Babaji Mahavatar

L'eternità discesa nel tempo

Babaji è un Avatar, o incarnazione divina, che di tanto in tanto appare in forma di maestro per aiutare l’uomo nel difficile cammino evolutivo. Paramhansa Yogananda fu il primo a far conoscere ampiamente questa figura al mondo occidentale, nella sua autobiografia. Babaji, quale incarnazione di Shiva stesso, è considerato il Maestro primordiale, il Guru di tutti i guru, che da sempre reca all’umanità la scienza dello Yoga. Oltre a presentare tale meraviglioso personaggio, quest’opera tratta in particolare della sua ultima manifestazione in forma umana, avvenuta in India, nel villaggio di Hairakhan, alle pendici della catena dell’Himalaya, dal 1970 al 1984. Non si è mai potuto accertare dove Babaji sia nato, da dove sia venuto, se abbia avuto un padre o una madre: egli semplicemente apparve in una grotta, seduto in meditazione, senza abiti e coperto di cenere. Dimostrava circa vent’anni. Lasciò il suo corpo dopo 14 anni. In questo periodo, insegnò lo yoga per i nostri tempi, il Karma Yoga, o yoga dell’azione. Il suo messaggio e il suo insegnamento, che propose anche nei suoi numerosi viaggi, si basano sul principio “verità, semplicità, amore”. Il volume è ricco di testimonianze dirette di coloro i quali hanno avuto la fortuna di incontrare questo straordinario Maestro vivendo accanto a lui per qualche tempo, e che continuano a diffondere il suo insegnamento.

Dallo yoga alla Rosacroce

"Dallo Yoga alla Rosacroce", pubblicato per la prima volta nel 1972, non è un’autobiografia convenzionale: resterebbero delusi i lettori che la leggessero soltanto per soddisfare la loro curiosità o per apprendere notizie. Il libro è il racconto di un’esperienza durata l’intera vita, vita che a sua volta – lo si vede chiaramente fin dal titolo – non ha avuto per Scaligero altro senso se non la conduzione stessa di tale esperienza.
Il profilo biografico tracciato nell’Introduzione al volume – corredato anche di alcuni ritratti di Scaligero presi in età diverse – intende colmare la significativa sobrietà di informazioni che si hanno sulla vita del filosofo ed esoterista italiano, ma anche completare un quadro che si ferma otto anni prima della scomparsa di Scaligero.
Le poche note che sono state aggiunte alla prima edizione hanno carattere prevalentemente bibliografico e offrono minime indicazioni biografiche sui personaggi menzionati che non compaiono già nell’Introduzione. Un esiguo apparato che aiuta l’interessato ad accedere alle opere citate e al quadro cronologico, ma non è essenziale per la comprensione del testo.
Alla fine del volume è stato aggiunto un Indice-glossario dei termini indiani, traslitterati secondo l’uso moderno.

Guarire con il pensiero

NUOVA EDIZIONE

Mediante il pensiero, si manifesta nell’uomo ciò che ha il potere di farlo ammalare; allo stesso modo, mediante il pensiero può fluire in lui ciò che ha la capacità di guarirlo. Una simile alternativa è frutto soltanto di una saggia disciplina interiore. Il pensiero, infatti, può divenire nell’uomo veicolo delle più elevate forze dell’Universo o di forze degradatrici, a seconda dell’orientamento ricevuto. In tal senso, malattia e guarigione esprimono il processo mediante il quale l’Io agisce sull’umano. Nella prima parte dell’opera, l’Autore identifica il tipo di pensiero che nell’attuale civiltà contrasta con la formazione interiore, opponendosi così al potere di guarigione. Nella seconda parte individua ed evidenzia il pensiero che guarisce, in quanto asceticamente realizza la propria virtù come forza magica originaria ritrovata. Infine, l’Autore esamina le tecniche interiori di guarigione, fondate sulla liberazione del pensiero dalla condizione riflessa, fino alla possibile terapia radicale del male umano, la «medicina del Graal», alla quale è dedicato un capitolo particolare.

Il mistero rivelato dei riti tibetani

Il Sushumnâ yoga che può essere definito “lo yoga del ringiovanimento e del risveglio dell’energia Kundalinî” risulta un completamento e un approfondimento del prezioso insegnamento dei famosi cinque Tibetani.La dinamica energetica del Sushumnâ yoga si sviluppa su quattro livelli distinti di energia vitale, ai quali il corpo accede in modo graduale e progressivo con la pratica quotidiana.

