"Symbole" discorso all'umanità

Giorgio di Simone ha deciso di rendere pubblici due lunghi colloqui avuti nel 2000 e nel 2004 con la grande personalità spirituale che da molto tempo comunica con gli esseri umani, com'è avvenuto dal 1928 al 1937 attraverso la famosa sensitiva francese Jeanne Laval.Tali colloqui sono strutturati come un forte ma lineare discorso che "Symbole" rivolge, tra l'altro, al resto del mondo, toccando i più urgenti e scottanti problemi dei nostri tempi.

Alla Ricerca del Paradiso

Da dove veniamo? Dove andiamo? Ognuno di noi, almeno una volta, si è posto questa domanda. La risposta è probabilmente la stessa: veniamo da un "giardino perduto" al quale dobbiamo ritornare. Tutti infatti nutriamo in cuore una doppia nostalgia: nostalgia del luogo magico cui è legata la nostra origine, e desiderio di ritrovare la mai dimenticata felicità di un tempo lontano, quando l'uomo viveva senza paura della morte, in pace con Dio, con se stesso, col prossimo e in armonia con tutto ciò che gli stava intorno. Ma cosa pensa del paradiso l'uomo di oggi? Paola Giovetti, da anni impegnata in indagini di frontiera, ha incontrato uomini di fede, scienziati, politici, artisti, letterati, esoteristi e ha riportato in questo libro le loro parole insieme ad altre particolarissime testimonianze: quelle di coloro che sono stati in puntodi morte e persino quelle di chi nell'aldilà già ci vive. Ne esce un quadro vastissimo, sorprendente e rasserenante, in grado di dire una parola veramente significativa sul paradiso, di illuminare la via che porta al mitico "giardino perduto". Il testo contiene interviste a: Giuseppe Arcidiacono, Pietro Annigoni, Alberto Bevilacqua, Paola Borboni, Roberto Formigoni, Francesco Gabrieli, Roberto Kervin, Vittorio Messori, Hermann Oberth, Iris Paciotti, Claudio Rocchi, Giuseppe Sermonti, Emilio Servadio, Elio Toaff, Roman Vlad, Antonino Zichichi e suor Isabella, monaca di clausura. Illustrato da 16 tvole fuori testo.

Anche gli Animali Vanno in Paradiso

Questo libro aiuterà ad amare gli animali di più e con maggiore generosità, proprio come loro amano noi. Le testimonianze e le storie che raccoglie, scritte da famosi medium, da mistici e teologi ma anche da persone comuni, saranno di sicuro conforto per chi ha perso il proprio fedele compagno a quattro zampe. Questo libro aiuterà a ritrovare l'amico cane o gatto, a continuare ad amarlo, a parlargli, perché la vita sulla Terra non è che un passaggio che ci prepara alla vera vita. Nell'Ottocento un gruppo di vescovi si interrogava se gli indiani d'America avessero o meno l'anima. Molti oggi si interrogano sull'eventualità che gli animali abbiano l'anima. Eppure anche Papa Giovanni Paolo II ha già detto una parola chiara in proposito: «Negli animali c'è qualcosa di molto simile al soffio divino vitale». Il libro raccoglie le più belle storie di animali oltre la vita, ma anche studi, citazioni ed opinioni di differenti credi religiosi. In questo libro troviamo a fianco dei testi di autori noti (da Allan Kardec a Rosmary Altea, da don Mario Canciani a Margherita Hack) storie di quotidiano amore, che ognuno può sentire vicine alla propria esperienza quotidiana. Sono state scritte pagine meravigliose sugli animali, sulla loro sensibilità, intelligenza e disarmante altruismo. Alcune delle pagine più belle, di tutti i tempi, le culture e le letterature sono qui pubblicate. L'amore per tutte le creature e l'insegnamento di San Francesco, il Santo «animalista» per eccellenza, sono distillati negli accattivanti racconti di padre Nazareno Fabbretti. Le esperienze di amore di Gesù verso gli animali sono testimoniate brillantemente dal teologo don Mario Canciani. Questo volume vuole essere un contributo alla causa degli animali e della pacifica convivenza sul pianeta, alla presa di coscienza che i nostri «fratelli minori» - come San Francesco chiamava gli animali - non sono oggetti ma esseri senzienti, che amano e soffrono e che, un giorno, incontreremo nell'aldilà.

