proteine, le molecole base della vita. In particolare, dalla loro interazione emerge l’esistenza di strutture definite Codici del Cambiamento o iCodeche, in qualità di centri funzionali della coscienza, serbano le chiavi delle dinamiche interiori di ogni essere umano.

Il rivoluzionario lavoro di Bozzelli, dunque, offre un’audace prospettiva sul contenuto dell’I Ching e del Tarot. Contenuto che, paragonabile a una tecnologia innovativa espressa da archetipi che si trasformano in Parole Chiave, cioè vibrazioni, consente di compiere una mirabile trasmutazione evolutiva lungo il personale cammino dell’esistenza.

INDICE

  • Nota dell'Autore
  • Introduzione
  • Cap. 1 - DNA Biologico
  • Cap. 2 - I Ching
  • Cap. 3 - Tarocchi
  • Cap. 4 - Frequenze
  • Cap. 5 - Biologia quantica
  • Cap. 6 - DNA - I Ching - Tarot
  • Cap. 7 - Esempi di Codici del Cambiamento
  • Cap. 8 - DNA multidimensionale
  • Cap. 9 - Astro-Genetica
  • Bibliografia

I misteri della mano

Quest'opera è il più noto testo di chiromanzia, da sempre citato nelle opere e nelle bibliografie dedicate a tale argomento. Per la prima volta appare in edizione italiana, così da soddisfare le esigenze di quanti, professionalmente o per diletto, si dedicano a tali studi. Scritto seguendo l'atteggiamento scientifico-positivista della sua epoca, il libro espone un vero e proprio compendio sulla materia, in cui questa scienza divinatoria considera l'uomo come partecipe allo stesso tempo del mondo divino, del mondo animico e del mondo fisico. La mano, con le sue forme, le sue linee, viene pertanto esaminata secondo tale trilogia, collegando inoltre tra loro le diverse scienze dedicate alla conoscenza dell'uomo e tese a svelare il suo futuro. Al presente volume hanno successivamente attinto a piene mani tutti coloro i quali hanno scritto di chiromanzia, da Madame de Thebe ai più noti autori contemporanei. Si tratta infatti di un'opera tuttora valida ed efficace.

I Tarocchi di Crowley

I Tarocchi sono un gioco di carte tramandato dall'antichità che, accanto al suo contenuto spirituale, ha sempre trovato largo uso come oracolo. L'aspetto spirituale ha avuto un significato importante per coloro i quali, nelle scuole dei misteri e nei circoli segreti, studiavano le antiche tradizioni e i loro simboli, trovando in queste carte la struttura fondamentale dell'iniziazione. L'origine delle carte non è nota; ma secondo alcuni lo stesso Ermete Trismegisto le ispirò ai saggi che le disegnarono, mentre secondo altri esse racchiudono, nei loro simboli, il libro della conoscenza dei sacerdoti dell'antico Egitto. I Tarocchi così come sono conosciuti nella forma odierna, risalgono al 1600 circa e consistono in 78 carte divise in due gruppi: 22 carte definite Arcani Maggiori e 56 dette Arcani Minori, divise in quattro serie di "semi" o "colori" diversi. Tra i mazzi di Tarocchi oggi più noti e diffusi vi sono quello di Oswald Wirth, famoso ermetista del secolo scorso, e quello di Arthur Waite, occultista della Golden Dawn, ma ne esistono anche numerosi altri.
Un posto di particolare rilievo occupano i Tarocchi di Aleister Crowley, mago e occultista inglese (1875-1947). Le carte da lui ideate, di grande significato esoterico e simbolico, pur ispirandosi ai Tarocchi tradizionali, sono il frutto di sue visioni personali. Disegnate, dietro sue istruzioni, dall'artista Lady Frieda Harris, vennero pubblicate sotto il nome di Libro di Toth. I Tarocchi di Crowley si basano, tra l'altro, sul mondo della magia, dell'astrologia, dell'alchimia, della cabala, delle leggende e della mitologia dell'Antico Egitto. In questo volume tutti questi aspetti vengono spiegati per ogni carta, ponedola inoltre in relazione con archetipi e simboli, numeri, Cabala, I: Ching, Rune, riti, musica, profumi, pietre preziose, pianeti, segni astrologici. Inoltre, vengono fornite le chiavi interpretative di ciascuna carta, le modalità di interpretazione e, ben 8 sistemi di consultazione dei Tarocchi, per i più diversi problemi, da quelli personali a quelli posti da altri.

I Tarocchi il Vangelo segreto

Nell’iconografia dei Tarocchi è intessuta una complessa struttura cifrata che si fonda su una straordinaria sequenza di enigmatici rebus la cui risoluzione consente di far emergere leggi rigorose e precise. Grazie a queste norme, i simboli degli arcani si trasformano in elementi di un millenario linguaggio in codice, utilizzato per realizzare il più antico e segreto tra i Vangeli, cioè i Tarocchi stessi.

Le immagini, infatti, nell’apparente semplicità di tratti, colori, nomi e numeri, sigillano un ancestrale insegnamento di cui, nel solco della fede cristiana, fu custode colei che la tradizione gnostica riconosce come l’incarnazione della Grande Madre, l’Apostolo degli apostoli: Santa Maria Maddalena.

L’ipotesi che i Tarocchi siano una Scrittura Sacra e Rivelata, per quanto possa apparire sorprendente o inverosimile, risulta perfettamente legittimata da una serie di dimostrazioni logiche e coerenti che, basate sulla struttura cifrata, sono ampiamente illustrate per comprovare questa rivoluzionaria teoria. Gli arcani, inoltre, impiegati come chiavi di decodifica, consentono di penetrare alcuni tra i più grandi e irrisolti misteri della cristianità, senza dubbio destinati a suscitare un interesse aldilà dei confini della specifica materia esaminata. Al contempo, grazie alla progressiva individuazione della vera essenza delle icone, emerge con limpidezza come una delle loro più importanti funzioni sia dar voce alla profonda saggezza sepolta in ciascun essere umano, la voce dell’Anima, che sola può guidare, attraverso nuovi confini di percezione, nella direzione di una piena e assoluta libertà interiore.