Il primo livello si raggiunge eseguendo i movimenti corretti dei cinque riti, insieme alla dinamica del respiro.
Il secondo livello introduce nella pratica la dinamica energetica del Traya-bandha: le tre contrazioni fondamentali dello Yoga, indispensabili per attivare e guidare l’energia vitale all’interno del corpo.
Il terzo livello si raggiunge con la pratica del sesto rito, il più importante tra gli esercizi tibetani, capace di attivare energeticamente il Sushumnâ-nâdî, il più grande canale di energia vitale del corpo umano.
Il quarto livello è la fase del ringiovanimento vero e proprio: a questo stadio la pratica dei riti tibetani permette la liberazione dei blocchi emotivi che inibiscono il naturale fluire dell’energia vitale e la vitalità del corpo aumenta inarrestabile ogni giorno di più.

Il potere segreto del cuore

Presentazione di Paola Giovetti . È un libro che parla del cammino dell’uomo verso la scoperta della sua Realtà spirituale: l’Anima. Partendo dagli insegnamenti dei più grandi maestri illuminati, ci spiega i meccanismi e le dinamiche, attraverso i quali, ciascun individuo riscopre se stesso e il potere di creare la sua realtà. Tutti i grandi saggi hanno sempre insegnato che ogni persona possiede la capacità di realizzare la vita che più desidera. Ma in quale modo l’individuo può attivare in sé questo potere? L’incontro con un grande maestro, Ezio Ceriana, ha portato l’Autore a scoprire un lungo e misterioso cammino che, nello stupore e nella trepidazione del cuore, ha incominciato a svelargli i misteri della Vita e dell’uomo. Quel cammino che porta ogni persona a conoscere la sua Essenza divina e creatrice, l’Anima, l’unica capace di donarle tutto ciò che vuole. Il potere segreto del cuore è utile a tutte le persone che nella vita si sono perse e, come una scia luminosa attraverso l’oscurità, sa indicare la via d’uscita dal malessere interiore, attraverso l’elevazione spirituale.

Iside Sophia

L'lside-Sophia, grembo del mondo e della creazione, è nell'anima colei che accoglie il Cristo. Il discepolo che conosca il segreto della Vergine, può tutto. E' lei infatti come fede, fiducia, fervore a generare l'Io-Logos, la cui presenza dissipa gli equivoci umani, distrugge la menzogna, dissolve l'infero elemento lunare, il cupo mondo della paura di cui soffre la psiche.
Il pensiero umano e la Vergine sono infatti uniti dal filo cosmico della creazione, e la Vergine è la vita celeste che l'anima ritrova oltre il confine del pensiero caduto. Che l'uomo possa avvertire il Cristo in sé, è azione della Vergine, risvegliata dall'anelito dell'anima, a trascendere i suoi moti soggettivi. Come nella tradizione cristiana la Madre intercede per l'uomo presso il Figlio, così nella ricerca spirituale il potere che congiunge la luce con l'umano, e il trascendente con l'immanente, è la virtù individuale incorporea dell'Iside-Sophia: la Via al Logos originario.

Kundalini d'Occidente

In epoca di crisi e di pericolo – come la nostra – il Sovrasensibile, proprio da quanto gli si oppone, trae la possibilità della massima proiezione di forze nell’uomo. Ma perché questi possa accoglierle, occorre, da parte sua, una collaborazione autentica e completa, un impegno che nasca dalla sua decisione profonda.
Non vi è oscurità che non possa essere dissolta e convertita in luce, non v’è lotta che non possa essere combattuta e vinta, non v’è necessità che non possa essere motivo di redenzione, se entrano in azione le forze originarie. Rivolgendosi ad esse, l’uomo può attingerne impulsi decisivi, può ritrovare se stesso e risorgere.
La ricerca di queste forze è il tema e il fine del presente libro. L’Autore rivela la via per accedere alla fonte di esse, il Logos originario, dando una risposta concreta all’uomo di questo tempo. Il segreto è quello di risalire alla radice dell’atto pensante, laddove fluisce la luce eterica del cuore. Dal cuore, dove si eterizza, la luce ascende alla ghiandola pineale, ed è qui che lo sperimentatore può incontrarla, seguendo il canone esoterico dei nuovi tempi esposto dall’Autore.