Arte Medianica

L'ispirazione artistica costituisce un enigma affascinante e insoluto: l'artista infatti non dispone delle proprie facoltà a piacimento, ma è


L'ispirazione artistica costituisce un enigma affascinante e insoluto: l'artista infatti non dispone delle proprie facoltà a piacimento, ma è soggetto all'estro, all'ispirazione, alla suggestione del "momento felice" che deve in un certo senso presentarsi da sé. Nel campo del paranormale ci imbattiamo tuttavia in fenomeni che vanno ben al di là di questo carattere di imprevedibilità e di relativa indipendenza, e troviamo produzioni artistiche che sorgono sensa la partecipazione cosciente dell'autore, che è in genere persona ignara d'arte, che si mette improvvisamente a disegnare o dipingere sotto l'impulso di una forza che sente estranea a sé. Le opere di questi specialissimi artisti si producono sovente in condizioni impossibili (al buio, con le tele rovesciate, in stato di trance, ecc.) e senza che l'autore partecipi alla loro creazione: egli assiste stupito a quanto la sua mano viene tracciando, non fa schemi, non corregge, non modifica. L'opera esce di getto, perfetta e rifinita. Il senso di possessione che il sensitivo sperimenta è tanto forte che per lo più egli non attribuisce l'opera a sà, ma a forze esterne, di cui sente di essere lo strumento. Questo libro, unico nel suo genere, presenta una trentina di artisti medianici di tutto il mondo e offre per la prima volta una descrizione e un inquadramento sistematico di questo affascinante fenomeno. Come giustamente ha scritto il critico d'arte Franco Miele nella sua prefazione, "la critica d'arte che non voglia chiudersi in arbitrari isolamenti non può fare a meno dell'ossigeno di altre discipline e non può quindi ignorare quelle che sono le scoperte della parapsicologia". Questi artisti, che trascrivono la propria intuizione senza elaborarla, che ignorano, quando cominciano a lavorare, che cosa faranno e come lo faranno, le cui opere spesso presentano contenuti paranormali (telepatici, chiaroveggenti, precognitivi), hanno veramente qualcosa di nuovo da dire sia al critico d'arte che al parapsicologo e allo psicologo.

Bambini che ricordano altre vite

Una ricerca sistematica e approfondita su dodici tipici casi di bambini che affermano di ricordare vite precedenti. A questi sono aggiunti numerosi altri casi che illustrano particolari aspetti della reincarnazione. L’Autore, inoltre, fornisce un’ampia analisi delle più comuni convinzioni che negano la reincarnazione e ne dimostra l’infondatezza, sfatando anche numerosi pregiudizi sull’argomento. Si tratta di un’opera adatta sia al lettore comune, sia agli studiosi della materia, che include casi relativi a popoli e paesi orientali e occidentali, americani ed europei, in modo da coprire diverse culture e civiltà. Inoltre, Stevenson sottolinea alcuni aspetti che in numerosi casi di reincarnazione comprendono fenomeni paranormali quali apparizioni, impressioni telepatiche, sogni telepatici e simili, studiati dalla parapsicologia in questo ultimo secolo.

Che cosa ci attende dopo la morte?

Il capolavoro del successore di Allan Kardec
Che cosa succede alla morte?

In che modo lo spirito si stacca dalla sua prigione di carne?
Quali impressioni lo attendono in quel temuto istante?

La dottrina spiritista o spiritismo è una dottrina filosofico-scientifica, derivante dagli insegnamenti degli spiriti, secondo la quale gli spiriti non sono altro che le anime disincarnate degli uomini.
È una dottrina, quindi, che apre prospettive di vita e rivela forme d’esistenza là dove la vita si credeva finita per sempre, che sviluppa un concezione del mondo tale da risvegliare nel cuore dell’uomo una fede nell’avvenire più ferma, più illuminata e un sentimento d’amore per i suoi simili, capaci di trasformare completamente la società.
Denis presenta in questo libro – considerato il suo capolavoro – le prove per cui la vita non può essere un’ironia del destino, né il risultato di un caso, ma la conseguenza di una legge giusta ed equanime. Apre perciò a prospettive radiose per l’avvenire, fornendo un movente e uno scopo più nobile per le nostre azioni e ci insegna a non tremare di fronte alla morte.

Ciao papi...