I:Ching

Quinta Edizione . Nuova traduzione integrale del testo originale cinese con le chiose al testo di Confucio. Volume rilegato con impressioni in oro in elegante cofanetto, con 3 monete in bronzo per la consultazione pratica.

I:Ching

Tutte le scuole di pensiero cinesi concordano nel considerare l'I:Ching la più antica testimonianza della letteratura cinese.


Tutte le scuole di pensiero cinesi concordano nel considerare l'I:Ching la più antica testimonianza della letteratura cinese.
In un antico testo si legge che il magistrato incaricato della sovrintendenza alle pratiche divinatorie aveva, tra le sue attribuzioni, il controllo delle regole fissate in tre libri chiamati Dei Mutamenti. Mentre dei primi due di tali libri non è rimasta traccia, il terzo, intitolato Tciõn I (Mutamenti del moto circolare) è giunto fino a noi come Il Libro dei Mutamenti, o I:Ching, forma divinatoria che si estende a tutte le realtà e abbraccia nella sua orbita tutte le situazioni.
L'I:Ching è un'opera divinatoria, perché questa è la sua stesura, in questo modo lo si consulta e in questo senso è spiegata e commentata. Ma, considerato nella sua totalità, l'I:Ching è un testo indispensabile per tutti coloro i quali desiderano conoscere il pensiero cinese.
Il testo pervenuto fino ad oggi è evidentemente opera di diversi autori. Il suo nucleo originale è costituito da una serie di 64 esagrammi disegnati con tratti continui e tratti spezzati. Secondo la tradizione, Fu hi, levando lo sguardo verso il Cielo, poi abbassandolo sulla Terra e osservandone i particolari, seguendo il volo degli uccelli e vedendo i raccolti, esaminando le caratteristiche del corpo umano e quelle degli esseri e delle realtà visibili, incominciò a tracciare otto cua, o trigrammi, composti da linee intere e spezzate. In seguito, accoppiando questi otto cua semplici, formò i 64 esagrammi che rappresentano la trama dell'I:Ching. Wang-Wen redasse successivamente, per ciascuno dei 64 esagrammi, una generica sentenza sapienziale, poi arricchita di una formula per ogni linea di ciascun esagramma da suo figlio Tciõu Cõng.
Più tardi, Confucio, nel V secolo a.C., riprendendo la loro opera, compose vari commenti particolareggiati.
Per i cinesi, la tradizione orale della sapienza dell'I:Ching non si è mai interrotta: maestri e discepoli ne continuano lo studio, da Confucio ai filosofi della rinascenza letteraria e fino ai nostri giorni. La presente opera è la prima traduzione integrale dal cinese in francese dell'I:Ching. Opera monumentale e completa, è la più ampia e documentata comparsa nel mondo occidentale e consente una lettura veramente unica dell'I:Ching dal punto di vista letterario, filosofico e divinatorio.
Due volumi indivisibili in cofanetto

Il Destino nei Numeri

Questo libro, per alcuni aspetti affascinante e divertente, è una chiave per capire se stessi e le proprie inclinazioni sulla base delle cifre dei dati di nascita e del nome di ciascuna persona. Inoltre, permette di individuare le “vibrazioni” che ognuno riceve da tali numeri fondamentali nei diversi periodi e nei vari aspetti della propria esistenza. Con l’aiuto di alcuni semplici calcoli, è così possibile conoscere quali siano le disposizioni individuali nei riguardi dell’amore e del sesso, della salute, della nascita e i suoi significati, il giorno, il mese e l’anno fortunati. Di ogni numero personale sono inoltre definiti immagine, desideri, capacità e destino; a ciò si aggiungono le date importanti e i “punti decisivi” di ciascuna esistenza. Da tutti questi elementi è possibile infine tracciare una “carta delle vibrazioni” individuale, che permette, al pari di un oroscopo, di definire la personalità e il destino per se stessi e per gli altri. L’antica numerologia diventa in tal modo una guida utile e sicura per comprendere molte esperienze della propria vita, per conoscere se stessi e i propri amici, per guidare i talenti e le potenzialità dei propri figli.

Il grande libro dei Tarocchi

Con il Grande Libro dei Tarocchi saprete come interpretare le carte in ogni circostanza integrandoli alla corrispondenza con astrologia, mitologia e I:Ching. Manuale che consente a chiunque di consultarli in maniera semplice e diretta, senza alcuno studio o preparazione preliminare. Esso può essere usato in vari modi: - come libro istruttivo sui Tarocchi, che introduce l'argomento in modo pratico, senza necessità da parte del lettore di conoscenze teoriche; - come manuale per la divinazione, che spiega, di tutte le 78 carte, il significato generale (quotidiano) e, in modo particolareggiato, il loro messaggio nell'ambito della professione, dei rapporti con gli altri e della coscienza; - come libro da consultare, che chiarisce i diversi significati delle 78 carte dei Tarocchi in ognuna delle sette posizioni del metodo divinatorio "Il Cammino". Il consultante non viene messo dinanzi ad uno svolgimento degli avvenimenti più o meno evitabile; a lui vengono prospettate le possibili strade percorribili, e gli otto diversi sistemi per la lettura delle carte illustrati dall'Autore lo aiutano a comprendere il comportamento che ha tenuto finora riguardo al tema della domanda, quello che invece deve intraprendere adesso e quello su cui può o deve contare. Per i più esperti sono di particolare arricchimento le osservazioni di carattere generale riguardo le 78 carte, che comprendono diversi argomenti della vita quotidiana come la professione, la coscienza e i rapporti con gli altri. Le singole figure mitologiche, le corrispondenze astrologiche e l'I:Ching ampliano il quadro generale degli Arcani. Il testo, completamente illustrato, contiene l'interpretazione dell'intero mazzo e può essere utilizzato con qualsiasi tipo di Tarocchi.