L’uomo interiore

Trovare in sé il punto in cui si comincia finalmente a essere, a superare la psiche, a creare; passare decisamente all'azione facendo scattare l'elemento immediato dell'azione cosciente; superare le illusioni, pervenire come cercatori a una reale sincerità con se stessi, che dia modo di ritrovare in sé il principio della Forza: tale è la proposta del discorso sull'uomo interiore. Il senso del libro è appunto questo: mostrare come, grazie all'idonea disciplina, scatti nella coscienza l'elemento originario dell'azione interiore, la forza-pensiero.

La mente che respira

La più completa antologia della meditazione in Oriente e Occidentepresentata per la prima volta ai lettori italiani. Anche chi diffida delle filosofie orientali, ma rispetta la pratica meditativa, può oggi trovare chiarezza dal confronto su nascita e sviluppo delle tecniche di meditazione. Torniamo ai grandi Maestri: è la proposta di quest'opera originale. Riscopriamo così i maestri di meditazione grazie a pagine significative, ritradotte o inedite. Dunque un incontro diretto tra guida spirituale e lettore, praticante o possibile meditante, fuori da appartenenze culturali o religiose

A cosa serve la meditazione: l'opera presenta significato, storia e pratica dei diversi metodi attraverso vita e messaggio dei Grandi Maestri. Sono molte le sorprese, anche perché – forse per la prima volta in Italia – vengono abbattute le barriere di tempo, spazio e cultura. Così la meditazione indiana incontra e si confronta con la meditazione cinese, la meditazione zen dialoga con YogaSutra e meditazione cristiana. Il Tai Chi sfata il mito odierno di "ginnastica adatta a tutte le età" e si presenta per la meditazione in movimento che è sempre stata nella tradizione cinese. Ciascuno dei 20 testi classici della meditazione orientale e occidentale è analizzato e comparato con gli altri.

Il lettore troverà somiglianze e sinergie tra i tesori della gnosi di Patañjali o gli scritti di Teresa d'Avila, le poesie di Eihei Dogen o il racconto del “nulla” di Sosan/Tozan. Di ogni maestro è ricostruita anche la vita e il messaggio. Essenziale anche l’apparato bibliografico. Completa l’opera una sezione di analisi dedicata alla pratica meditativa nel Novecento.

Da meditazione vipassana a mindfulness, praticare oggi non è diverso dal passato. La pratica della meditazione gode sempre di buona fama ma sopratutto negli ultimi anni è stata vittima di vari fraintendimenti. Le versioni più recenti e alla moda si concentrano sugli effetti benefici della meditazione per conquistare benessere generale o acquisire un aspetto tecnico di concentrazione. Dell'impegno costante per raggiungere la consapevolezza non c'è traccia. Oggi finalmente, tra i libri sulla meditazione è disponibile questo saggio che raccoglie il significato,la storia ela pratica dei diversi metodi permettendo a tutti i lettori di avvicinarsi alla consapevolezza e ad una nuova conoscenza.

"Per la prima volta in Italia, a confronto i testi dei Maestri della meditazione di ogni epoca e tradizione. La pratica meditativa indiana, cinese, tibetana, giapponese, vietnamita così dialoga con la contemplazione dei monasteri e la preghiera degli eremiti. Pagineinedite, spesso ritradotte e piene di sorprese: ideali per chi vuole capirne di più e sperimentare una "mente che respira" in piena consapevolezza."

Indice

  • Presentazione dell'Abate Chandapalo: Meditare per usare bene ciò che abbiamo
  • Prefazione di Padre Antonio Gentili: Da cristiani davanti al silenzio
  • Introduzione
  • Prima Parte - Le Grandi Tradizioni di Meditazione: buddhista, ebraica, cristiana, riformata, islamica
  • Seconda Parte - I Testi Classici, nuove traduzioni
  • Terza Parte - Catalogo Provvisorio delle Idee di Meditazione
  • Quarta Parte - Il Novecento, micro antologia
  • Bibliografia italiana