Dialoghi con l’altra dimensione
Il libro racconta con toni commossi e delicati il dialogo riannodatosi tra un padre e una figlia che si è tolta la vita all’età di 22 anni, ma che ha deciso, attraverso due medium, di aiutare i propri familiari a superare il dolore indicibile per la sua dipartita. Una trascrizione fedele di fatti e parole che testimonia, ancora una volta, che la «morte» è solo apparenza, perché la vita continua in un’altra dimensione con la medesima intensità e i medesimi affetti. La storia di questa comunicazione tra padre e figlia è un inno alla vita, che deve continuare, nonostante tutto, un messaggio di speranza e di fede per chiunque abbia bisogno di ridare un senso alla propria esistenza, nella disperazione di aver perso una persona cara, specialmente un figlio. Dice Claudio Maneri: «Spero che leggendo queste pagine, riflettendo sui messaggi d’amore che mia figlia mi ha voluto trasmettere, ognuno possa riconoscere in quelle parole, sussurratemi grazie all’aiuto di persone in grado di abbattere questa sottile barriera che ci separa dall’altro mondo, le parole dei propri congiunti scomparsi prematuramente, e capire che la nostra disperazione non è giustificata e costituisce un ostacolo per la vita presente...».

Colloqui con A.

Terza Edizione. Il contenuto di questo libro rappresenta l’ulteriore sviluppo di un discorso iniziato con “Rapporto dalla Dimensione X” e proseguito con “Dialoghi con la Dimensione X”, passando anche attraverso l’opera monografica “Il Cristo vero”, provenienti tutti dalla stessa fonte. Esso ha tuttavia in sé una sua completezza, che offre il senso totale di un “pensiero”, che potrebbe essere definito “rivoluzionario” in senso etico, sociale e spirituale. Problemi quali quelli del vero essere dell’io e del suo futuro oltre la morte vengono affrontati e risolti con grande forza logica, elevatezza di contenuti e con estrema coerenza di pensiero, tali da non far dubitare circa l’origine e l’autenticità delle comunicazioni stesse. L’opera è divisa in tre parti: la prima dedicata ai “Problemi Umani”, la seconda sospesa “Tra Umanità e Spiritualità”; la terza che affronta il tema “Oltre la Morte”. Tra gli argomenti trattati nella prima parte, di grande interesse sono certamente: Esperienza e distacco; Capitalismo e socialismo; Critica alla filosofia attuale; L’errore della scienza; la solitudine umana; Lo Spirito come Legge; Mente e cervello; Le droghe; Il coraggio di cambiare; Karma e vite difficili. Nella seconda parte: Il trauma della morte; Il problema “morale” e psicologico della morte; Aiuti dal mondo spirituale?; L’evocazione per aiuto. Nella terza parte, infine: Necessità dell’esperienza della “materialità"; il problema del “linguaggio” degli spiriti; Caratteri dell’”ambiente” spirituale"; Il dualismo tra “io umano” e “spirito”; L’inizio della vita cosciente dello spirito; Infinità dei “sistemi evolutivi”; Itinerari evolutivi paralleli; Logica umana e logica universale.

Colloqui con le anime

Un libro nato dall’incontro di uno studioso e ricercatore, Silvio Ravaldini, e di una sensitiva, Letizia Dotti. Spinti dallo Spirito Guida della medium, che li aveva informati che avrebbero dovuto operare insieme per attuare un “progetto” elaborato a suo tempo dal mondo dello spirito, hanno creato un circolo medianico, il Circolo Arcobaleno, in maniera da poter fare assistere alle sedute più persone. Il testo riporta quindi colloqui con familiari e amici defunti, con Spiriti Guida, ma anche con personaggi più o meno noti scomparsi dalla faccia della Terra nelle epoche più disparate: la Dotti è in grado di ricevere messaggi in qualunque lingua del mondo e di tradurli simultaneamente in italiano: una trasmissione, cioè, che si potrebbe definire da anima ad anima. È questa l’eccezionalità del fenomeno che produce. Nella storia della medianità, per quanto si possa constatare dalla letteratura esistente, questa medium è veramente unica: è un soggetto rarissimo, perché ha la capacità di rapportarsi con un’altra dimensione di esistenza, cioè le sue facoltà le permettono di aprire un canale di trasmissione, coadiuvata dal mondo dello spirito, avendo colloqui con le anime, qualunque lingua avessero parlato durante la loro vita terrena.