Il grande libro della divinazione

Dicembre 2020 - Racchiude tecniche e metodi per predire il futuro. Un'opera straordinaria che descrive l'interpretazione degli oracoli quale scienza individuale dell'essere, aiutando il lettore a forgiare il proprio destino. Le arti divinatorie per conoscere il futuro sono antiche quanto l'umanità ed ogni cultura ha interpretato in vari modi questi metodi. La chiaroveggenza è sempre stata tenuta in grande considerazione in tutte le tradizioni e aiuta da sempre gli uomini a conoscere il proprio futuro, a prendere le giuste decisioni e a ritrovare il proprio centro di equilibrio interiore.

L'opera segnala gli elementi che accomunano le varie tecniche di predizione e indica metodi e strutture di accesso all'oracolo. Oltre ai sistemi noti quali l'Astrologia, l'I:Ching, i Tarocchi, la Chiromanzia, la Cartomanzia, Visione nella sfera di cristallo, il Pendolo, la Rabdomanzia, l'interpretazione dei sogni, l'Autrice spiega dozzine di tecniche nuove, facilmente utilizzabili sul piano pratico, anche di culture lontane, quali l'interrogazione dell'albero, del fiore, degli elementi, i viaggi spirituali (viaggi nei tattwa e viaggio sciamanico), la medianità al servizio dell'arte divinatoria, le conchiglie (metodo africano) e altri oracoli popolari.

Molte dei metodi di divinazione non sono rinvenibili in altri trattati, e sono completamente sconosciuti al grande pubblico. Le indicazioni sono di facile comprensione e le varie fasi sono chiaramente illustrate. Il manuale sulle arti divinatoriedi Bettina Tegtmeier fornisce indicazioni pratiche per la consultazione delle profezie, con dettagli di natura scientifica, e nello stesso tempo insegna a formulare le domande in modo corretto e a sintonizzarsi con l'oracolo sul piano psichico. Un testo prezioso anche per i professionisti.

Indice Libro

Parte Prima - Storia degli Oracoli
Parte Seconda - Gli Oracoli oggi
Parte Terza - L'accesso pratico all'Oracolo
Parte Quarta - Metodi di consultazione
Conclusioni

Il libro completo della Chiromanzia

Questo libro tratta della chiromanzia, una delle scienze più antiche, accentrata sulla mano, e cerca i punti comuni nel suo diverso sviluppo in Oriente e in Occidente. Il tentativo di analizzare la personalità e il destino di un individuo sulla base della mano è pratica antica. Ha già una storia di più di duemila anni e continuerà senza dubbio ad avere una parte nelle vicende umane nei secoli a venire. In trent'anni di esperienza, l'Autore ha raccolto circa 20.000 casi, che ha classificati e catalogati in una vera e propria scienza della Chiromanzia. Egli ha racchiuso in quest'opera l'antica chiromanzia europea, la filosofia Yin-Yang e sistemi di divinazione orientali; inoltre, ha tenuto conto dei test di Rorschach e del quoziente di intelligenza, nonché delle scienze relative all'anatomia, alla genetica e alla psicologia evolutiva. Tutto ciò fa di questo libro quanto di più completo e aggiornato sia oggi possibile trovare sull'argomento.

Il libro delle fatture

Questo libro è un vero e completo manuale pratico del mago, e raccoglie tutte le notizie necessarie per poter mettere in atto le operazioni magiche. Fatture e controfatture, malocchio, pentacolì, amuleti e talismani: ogni aspetto della magia, è descritto in modo chiarissimo, dagli « ingredienti » necessari, ai rituali da eseguire, alle formule magiche da pronunciare. La prima parte del volume contiene una concisa spiegazione dei fondamenti delle arti magiche. Nella seconda parte sono descritti circa cento fatture, filtri, invocazioni, preghiere e talismani per ottenere amore e fedeltà, onori e successi; per colpire i propri nemici e proteggersi dagli influssi malefici, vincere al giuoco, conseguire favori e ricchezze; per colpire i propri nemici e proteggersi dalla loro invidia. Molto spazio è dedicato inoltre alle controfatture, con le quali si possono annullare sortilegi e malocchio; alla prevenzione del cosiddetto « colpo di ritorno », il pericolo cioè che l’effetto di una fattura possa ritorcersi sul mago stesso; agli amuleti per la fortuna e l’amore e ai pantacoli, simboli magici dagli straordinari poteri. Le formule qui riportate sono tratte dai più antichi e rari testi magici (dalla «Clavicola di Salomone» al «Libro del Doppio Comando», al «Segreto della Gallina Nera») e dai testi segreti e sacri dell’antico Egitto, dell’India, dell’Oriente e dei popoli africani e latino-americani (che ancora oggi praticano riti di grandissima efficacia). Essi costituiscono una preziosa fonte di conoscenza per ogni mago o aspirante tale.

Il libro delle fatture d'amore

Grazie ad un enorme bagaglio di tradizioni magiche raccolte e tramandate sia oralmente che attraverso antichi testi, l’Autrice ha riunito un gran numero di ricette e formule che permetteranno al lettore di realizzare sogni e desideri rimasti finora solo chimere. Nel volume sono presentate fatture d’amore che legheranno per sempre la persona desiderata, ma viene altresì offerta tutta una serie di controfatture che daranno la possibilità, a chi ne è prigioniero, di liberarsi da legami indesiderati. Completa l’opera una sezione dedicata all’erotismo, con una serie di ricette magiche, adatte a risvegliare e risolvere anche le situazioni più statiche e disperate. Non mancano, infine, le indicazioni per la costruzione e la magnetizzazione di potenti talismani d’amore che, usati in abbinamento con gli accoppiamenti zodiacali di cui si parla nell’ultima parte del libro, permetteranno la realizzazione e il coronamento di ogni sogno d’amore.