Meditazione e miracolo

Con questo volume, Massimo Scaligero comunica al lettore un metodo interiore il quale, oltre a fornire l’esperienza cosciente del Sovrasensibile, può funzionare soprattutto come impulso di liberazione e di vittoria nelle situazioni “impossibili”. Allorché le difficoltà incalzano e minacciano di sopraffare l’uomo, sino a un punto limite, che rende persino inconcepibile la via d’uscita, proprio a tale punto è possibile il superamento di sé, è possibile quel trascendimento delle leggi di natura e delle normali consuetudini che si può chiamare “miracolo”.
Il miracolo può divenire norma quotidiana. Secondo l’Autore, l’attuale epoca, caratterizzata dalla determinatezza assoluta dell’autocoscienza e dell’individualità, è l’epoca in cui l’Io umano può riprendere coscientemente contatto con le potenze sovrasensibili che un tempo fluivano nei Misteri. Nell’Io attuale, nella sua intima forza, è presente tutta la trascendenza che un tempo doveva essere raggiunta fuori della corporeità fisica.
Il libro è perciò un appello al coraggio, un segreto dell’ardimento e della vittoria, una chiave del superamento della disperazione, quale che ne sia l’origine, e della resurrezione delle forze.

Meditazione pratica

La meditazione è oggi un fenomeno alquanto diffuso, quasi una moda: la seguono diverse dottrine religiose orientali, la praticano molte scuole di yoga. Non è molto semplice da apprendere nella sua vera essenza, ma è in ogni caso utile all’equilibrio psicofisico e alla ricerca spirituale dei praticanti. Ad una pratica migliore — naturalmente — corrispondono migliori risultati. Vi è una grande varietà di forme di meditazione. Attraverso di essa è possibile liberarsi dei propri difetti, migliorare la propria salute, concentrarsi meglio, riuscire meglio nelle proprie azioni e ottenere il successo in ogni aspetto della vita. Ma nel campo spirituale la meditazione ha come unica meta raggiungere Dio, il Supremo, l’Assoluto, la Verità o Realtà Ultima. Attraverso di essa Gautama il Buddha ha raggiunto il Nirvana. L’Autore spiega in maniera semplice, chiara e concisa che cosa è la meditazione, il suo scopo e la sua importanza. Istruisce in modo diretto il lettore circa la preparazione, le diverse tecniche e la pratica della meditazione. Tratta inoltre del guru, del prana, del mantra e del japa, concludendo con brani di testi sacri significativi ai fini di una corretta ed efficace pratica della meditazione

Meditazione tecniche evolutive

NUOVA EDIZIONE AMPLIATA

CONTIENE IL CD "GUIDA ALLA MEDITAZIONE"

L’interesse intorno alla meditazione — il cui scopo ultimo è scoprire il proprio Sé autentico e trovare il contatto armonico col Tutto — è crescente, in una società sempre più lacerata e consapevole di esserlo. Della meditazione Dede Riva spiega ogni aspetto in questo stu- dio che compendia la sua vasta esperienza: partendo dalla descrizione dell’uomo, "essere multidimensionale", parla della preparazione alla meditazione e della sua pratica, delle onde cerebrali e degli stati di coscienza coinvolti, confronta concezioni orientali e occidentali, analizza il nostro tempo e ciò che la meditazio- ne può portare di positivo nel nostro modo di vivere: non soltanto benessere fisico, ma anche e soprattutto superamento della paura esistenziale e possibilità di compiere un salto evolutivo entrando in contatto col proprio Sé transpersonale, e quindi col mondo dello spiri- to, fino a sperimentare l’unità fondamentale di tutto ciò che è.

Nuove meditazioni quotidiane

Questo libro, che non parla di meditazione, ma ne propone tante, una per ogni giorno dell'anno, è semplice, efficace, alla portata di tutti e con quel pizzico di mistero di cui la nostra vita ha bisogno. Viviamo in tempi in cui le esigenze epocali ci stimolano al cambiamento. Nuove consapevolezze diventano necessarie, necessari nuovi punti di riferimento per muoverci all'interno di ondate di trasformazione che si susseguono così ravvicinate e impetuose da indurre perdita di certezze, di valori e del senso della vita. Se il periodo storico è oggettivamente difficile, è il momento per noi di sviluppare nuove potenzialità latenti. Insomma la necessità è trasformarci totalmente, nella nostra multidimensionalità di esseri umani, originare un uomo e una donna nuovi. In una parola, rinascere a se stessi. Abbiamo un meraviglioso strumento per vivere la trasformazione creativamente e con gioia: la meditazione. Diffusa è però l'idea che non sia una cosa semplice, che richieda tempi lunghi e condizioni particolari di silenzio, immobilità e penombra, difficilmente conciliabili con la nostra frenetica vita quotidiana. Certo, meditare può essere questo, ma è anche stare con chi si ama, è ballare, ascoltare musica o dedicarsi al proprio giardino, se queste sono cose che ci piacciono; è giocare col proprio figlio, è portare l'attenzione al respiro, è fornire alla nostra mente un pensiero su cui riflettere… Meditare è essere totalmente presenti a ciò che facciamo. La meditazione, quindi, è uno strumento semplice, efficace e alla portata di tutti.