Come nasce l'anima

Tutti gli essere umani, qualsiasi sia la loro origine etnica o sociale, hanno in comune l'esperienza della nascita e del periodo prenatale. Il periodo prenatale segna non solo l'inizio della vita biologica: in questo periodo nasce anche l'anima. Nel presente libro il medico e psicoanalista Ludwig Janus descrive per la prima volta dettagliatamente il modo in cui la vita prenatale e la nascita si ripercuotono sulla psiche del bambino, dell'adolescente e dell'adulto. Attraverso suggestivi resoconti di pazienti ci mostra come determinati metodi terapeutici consentano di rivivere le cosiddette esperienze primarie, ossia le esperienze del periodo prenatale e della nascita. Sulla base di lavori scientifici l'autore ci dimostra l'origine prenatale e perinatale di numerosi disturbi psicosomatici, nevrotici e psicotici. Con esempi della sua pratica clinica ci illustra come il metodo della terapia primaria consenta la diagnosi e la cura di tali disturbi apparentemente inspiegabili. La ricchezza e la particolarità del libro emergono chiaramente nella parte finale, in cui Janus - attraverso una rilettura originale di miti, favole, opere d'arte figurativa (Rembrandt e Dalì) e letteraria (Goethe e Beckett) nonché di film (E.T.) e fumetti (Nembo Kid) - interpreta in chiave simbolicamente prenatale e perinatale la religione, l'arte e la società. "Un libro brillante, di ampio respiro in cui l'autore ci offre una vasta panoramica degli eventi che caratterizzano l'inizio della vita dell'essere umano e ne analizza l'influenza sulla personalità dell'adulto, sulla cultura e sulla società. Una lettura affascinante, stimolante e utile" (Thomas Verny, autore di Das Seelenleben des Ungeborenen)

Comunicare con l'invisibile

"Dopo l'improvvisa scomparsa di mio marito" scrive Clémence Amiel, "piombai in un tale stato di disperazione da comprendere che non avrei mai potuto continuare a vivere senza la certezza che la vita prosegue oltre la morte. O mio marito mi aspettava in un altro mondo - e io dovevo far appello a tutto il mio coraggio e accettare la nostra momentanea separazione - oppure il suo essere era stato annientato e in questo caso nulla aveva più senso e non mi restava che morire anch'io".
La risposta fu più chiara di quanto Clémence sperasse. Una medium a lei sconosciuta le trasmise un messaggio di suo marito. "Sono vivo e sono felice". Ormai certa dell'esistenza di una vita oltre la morte Clémence cercò a sua volta di comunicare con l'Aldilà. Ma come riuscirci? Questo libro racconta tale ricerca e l'apprendistato compiuto. Persuasa che ognuno di noi possa vivere una simile esperienza, Clémence Amiel suggerisce una serie di utilissimi esercizi per sviluppare i sensi interiori e affinare le proprie facoltà latenti: un metodo semplice ed efficace per diventare medium ed entrare in contatto con il mondo invisibile.

Con amore, per amore

Nella Bonora, che è stata una nota attrice di teatro e della radio, fin dagli anni '50 ha partecipato alle sedute del Cerchio Firenze 77 e si è volenterosamente prodigata nella trascrizione di tutte le sedute da allora svolte, ha voluto in tal modo mostrare la sua riconoscenza ai Maestri che l'avevano - per così dire - "salvata" dai suoi fermi propositi di togliersi la vita; vita che è poi invece proseguita immersa nell'amore e inondata dalla luce dei Maestri. Ella ha quindi adempiuto - con amore e per amore - ad un compito che ha ritenuto utile ed importante al fine di poter aiutare molte altre persone che, come lei, avevano ed hanno "vitale necessità" di quell'insegnamento. Il libro raccoglie un diario della sua vita, laddove alle sue vicende personali si intrecciano e a volta si sovrappongono gli avvenimenti del Cerchio, della cui attività queste pagine rappresentano quasi una cronca "vissuta dall'interno". Di grande interesse, dunque, leggere come i Maestri, quando era loro possibile, aiutassero o consigliassero, suggerissero con amore, e come nello stesso tempo collaborassero direttamente alla stesura dei libri. Nella Bonora parla a lungo anche di Roberto Setti e di numerosi altri personaggi di qualche rilievo nell'ambito della vita del Cerchio. Il volume è completato da un epistolario tra Nella Bonora e Màlgari Porrino, la cui lettura riuscirà per tutti utile e interessante. A viatico di queste pagine, il Maestro Dali volle dettare le seguenti parole: "Cara figlia Nella, tu hai voluto raccontare agli altri l'unione miracolosa che c'è stata e c'è tuttora fra te e noi. È una testimonianza di amore che tu hai per gli altri, perché narrando i fatti tu speri che ciò sia utile ad altre creature. È l'augurio che noi tutti ti facciamo, perché è l'aspirazione più bella che una creatura umana può avere: far sì che la propria vita non sia fonte di bene solo per se stessa, ma lo sia anche per coloro che l'hanno incontrata...".