Il mago

Esercizi e pratiche magiche . Questo libro, che segue e completa l'altro dello stesso autore dal titolo "La Magia", è un vero e proprio manuale pratico, una guida che accompagna l'aspirante-mago dagli esperimenti più semplici ed elementari ai più complessi e potenti. L'opera si propone soprattutto di dare un utile e valido aiuto a coloro i quali desiderano conoscere e intraprendere liberamente l'impegnativa via dell'arte magica. Il segreto, afferma Butler, può essere rivelato senza pericoli, poiché solo chi ne abbia raggiunta la dignità può pervenire anche ai risultati: l'unico rischio che può derivarne sta nell'abuso o nel cattivo uso delle pratiche magiche. Nel testo, le "chiavi" della magia sono suddivise in maggiori e minori, e tutte vengono dettagliatamente descrite e spiegate. Le chiavi minori consistono in tecniche fisiologiche, psicologiche o psichiche, che ci sono state trasmesse dal passato o sono state costruite da un processo di lavoro sperimentale: alcuni artifici tecnici sonoqui così potenti che richiedono una adeguata preparazione da parte di chi le usa. Le chiavi maggiori, invece, sono più personalizzate, e differiscono tra le varie scuole magiche: nel loro uso va effettivamente adoperata una certa cautela, a causa degli effetti che possono derivarne. Tutto deve comunque rimanere sempre sotto il controllo e il dominio del mago, il quale, attraverso tappe e gradi successivi, perverrà in tal modo alla completa realizzazione.

Iniziazione all'I:Ching

Originato dall'antica saggezza cinese, l'I:Ching è un grande libro della Natura, dove le vicende umane e le stagioni della terra si compongono armonicamente in un'alternanza


Originato dall'antica saggezza cinese, l'I:Ching è un grande libro della Natura, dove le vicende umane e le stagioni della terra si compongono armonicamente in un'alternanza di fatti che testimoniano lo stretto rapporto dell'uomo con il mondo circostante. Nell'I:Ching la natura e le sue misteriose corrispondenze sono una presenza costante, un punto di riferimento per chi cerchi una risposta ai propri dubbi: gli eventi naturali restano immutati nel tempo, anche se il paesaggio si modifica e l'intervento umano altera l'aspetto del territorio. La civiltà cinese ha tramandato in questo antico testo la descrizione di ore, paesaggi, avvenimenti, legati alla semplice vita contadina. A questa occorre guardare con ammirazione, perché nella natura quegli uomini sapevano scoprire il ciclico disporsi dei mutamenti che governano il mondo, nei quali veniva riposta la speranza di tempi migliori. Nessuna forzatura per adeguarsi ai ritmi del cielo, nessuna fuga verso riti in grado di esorcizzare le capricciose sorprese del divenire, ma un'accettazione serena dei fatti naturali, vissuti, pur se tra difficoltà, speranze e fatiche, con la convinzione che essi soggiacciono alla legge del Mutamento, per cui al buio succederà la luce.

Iniziazione alla divinazione etrusca

Dell’Etrusca Disciplina, un corpus di testi sacri sulla divinazione, sono giunti a noi solo alcuni frammenti che, intrecciati con le testimonianze degli eruditi latini, danno un’idea di quella che era la scienza etrusca della predizione: l’ornitomanzia (divinazione tramite il volo degli uccelli), l’epatoscopia (divinazione mediante la lettura del fegato), la kearaunoscopia (divinazione con i fulmini) e la brontoscopia (divinazione tramite i tuoni), alla quale si riferisce la prima traduzione dal greco del Calendario brontoscopico di Nigidio Figulo, presentata nel volume.


Insegnamento Iniziatico

Una via di risveglio alla Luce. L'Autore riporta una serie di importanti lezioni, di tipo esoterico-iniziatico, svolte in forma di dialogo, di conversazioni a due, avvenute abitualmente all'ombra di un tiglio. Al di là del simbolismo e della "finzione" letteraria, l'opera contiene la più ampia, documentata e approfondita esposizione del sapere iniziatico occidentale, del quale peraltro frequentemente risale alle origini, ricostruendo le fonti di tale sapere, ritrovabili spesso nella Bibbia e nei Vangeli, nella civiltà egizia ed in quella mesopotamica, assira, sumera, babilonese, e così via. Attraverso tortuose ma non inesplicabili vie, quali ad esempio la simbologia dei Tarocchi e dell'Apocalisse, la rilettura esoterica di antichi testi e la tradizione sapienziale occulta, tale antico sapere è giunto fino a noi. Altrettanto evidente appare che i custodi e i cultori della scienza iniziatica, coloro che per secoli e in forme diverse hanno tenuto accesa, conservata e tramandata l'antica fiamma, sono gli odierni adepti della Fratellanza della Luce. Nella simbologia, nella gerarchia e nell'ordine massonici ritroviamo infatti l'antica e nuova Gerusalemme, quella che aprirà le sue porte di luce ai veri cercatori. Tuttavia questa non è, e non vuole apparire, opera "di parte", indirizzata a pochi, quanto opera di tutti e per tutti, destinata quindi a tutti coloro che sinceramente desiderino accedere al più vero e ampio sapere iniziatico. Il dialogo, semplice e comprensibile, la rende veramente adatta a tutti: una sorta di rivelazione di antichi segreti fatta da un "don Juan" del mondo occidentale. 180 dettagliate illustrazioni rendono più semplice e piacevole la comprensione del testo.

L'apocalisse di Nostradamus

L'Apocalisse di Nostradamus è una nuova e originale interpretazione esoterica delle Centurie di Nostradamus. L'autore Mario del Gatto dimostra che la maggior parte delle quartine del Veggente non si è ancora adempiuta, e che dovrebbe invece realizzarsi a breve scadenza.

Si tratta di un oscuro periodo della storia umana, chiamato dalle profezie « apocalittico », che avrà inizio verso la fine di questo decennio, e si intensificherà negli ultimi anni del secolo con una guerra semiatomica (1993). Tale periodo dovrebbe quindi estendersi fino al termine del millennio, cioè fino al 1999, quando una misteriosa « nube nera » piomberà improvvisamente sulla Terra seminando morte e distruzione e determinando il mutamento di questa civiltà.

Le premesse di tali avvenimenti si vedranno in una grande crisi economica, politica e sociale che, in un futuro molto prossimo, dovrebbe provocare un notevole cambiamento nell'attuale ordinamento geopolitico degli Stati della Terra.