Pensieri e meditazioni

Questa raccolta di pensieri e meditazioni è una delle più intense del poeta mistico e filosofo libanese. Immagini, simboli e personaggi scorrono e si alternano in una visione quanto mai variegata della vita e dell'uomo, quasi a voler esprimere la caleidoscopica realtà che ci circonda. Il tutto, come sempre, espresso in termini di poesia, fiaba, mito e vibrazione interiore. "Prima che la mia anima mi consigliasse, dubitavo del valore del mio lavoro. Ora ho capito che gli alberi fioriscono in Primavera e fruttificano d'Estate senza cercare lodi; e le loro foglie cadono in Autunno e i loro rami restano spogli d'Inverno senza timore di biasimo." La mia anima mi parlò e disse: "La lanterna che porti non è tua, e la canzone che canti non proviene dal tuo cuore, poiché se anche porti il lume, tu non sei la luce, e anche se sei un liuto dalle corde tese, tu non sei il suonatore di liuto". "La mia anima mi parlò, fratello, e mi insegnò molto. E la tua anima ti ha parlato e ti ha insegnato molto, ugualmente. Poiché tu e io siamo uno solo, non ci sono differenze tra noi, tranne il fatto che io proclamo con veemenza ciò che ho dentro, mentre tu lo nascondi come un segreto".

Programma di MT

La Meditazione Trascendentale è un sistema meditativo creato da Maharishi Mahesh Yogi negli anni Sessanta e diffuso in breve tempo in tutto il mondo. La tendenza all’autorealizzazione è del tutto spontanea nell’uomo, come lo sono le necessità del mangiare, del bere e del dormire. La possibilità di godere sempre di più del mondo esterno è intimamente correlata al dispiegamento e all’appagamento delle forze interne operanti nell’individuo. Per mantenere la sua forza dinamica e continuare a dare un costante impulso alla spirale evolutiva del divenire, la mente deve poter attingere al vero sé individuale e trascendente, e ciò è possibile mediante la MT. Lo stato di coscienza raggiungibile con la MT è naturale e indispensabile all’organismo umano quanto altri stati conosciuti come veglia, sonno e sogno. La tecnica della MT è semplice e naturale, elementare e profonda nello stesso tempo, esattamente come questo libro, che è scritto con spirito, saggezza e fascino.

Reincarnazione e karma

Siamo tutti dei reincarnati. In ogni cuore umano pulsano secoli di vita. In ogni nostro simile, che vediamo giornalmente circolare, agire, esprimere la propria personalità, possiamo ravvisare un reincarnato: un essere che ha già vissuto altre volte sulla Terra. Avviene raramente che qualcuno lo sappia. Molti giungono soltanto a supporlo: si trovano dinanzi all’idea della Reincarnazione, come dinanzi a una fascinosa ipotesi, ma non vanno oltre questa, si arrestano dinanzi al compito di una verifica. Ma è possibile? Quale senso ha per l’uomo contemporaneo? A tali interrogativi risponde questo libro di Massimo Scaligero, che esamina il tema della Reincarnazione in rapporto alle esigenze umane, morali e sociali: esigenze urgenti, attualissime, ma purtroppo non sempre consapevoli del loro oggetto.

Tecniche della concentrazione interiore

Nuova edizione. L'Autore, che per qualche decennio praticò lo Yoga e lo Zen, unitamente all'ascesi del Buddhismo mahayanico e del Vedanta, ha rivolto successivamente la sua ricerca alle caratteristiche occidentali della Tradizione, incontrando, a un determinato momento, il filone facente capo al personaggio considerato l'«Iniziatore degli iniziati», in ogni tempo, presso ogni sistema tradizionale, sotto nomi diversi, e che «appare» in Occidente tra il XIII e il XIV secolo, sotto il nome di Cristiano Rosenkreuz.

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design
Privacy Policy

edmed orange 70

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design
Privacy Policy

edmed orange 70