Conosci te stesso?

Questo libro, che nasce – come i precedenti – attingendo al materiale in parte ancora inedito del Cerchio Firenze, rappresenta un vero e proprio manuale pratico per la conoscenza di se stessi, del proprio intimo, delle vere motivazioni che ispirano e condizionano le nostre scelte e le nostre azioni (e quindi spesso anche il nostro non-agire); in una parola, delle intenzioni che stanno alla base dei nostri comportamenti. Il segreto è tutto qui: non si tratta di un invito ad una conoscenza esteriore o superficiale di se stessi, ma di una guida sicura che accompagna il lettore alla scoperta dei segreti del suo mondo interiore. Infatti, come insegnano i Maestri, l'unico modo per superare i propri limiti è rendersi consapevoli di essi; ed è un principio ormai acquisito che se non viene superata individualmente una concezione egoistica della vita, nessuno problema che affligge l'umanità potrà essere durevolmente risolto. Ecco, quindi, che un manuale che si propone di condurre alla vera conoscenza di sé diventa, per inevitabile effetto e logica conseguenza, un libro che può avere il potere di rendere migliore il mondo in cui viviamo.

Contatti dopo la morte

Il libro Contatti Dopo La Mortedi Evelyn Elsaesser tratta il delicato fenomeno paranormale degli incontri spontanei con i defunti. Vi è mai accaduto di avvertire la presenza di un vostro caro scomparso? Di sentire il suo abbraccio che vi cinge la vita? O di comunicare con lui nel sonno?A qualcuno di noi è capitato, ma sicuramente tutti hanno sentito raccontare di persone che hanno percepito la presenza di un caro defunto, l’hanno udito o addirittura l’hanno visto. Si tratta dei cosiddetti “vissuti soggettivi di contatto con un defunto”, o VSCD.

Come si manifestano i nostri defunti: l'Autrice analizza la vita dopo la vita, l'affascinante evento spontaneo dei messaggi che ci mandano i defunti – fenomeno frequente ma paradossalmente poco conosciuto – e dà la parola alle numerose persone che hanno avuto la gioia di un ultimo contatto spontaneo e diretto con un loro caro scomparso. I segnali che un defunto è con noi possono essere molteplici: i VSCD si manifestano in innumerevoli forme e situazioni. Tali segni dall'aldilà rasserenano e confortano chi è in lutto, suggeriscono che i nostri cari defunti sono sopravvissuti alla morte del corpo fisico e che rimane comunque una connessione oltre la morte.Un intero capitolo è dedicato a un tipo particolare di vscd, le visioni dei cari defunti venuti “per accompagnare nell’aldilà” il congiunto che sta per morire. Tale vicinanza fa subito svanire in lui la paura. Le testimonianze di questo tipo vengono raccolte da infermiere, medici e personale sanitario che se ne guardano bene dal confonderle con semplici allucinazioni.

Esiste quindi la prospettiva di un legame relazionale continuo che si manifesterebbe, in via eccezionale, puntuale anche se breve, nel corso di queste intense esperienze. I nostri cari defunti sono vicini a noi.Grazie a unindagine rigorosa e per molti versi sorprendente – corroborata dalle illustri opinioni di scienziati di fama – l’autrice ipotizza l’esistenza di un rapporto dinamico ed evolutivo tra i vivi e quelli che hanno oltrepassato la soglia.

Un libro scritto con rigore scientifico ma di gradevole lettura che permette di riconoscere la vita oltre la morte come ipotesi razionale. L'Autrice viene annoverata tra i maggiori esperti mondiali di esperienze legate alla morte. Nella sue analisi offre le chiavi per comprendere meglio i decessi e integrarli nell'elaborazione del lutto grazie alle testimonianze raccolte e ai pareri degli scienziati interpellati. La presente originale opera ha il grande merito di collocare gli incontri spontanei con i defunti in un contesto più ampio di esperienze riguardanti la morte – che comprende esperienze di morte imminente e comunicazioni dei defunti tramite i medium – e nel confrontarne la modalità espressiva e il messaggio. Frutto di un lavoro di ampio respiro, è senza dubbio l'opera più documentata attualmente esistente.