L'apprendista mago

La Via della Realizzazione Magica.
Sotto forma di una raccolta di insegnamenti di un Maestro al suo discepolo, questo manuale di iniziazione all'Alta Magia conduce gradatamente il lettore dall'acquisizione di una "personalità integrata" fino all'ingresso nell'Ordine Magico, la cosiddetta "realizzazione". Butler è uno dei più noti ed eruditi Adepti del nostro secolo, ed è in grado di esporre nel modo più corretto e dettagliato i passi fondamentali dell'apprendistato alla Magia, evidenziando pericoli ed errori in cui è possibile incorrere. La via qui indicata passa prevalentemente attraverso le tecniche della tradizione occidentale, non tralasciando, però, di servirsi di "metodi di addestramento" orientali, come alcuni tipi di meditazione, e il controllo della respirazione. Pagina dopo pagina, l'Autore indica e spiega (nelle cause e negli effetti) la Via dell'evoluzione: dai primi semplici esercizi di autodisciplina e visualizzazione, alla meditazione sull'Albero della Vita Cabalistico, alla Proiezione Astrale, ai Rituali e Cerimoniali in uso presso gli ordini magici. La preparazione graduale e paziente, l'umiltà e il rispetto dell'assioma magico "Conosci, vuoi, osa e taci" sono la base fondamentale su cui l'Apprendista Mago, guidato da questo esperto Maestro, deve costruire il proprio cammino verso la luce.

L'Oracolo della Vera Sibilla

La cartomanzia, esercitata con serietà e competenza, consente di prevedere con buona esattezza gli eventi futuri ed è uno dei più seguiti metodi divinatori. La preparazione e l'esperienza di Madame Sheyla le consentono di praticare con notevoli risultati quest'arte e anche di insegnarla nella maniera più chiara e proficua. Questo volume è basato su uno dei suoi corsi professionali e costituisce un manuale di facile e immediato apprendimento: passo dopo passo, il lettore viene introdotto alla cartomanzia fino a trarre i massimi risultati nella lettura delle carte, per sé e per gli altri. E' da precisare che non sempre l'interpretazione di Madame Sheyla coincide con la didascalia delle carte, poichè le sue spiegazioni abbracciano tutto ciò che è raffigurato sulla carta: il seme, l'immagine sia al dritto che al rovescio, nonché frequentemente anche la carta che precede o segue. Madame Sheyla utilizza le carte della Vera Sibilla, un mazzo di 52 carte che è nato nel secolo XIX e che è divenuto uno strumento tradizionale. Dopo i suoi preziosi, fondamentali consigli per la pratica della cartomanzia, ella espone la spiegazione particolareggiata del valore e del significato di ciascuna carta. Seguono la lettura dei principali abbinamenti con le altre carte (al dritto e al rovescio) e infine ben 18 metodi o giochi divinatori in grado di rispondere sia ai problemi di carattere generale, sia a domande particolari, alcune delle quali elaborate dall'Autrice.

L'oracolo di Alessandro Magno

E' la prima traduzione italiana dal greco dell'opera l’ Oracolo di Alessandro Magno del sacerdote-mago persiano Astrampsico (sec. III a.C.), intitolata Le Sorti di Astrampsico. Si tratta di un antico libro per prevedere il futuro, contenente 93 domande (attinenti all'amore, alla salute, al lavoro e agli affari), una tabella di corrispondenze numeriche e 1030 risposte divise in 103 decadi. Nella prefazione Astrampsico spiega al re Tolomeo come procedere: si sceglie la domanda che ci interessa tra le 93 proposte. Si sceglie un numero a caso da 1 a 10 (originariamente si usava il decaedro, il dado con dieci facce). Si somma il numero della domanda con quello scelto a caso e lo si rapporta alla tabella delle corrispondenze che ci dà il numero di decade in cui cercare la risposta. Nella decade indicata si cerca il numero della risposta usando il numero scelto a caso.

La traduzione è preceduta da una teoria della divinazione nell'antichità ellenistico-romana, con particolare approfondimento della divinazione cleromantica (tramite sorti o dadi). Come spiega l’Autore la divinazione interessa tutto quello che l’uomo non può conoscere attraverso le sue sole forze e le arti divinatorie nell'antichità greco-romana sono state più spesso applicate nell' investigazione del passato o del presente al fine di conoscere la cause nascoste che hanno portato a determinati eventi come pestilenze o carestie. Solo in un secondo momento è stata usata per la previsione. Già al tempo di Cicerone, però, veniva definita come il presentimento e la scienza delle cose future.

Il volume è inoltre arricchito dalle illustrazioni dell'Autore di reperti archeologici e dal decaedro da tagliare e costruire. Opera rara e curiosa, di facile consultazione che appassionerà gli studiosi di magia.

Indice Libro

Cap. 1 - Il concetto di divinazione ed in particolare della divinazione cleromantica
Cap. 2 - Astrampsico vita e opere
Cap. 3 - Le sorti di Astrampsico ovvero L'Oracolo di Alessandro Magno - traduzione dal testo greco originale

L'oracolo di Mademoiselle Lenormand

L’intento di tale opera è quello di guidare gli appassionati di cartomanzia, e particolarmente gli amanti delle carte «Piccole Lenormand», nel fantastico e nel contempo difficile mondo della divinazione. Il presente manuale, svela molti segreti su queste 36 splendide carte e affronta per la prima volta argomenti del tutto nuovi e originali (la salute e l’interpretazione corretta di ogni singola carta). Il contenuto tecnico del libro, permette allo studente di progredire e sviluppare le proprie capacità di apprendista nella maniera più rapida e profonda possibile; ogni consiglio ed ogni spiegazione sono elaborati minuziosamente allo scopo di aiutare chiunque (novizi e professionisti) a superare gli inevitabili ostacoli nell’apprendimento della cartomanzia. Per completare la propria conoscenza di queste carte, l’Autrice ha eseguito personalmente delle ricerche a Parigi, dove ha incontrato diversi cartomanti che utilizzano da più di trent’anni le carte di M.lle Lenormand. In Francia, come accade per l’oracolo della Vera Sibilla in Italia, le «Piccole Lenormand» sono il mazzo più comunemente usato dai cartomanti. Ciò accade anche in Brasile, dove questo mazzo (conosciuto come il Taro cigano), ha conquistato un posto di privilegio su ogni tavolo (o esteira) di Padre e Madre sante.

L’oracolo di Rasputin

Il monaco veggente Rasputin, personaggio contraddittorio e affascinante della Russia zarista, ispirato da un viaggio che compì in Egitto, compose questo meraviglioso e originale sistema di divinazione capace di dare risposte precise alle domande che ogni uomo quotidianamente si pone. Questo oracolo, che etimologicamente significa appunto "risposta", è basato sul numero tre, che rappresenta il numero perfetto, la Potenza Assoluta nella sua forma Trina, i tre Elementi costituenti l'universo (il Fuoco, l'Aria e l'Acqua) e si interroga mediante i tre Talismani-Amuleti disegnati dallo stesso Rasputin, allegati al presente testo. La persona deve scegliere tra le 63 domande dettagliatamente esposte ed agire sulla propria psiche con una certa forza di volontà e di concentrazione per selezionare, con l'ausilio dei dischi magici, una delle 27 risposte prefissate per ogni domanda. Il pregio dell'opera - ritrovata in un vecchio manoscritto degli inizi del XX secolo, tradotta, ricostruita e ampliata dall'Autore - consiste nell'essere stata appositamente studiata e redatta per il lettore moderno, e quindi di essere di facile e pratica consultazione e nello stesso tempo di garantire una assoluta fedeltà alle esigenze e ai metodi dell'esoterismo classico. Nuova Edizione

La magia

I l fine dell'autentico mago è quello di scoprire il suo vero Sé, di cui la personalità terrena non è che la maschera. In questo libro è contenuta una spiegazione completa e concisa degli antichi usi, rituali e scopi della magia tradizionale. L'autore, dopo aver diradato le nebbie della confusione causate da numerosi errori e preconcetti, traccia un ampio panorama del pensiero magico di ogni tempo, fino alle scoperte della moderna parapsicologia. Poiché l'opera si rivolge all'uomo occidentale, non approfondisce i sistemi magici orientali, ma ne tratta a grandi linee, evidenziandone la teoria e la pratica, che si rifanno principalmente al mondo mistico e magico della Cabala. La Magia, lungi dall'identificarsi con irrazionali superstizioni, è basata su leggi precise e profonde, e su particolari tecniche tramandate dalle notte dei tempi. Questo volume è pertanto un utilissimo manuale introduttivo alle scienze magiche e alla magia cerimoniale. I suoi capitoli trattano, tra l'altro, della personalità umana e degli scopi della magia, invocazioni ed evocazioni, la magia magnetica, le immagini magiche e la magia iniziatica.

La mano parla

Chiromanzia e Chirognomonia rivelano personalità, carattere e destino. Un'opera completa sull'argomento, illustrato da circa 270 disegni. Spiega il significato delle linee fondamentali e secondarie della mano stessa, del dorso, del palmo e delle dita. Per conoscere il destino, il carattere e le tendenze di amici e conoscenti.

Le carte dei Nat

Uno strumento per parlare con gli antenati. Prefazione di Paolo Crimaldi. Contiene 37 carte a colori e un DVD sulle tribù della Birmania e i Nat

Il numero delle persone che si occupano di psicogenealogia in Italia è elevato ed è sempre più in aumento. La psicogenealogia è un percorso attraverso cui è possibile decodificare la programmazione inconscia ereditata al momento della nascita dal clan familiare. Questo percorso si avvale di vari strumenti, dal genogramma (disegno ed elaborazione di un particolare albero genealogico) alle costellazioni familiari (evocazione degli avi e interazione con essi a mezzo della risonanza corporea).
Le carte dei nat sono uno strumento in più che può seguire il disegno di un genogramma e facilitarne l’elaborazione o precedere una costellazione per favorire la connessione con la memoria collettiva e di gruppo. L’utilizzo delle carte dei nat è affidato alla creatività e all’ispirazione di ciascuno. Dallo stesso istante in cui si decide di usarle, le carte dei nat conducono lontano dal conosciuto, dai luoghi comuni, dai sensi obbligati, aprendo all’esperienza visionaria  e all’intuizione passaggi imponderabili. Ogni volta che si impugna il mazzo decisi a usarlo è come entrare nel vivo di un rito ancestrale in cui lo sciamano/la sciamana ti tende una mano invitandoti alle danze.
I nat vivono sul monte Popa, in Birmania, sono gli dei del pantheon birmano e sono associabili agli antenati.
Il libro della Calloni, oltre a fornire gli elementi di base della psicogenealogia e delle costellazioni familiari, spiega un metodo di “interrogazione” degli avi attraverso l’utilizzo delle carte. Al libro è allegato un bellissimo documentario di 16 minuti realizzato in collaborazione con la televisione della Svizzera italiana sulle tribù della Birmania e sui nat.

Magia delle carte

Sesta Edizione . Tra le arti divinatorie, la cartomanzia ha sempre occupato un posto di rilievo. L’uso delle carte per la conoscenza del futuro è nato, si può dire, con le carte stesse, i Tarocchi, e non è stato che una nuova applicazione dell’antico desiderio umano di sapere in anticipo gli eventi che lo interessano. Dopo un esame delle possibili spiegazioni del fenomeno – che inquadra nell’ambito della Parapsicologia – l’Autore, basandosi essenzialmente su esperienze personali, sia di studioso che di sensitivo, passa alla spiegazione dei metodi di utilizzazione divinatoria delle carte. Quindi, espone e spiega i sistemi più in uso in cartomanzia, con le varie interpretazioni da dare alle carte, dal significato fondamentale di ciascuna di esse a quelli che possono assumere di volta in volta, a seconda delle altre carte con le quali sono estratte. Infine, Verrico presenta il suo metodo personale per la pratica divinatoria, che si è dimostrato spesso infallibile. Naturalmente, tutto conferma che le doti d’intuizione, o meglio paranormali, del cartomante hanno grande importanza in relazione all’esattezza e alla interpretazione dei responsi.