Indice

  • Prefazione di Stéphane Allix
  • Introduzione
  • Capitolo 1 - Presentazione dei Vissuti Soggettivi di Contatto con un Defunto (VSCD)
  • Capitolo 2 - Altre Informazioni sui Vissuti Soggettivi di Contatto con i Defunti
  • Capitolo 3 - Impatto dei Vissuti Soggettivi di Contatto con Defunti
  • Capitolo 4 - Le visioni al momento del decesso: un VSCD particolare
  • Capitolo 5 - Conseguenze dei VSCD nell'elaborazione del lutto
  • Capitolo 6 - Riflessione sulla dimensione sociale del lutto e della morte in Occidente e nel resto del mondo
  • Capitolo 7 - Autenticità dei VSCD - Vissuti Soggettivi di Contatto con un Defunto
  • Conclusione

Dai mondi invisibili

Il Cerchio Firenze 77 da circa trent'anni, attraverso un medium straordinario, è partecipe di manifestazioni di eccezionale interesse. Infatti, nel corso delle loro sedute si manifestano entità elevate, le quali danno luogo a comunicazioni profonde ed importanti sui problemi esistenziali e conoscitivi del genere umano. Inoltre, si verificano vari fenomeni, dei quali il più notevole è certamente quello degli apporti, alcuni dei quali avvengono anche a luce accesa: scaturendo dal nulla, si materializzano oggetti (anelli, spille, medaglie, monete, orologi, chiavi e simili) e spesso anche fiori, rami e vegetali. Gli apporti, dei quali nel volume sono riprodotte numerose fotografie a colori, sono di solito doni per i singoli partecipanti alle sedute, e conservano la stessa consistenza e realtà di tutti gli altri oggetti che vengono normalmente considerati "reali". Tra gli altri fenomeni sono da segnalare i profumi, che accompagnano le diverse entità, l'apparizione di luci e globi luminosi, anche colorati, e l'apparizione delle stesse entità, spesso luminose, le quali possono essere viste e "toccate" dai presenti. Tutta la vasta gamma degli effetti medianici è dunque presente nel "Cerchio", che per circa trent'anni ha lavorato in silenzio. Solo oggi, per consiglio delle "guide", si è finalmente deciso a raccogliere in questo libro una sintesi delle esperienze, delle comunicazioni e degli insegnamenti ricevuti in tanti anni. E pertanto un'opera di grande importanza, soprattutto per coloro i quali non credono nell'aldilà.

Dal visibile all'invisibile

Che cosa succede nel momento della morte? E dopo la morte? Dall'aldilà possono venire parole, spiegazioni, conferme. Sappiamo così che dopo la morte fisica


Che cosa succede nel momento della morte? E dopo la morte? Dall'aldilà possono venire parole, spiegazioni, conferme. Sappiamo così che dopo la morte fisica, nella dimensione spirituale la vita continua; ma la comprensione di ciò non va oltre le parole, i concetti che esse esprimono: vi è comunicazione, ma non comunione. Solo quando la «vita vera» bussa alla porta non si ha più bisogno di parole: è uno sciogliersi nella sorgente dell'essere, il ritorno alla creazione, la scoperta del proprio vero sé. Roberto Buscaioli, in seguito alla tragica perdita del figlio Andrea, ha avuto modo, come medium e come padre in preda al dolore, di avvicinarsi più di altri a tale sorgente e con l'acqua che ne attinge cerca di dissetare anche altri. Spinto dalla sofferenza e dalla sua straordinaria medianità, Buscaioli ha formato il gruppo spiritualista denominato Cenacolo 71. Dalle eccezionali esperienze, comunicazioni e fenomeni avvenuti nel suo ambito ha tratto questo volume: un libro che ha lo scopo di raccontare avvenimenti autentici e meravigliosi, levitazioni, messaggi e apporti, per aprire a tutti le porte della coscienza e dell'amore.