Malocchio e iettatura

Rileggendo oggi il celebre racconto La Patente di Luigi Pirandello, potremo sorridere pensando che, in un nuovo millennio in cui la scienza sembra dare risposte precise e fondamentali, l’Italia superstiziosa di un secolo fa sia solo un caro ricordo, una foto sbiadita dal tempo. Non è così. Malocchio e iettatura fanno ancora parte della nostra cultura e continuano a condizionarci profondamente, ad apparire nel nostro quotidiano. Il ruolo di queste credenze nell’esperienza collettiva non è certo da sottovalutare, e riuscire a comprendere le loro remote motivazioni significa soprattutto scavare nella coscienza umana e mettere a nudo le nostre paure ataviche che mai evoluzione scientifica sarà in grado di spiegare. Il senso di precarietà dell’esistenza, quando non vi si oppone la fede o la cieca razionalità, finisce comunque per dominarci, conducendoci verso l’inquieto mare magnum dell’angoscia. Questo accurato saggio di Centini, unico per capacità di sintesi e scelta dei documenti, fa il punto sugli aspetti storico-popolari della superstizione partendo dalle tradizioni antiche per arrivare agli studi antropologici e psicoanalitici del Novecento. L’Autore ripercorre le testimonianze della superstizione in epoca latina; il periodo dell’Inquisizione durante il quale la paura dell’«altro», del «diverso», dell’«ignoto» fece nascere incredibili persecuzioni; le radicate tradizioni della magia contadina, soprattutto in Campania – approfonditamente studiate da De Martino – e in Sardegna (l’ocru malu e l’uso dei coccos); i metodi più in uso per preservarsi dal malocchio; i pareri di grandi personaggi della cultura e della scienza (Voltaire, Dumas, Vico, Leopardi, Freud, Jung). Al termine di questa interessantissima panoramica il lettore concluderà che il mai sopito terrore che dall’esterno possano giungere «influssi malefici» destinati ad alterare il nostro equilibrio altro non è se non un modo per giustificare la nostra umana fragilità che cerchiamo in tutti i modi di esorcizzare con simboli, amuleti e strane formule. Il «non è vero ma ci credo» è un’affermazione che sentiremo ancora in questo «rassicurante» nuovo millennio.

Manuale pratico del pendolo

La scienza del pendolo o radiestesia permette di acquisire informazioni e notizie dal subconscio dell'operatore o per mezzo di esso. Il pendolo può essere sostituito da una speciale bacchetta, ed in questo caso la pratica assume il nome di rabdomanzia. Tutte per persone sono in possesso di una maggiore o minore sensibilità paranormale, ed è proprio questa che permette di stabilire il "contatto" e di ottenre validi risultati. Quattro persone su cinque riescono nella pratica del pendolo, spesso non avendo mai provato prima ed essendo del tutto ignare di queste loro facoltà. Le facoltà naturali possono, in ogni caso, svilupparsi con l'esercizio, e l'autore suggerisce numerosi ed utili esercizi che consentono di elevare al massimo grado il potenziale di ognuno. Inoltre, il testo contiene consigli pratici circa l'uso del pendolo e le varie tecniche, nonché sulla corretta interpretazione dei responsi ottenuti con questo mezzo.

Manuale visivo di chiromanzia

Capire la mano linea per linea.
In Appendice: il libro studio di M.lle Le Normand.
Questo manuale riassume la lunga esperienza come chirologo dell’Autore, il quale ha voluto rivolgersi a un grande pubblico per far conoscere l’affascinante universo di segni nascosto nella mano. Ha preferito affidarsi a un linguaggio visivo – il più convincente nell’odierna «società dell’immagine» – proponendo 51 disegni di «mani» accompagnati da commenti e interpretazioni sintetiche, nonché da approfondimenti tematici, scritti con linguaggio elementare, alla portata di tutti. Attraverso questi esempi pratici il lettore potrà muovere i primi passi nella conoscenza della chirognomia – la deduzione del carattere di una persona dalla sua mano – e della chiromanzia – l’arte divinatoria – e mettere anche subito in pratica le informazioni acquisite. Interessante la parte iniziale del libro che parla delle leggi numerologiche che governano l’Universo ponendole in relazione con l’arte della lettura della mano. Vera rarità è costituita dall’Appendice nella quale vengono rappresentate e commentate 173 illustrazioni tratte dal libro Le Destinée – opera anonima del 1667 – appartenuto a Mademoiselle Marie Anne Lenormand, che scopriamo essere stata non solo la cartomante di Giuseppina Beauharnais e di Napoleone ma anche una valente chiromante.

Scuola di Magia

Quest'opera può essere definita, senza tema di smentita, il miglior manuale pratico dell'Arte della Magia fino ad oggi pubblicato. È un testo chiaro, completo e ben strutturato, molto accurato e di facile comprensione: un ottimo strumento per chiunque desideri approfondire la Magia non nella teoria, ma nella pratica. L'Autrice, molto esperta nel campo del rituale, dirige una associazione esoterica di fama mondiale e ha scritto quest'opera come un vero e proprio «corso» che ogni lettore può seguire e completare individualmente in un anno. Il «lavoro» e gli esercizi da svolgere sono infatti divisi per dodici mesi, e per ciascun mese sono indicate le operazioni da svolgere, il comportamento e l'atteggiamento mentale da assumere nelle diverse occasioni. Inoltre, il testo contiene formule e rituali da utilizzare in ogni circostanza e a seconda degli scopi che di volta in volta il «mago» si propone. Un «corso pratico» efficace e completo, che potrà realmente trasformare ogni lettore in un vero mago.