Dalla droga alla luce

Il 15 ottobre 1985, Enrico Sartori, di 25 anni, moriva per overdose accanto alla sua utilitaria, a Padova. Impiegato di banca, sembrava aver superato l'incontro con la droga, grazie alla sua forza di volontà e ad alcune persone che l'avevano aiutato in questa dura battaglia. Ma proprio alla fine qualcosa non ha funzionato; e non sarà mai chiarito se Enrico si è iniettato l'ultima, fatale dose, di sua volontà o perché costretto a farlo. Del fatto si è ampiamente occupata la stampa locale, in maniera eccezionale per un fatto del genere. La più colpita da questa tragedia è stata la madre di Enrico, Edda, che gli era stata molto vicina nel suo dramma. In un diario personale, Enrico aveva raccolto pensieri e riflessioni, proponimenti e delusioni, piccole vittorie e brucianti sconfitte. La droga non da tregua e se allenta la sua morsa per qualche tempo, torna poi più violenta all'attacco. I diari di Enrico sono, a questo riguardo, emblematici: profondi e introspettivi, costituiscono una testimonianza precisa e impietosa della sua vicenda. Queste pagine ci aiutano a capire i drammi, i problemi e le difficoltà di molti ragazzi attratti da questo assurdo gioco dal quale è poi quasi impossibile tornare indietro. A conforto della madre, Enrico, dalla sua nuova dimensione esistenziale le ha in seguito dato molti segni della sua presenza e numerosi messaggi di grande valore spirituale, puntualmente raccolti in questo libro.

Dialoghi con l'angelo

A cura di Paola Giovetti . Nel 1943, alla vigilia del coinvolgimento dell'Ungheria nella guerra, quattro giovani amici – Hanna, Lili, Joseph e Gitta – decidono di trasferirsi da Budapest al piccolo villaggio di Budaliget per vivere una vita più semplice e più attenta all'essenziale. Un giorno, decidono di mettere per iscritto i propri problemi personali, e Gitta si rifugia dietro a delle banalità. Hanna dapprima se ne irrita, poi ha appena il tempo di dire: "Attenzione, non sono più io che parlo!", e pronuncia in piena coscienza parole che non possono venire da lei. Da quel giorno, per diciassette mesi, attraverso Hanna si manifesteranno energie di Luce, che i quattro amici chiameranno "Angeli" o "Maestri". Attraverso le loro parole si rivelerà, poco per volta, il senso di una nuova vita, una vita di integrazione e unione di tutti gli aspetti dell'Essere, una vita in cui il compito dell'uomo è superare la spaccatura tra spirito e materia e unire cielo e terra. Diciassette mesi che diventeranno sempre più drammatici: i tre fra loro che sono ebrei (Hanna, Joseph e Lili) finiranno la loro vita nei lager: l'incontro con gli Angeli li ha resi capaci di affrontare con coraggio il loro tragico destino. Gitta, che è cattolica, sopravviverà dopo aver tentato invano di salvare i suoi amici. Sedici anni più tardi riuscirà finalmente a emigrare in Francia portando con sé i piccoli quaderni dove, parola per parola, erano stati trascritti i dialoghi. Pubblicati originariamente in francese e poi in altre lingue europee (in inglese, francese e tedesco hanno venduto 900.000 copie), i Dialoghi appaiono per la prima volta in Italia in edizione integrale e, prossimamente, uscirà un film ispirato al libro.

Guarda il video "Chi parla nel libro Dialoghi con l'Angelo?"

Dialoghi con Seth

La storia documentata e gli straordinari messaggi cui ha dato origine, attraverso la medianità di Jane Roberts, una "personalità" definitasi Seth. Seth offre consigli chiari e profondi su come affrontare l'espansione della propria coscienza e lo sviluppo delle tecniche di meditazione e di ESP.