Segni e presagi del mondo animale

Molti antichi miti e storie parlano di un tempo e di un luogo magici in cui non esistevano frontiere tra esseri umani e animali. Uomini e bestie parlavano insieme, e parole come "selvaggio" o "domestico" non avevano alcun significato. Il Divino si rivelava sempre nella Natura. Il mondo naturale e gli animali che lo popolano ci parlano quotidianamente con le loro manifestazioni, i comportamenti, i movimenti e le loro particolarissime forme. Quando sapremo cosa cercare, potremo usarli come presagi, non in senso superstizioso, ma nello sviluppo della vera profezia e di una percezione superiore. Questo libro aiuterà i lettori a comprendere quanto ogni aspetto della natura sia intessuto in modo inestricabile con la vita di ognuno di noi e li condurrà all'antica conoscenza degli animali-spirito che hanno un ruolo determinante nell'esistenza umana. Essi raggiungeranno una parte primigenia del nostro cuore e della nostra anima, ravvivando braci da lungo tempo assopite: diventeranno nostri amici, maestri e compagni. Questo libro spiega quali sono le tecniche per riconoscere e interpretare i segni e i presagi del mondo naturale, indica la via per incontrare gli animali totem, gli animali-spirito e lavorare insieme ad essi, osservandone i comportamenti nel mondo fisico. In particolare i lettori di Ted Andrews potranno imparare a:

  • identificare e incontrare gli animali-spirito, entrando in sintonia con loro
  • scoprire il potere e il significato spirituale di più di 100 diversi animali, uccelli, insetti e rettili
  • chiedere l'aiuto dei poteri protettivi del proprio animale totem
  • padroneggiare le tecniche per comprendere il linguaggio degli uccelli
  • conoscere le antiche e affascinanti tradizioni e i linguaggi esotici di rettili e insetti creare e usare cinque magici riti animali, che comprendono lo shapeshifting (cambiamento di forma) e la danza sacra

Segni e presagi del mondo animale, che ha venduto negli Stati Uniti più di 300.000 copie, è ormai un testo classico di riferimento per chiunque voglia trovare un collegamento spirituale con la maestà e il mistero del mondo animale.

Segni, parole, magia

La magia e l'universo simbolico che la caratterizza si basano su un apparato fatto di segni, di parole, di indici e di altri elementi colmi di significati; significati la cui origine si perde spesso nella storia antica o, in certi casi, nelle preistoria. Il meccanismo simbolico della magia è così complesso e misterioso anche perchè la sua cultura ha origine nella notte dei tempi. L'autore, un antropologo che si occupa delle tradizioni magico-religiose delle culture meno note, in questo libro propone una panoramica dettagliata dei segni e delle parole della magia, ricostruendone l'origine e cercando di spiegarne il significato simbolico. L'antichissimo patrimonio culturale della magia è osservato e studiato come parte di un linguaggio parallelo, conosciuto e adottato solo da pochi iniziati, ma in realtà specchio di esperienze che fanno parte della nostra storia. Dai segni più elementari tracciati dagli "stregoni" ai messaggi criptografici degli sciamani, dall'applicazione cabalistica dei versetti della Bibbia alle mitiche Abracadabra e Abraxas, dagli strumenti della magia (bacchetta, specchio, feticci, ecc.) al significato del segno nella magia nera. Questi e tanti altri argomenti, fanno di questo libro un utile approccio per chi intenda capire che cosa si cela dietro le parole, i segni e gli oggetti che da sempre fanno parte della magia.

Specchi magici

E' il primo manuale che rivela i segreti operativi degli specchi magici. Gli antichi – ce ne dà testimonianza già Aristotele – avevano notato gli effetti psico-fisici derivanti dalla contemplazione delle superfici brillanti e il conseguente eccitamento dell’immaginazione, nonché l’uscita del soggetto da se stesso. Nel corso dei secoli, maghi e indovini studiando questi effetti hanno avuto la possibilità di entrare in contatto con gli spiriti e predire il futuro, perfezionando sapienti tecniche occulte e classificando vari tipi di specchi magici. Questo è il primo manuale che rivela i segreti operativi degli specchi magici.

Indice Libro

Presentazione
Introduzione
Conversazioni sulla magia tra due studiosi
1. Considerazioni storiche sulla magia magnetica
2. La fascinazione dall'antichità ai nostri giorni
3. Specchi magici
Specchi teurgici
Specchi degli stregoni
Specchio di Cagliostro
Specchio Du Potet
Specchio di Swedenborg
Specchio magnetico
Specchio narcotico
Specchio galvanico
Specchio cabalistico
Appendici a cura di Vittorio Fincati
- Lo specchio di Du Potet
- Specchi magici indiani (the glyphae batteh)
- Invocare con specchi e cristalli magici
- Compendio di magnetismo

Tarocchi e consapevolezza

Una chiave per cambiare il tuo destino. Allegate le 22 lame degli arcani maggiori. L’antichissimo Libro dei Tarocchi, la cui esistenza è per lo più negata dagli storici, ma ipotizzata da molti iniziati e filosofi, contiene indicazioni chiare ed efficaci affinché il vero ricercatore percorra la strada che potrà indurlo a recuperare la propria natura spirituale. Una via simbolica e straordinariamente lineare che è in grado di condurre chiunque, per gradi e in maniera sistematica e infallibile, al cospetto dell’anelato Santo Graal, la mitica coppa che contiene le risposte agli eterni interrogativi umani: Chi sono? Da dove vengo? Dove vado? Ogni Arcano, nel suo disvelarsi tramite una metodologia teorico-pratica proposta dall’autrice, abbandona l’enigmatico mutismo che lo avvolge per lasciarsi conoscere da colui che lo osserva. In una suggestiva processione, e con la fierezza ieratica di chi possiede il Segreto, uno dopo l’altro i Tarocchi si porranno in cammino a fianco del lettore per guidarlo alla scoperta del Sang Real, quel Sangue Spirituale capace di lavare e purificare il noto peccato di origine che è alla base della morte umana e della perdita dell’eden primordiale. Sono allegate al testo le 22 lame relative agli Arcani Maggiori disegnati da Oswald Wirth a cui viene attribuito il merito di aver restituito all’antichissimo Libro di Enoch il suo significato originario; tramite queste carte l’autrice esplorerà i significati esoterici, alchemici, cabalistici, mitologici, iniziatici e religiosi contenuti in questo affascinante simbolismo, per inoltrarsi poi fra le travisate valenze divinatorie attribuite ai tarocchi dei quali mostrerà le erronee ed ingannevoli interpretazioni di cui sono stati fatti oggetto sinora. In base a questa seducente e sconvolgente prospettiva i Tarocchi, infatti, non predicono il futuro ma, semmai, possono indicarci come diventare artefici del nostro destino modificando così la nostra vita consapevolmente e in base alle nostre reali esigenze.

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design
Privacy Policy

edmed orange 70

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design
Privacy Policy

edmed orange 70