Dizionario del Cerchio Firenze 77

Questo libro realizzato in forma di «dizionario» è nato per trovare subito ciò che dicono i testi del Cerchio su tutti i temi dell’esistenza, da quelli quotidiani a quelli definitivi. L’insegnamento del Cerchio Firenze 77, infatti, è una griglia, un sistema di pensiero attraverso il quale tutte le vite di ogni individuo possono essere osservate nella loro matematica progressione evolutiva. L’opera è dedicata non soltanto a tutti coloro i quali già conoscono i libri del Cerchio, ma soprattutto ai tanti che avrebbero bisogno di un tale insegnamento. Infatti, sebbene strutturato in ordine alfabetico, il libro si presta anche ad una lettura continuata, grazie allo sviluppo monografico dato a moltissime voci, e ai frequenti rimandi ai lemmi collegati. Gli argomenti affrontati dai Maestri sono tali e tanti che questo dizionario si rivelerà prezioso per poterli facilmente ritrovare e rileggerne la trattazione fra le molte pagine degli otto volumi del Cerchio Firenze 77 in cui sono distribuiti. Ma ciò che rende ancor più utile questo libro è che anche solo dalla lettura delle frasi più incisive scelte a illustrare certe tematiche, il lettore può avere un’idea della profondità di pensiero e della insolita prospettiva che le spiegazioni aprono sull’orizzonte di chi si avventura nella ricerca di significati sui temi trattati.

Dizionario del Mistero

Una guida al variopinto mondo dei misteri nel quale l’uomo ha sempre creduto; un’introduzione ai lati più occulti e affascinanti della vicenda umana. Il mistero ha infatti accompagnato la storia dell’uomo fin dai tempi più antichi, e fenomeni quali apparizioni, contatti con l’aldilà, infestazioni, sogni veridici, profezie, interventi magici sono tramandati da sempre presso tutti i popoli. Esistono oggi società e istituti di ricerca e anche cattedre di parapsicologia per lo studio sistematico del misterioso potenziale umano. All’uomo moderno si aprono orizzonti nuovi e si prospetta una dilatazione di coscienza cui possono offrire un contributo di primo piano le tematiche di confine: ricerca parapsicologica, magia, esoterismo,  e le correnti di pensiero di matrice orientale, ufologia e astrologia, tanatologia (ovvero la ricerca sulla morte), psicologia transpersonale, medicina alternativa e i tanti movimenti di pensiero che preparano l’avvicinarsi del terzo millennio. Nel Dizionario del Mistero c’è tutto questo: illustrati nella maniera semplice e chiara propria all’autrice, vi si troveranno le antiche tradizioni magiche, occulte e iniziatiche, i più moderni risultati della ricerca parapsicologica, i termini di matrice orientale, le nuove discipline alternative, olistiche e “di frontiera”. Le spiegazioni di base sono integrate da una vasta scelta di esempi, vicende, fenomeni realmente vissuti, e accompagnate dalla presentazione dei più importanti protagonisti del mondo occulto. Il testo è ampiamente illustrato.

È ancora con te!

Manuale per chi piange una persona cara .
Prefazione di Laura Paradiso.
Un libro particolare, dedicato a tutti coloro che soffrono per la perdita di un caro congiunto e che servirà a lenire il loro dolore con la certezza che le persone amate non si allontanano mai completamente da noi. La morte non divide, se non sul piano fisico, ma l'amore unisce per sempre. Ed ecco che l'Autore, sulle basi delle sue esperienze e degli incontri e dialoghi avuto presso il Movimento della Speranza, fornisce consigli, indicazioni, suggerimenti, prove. In una raccolta di casi reali e in risposta alle domande più pressanti che chi rimane pone e si pone, egli spiega: - tutte le prove della "sua" sopravvivenza; - che cosa ha provato al momento del "passaggio"; - come superare la disperazione e non rattristarlo col nostro dolore; - tutti i consigli per contattarlo tramite il pensiero o la medianità; - preghiere e messaggi medianici; - le testimonianze di chi lo ha ritrovato. "Con questo libro prezioso", scrive nella sua Prefazine Laura Paradiso, "Federico Cellina, riuscirà veramente a fare del bene... Ritento questo 'manuale' un vero ed unico 'prontuario per sollevare l'anima, suscitare coraggio, rigenerare i sentimenti'".

Edgar Cayce e i cibi che guariscono

Scoprite le meraviglie che potete trovare nella dieta, i benefici che si verificano quando comprendete meglio il vostro corpo e come superare le difficoltà e gli ostacoli che si possono presentare su questo percorso.
Edgar Cayce ci ha donato un lascito di letture medianiche, due terzi delle quali trattano di malattie fisiche e di consigli su come rimettere il corpo in salute. Nei suoi suggerimenti sui modi per correggere queste condizioni, Cayce ci ha dato ampi ragguagli sulla dieta. Considerava certe combinazioni di cibi utili, altre dannose. Il tema ricorrente nelle sue letture è mantenete in equilibrio il corpo e le sue funzioni, spesso per mezzo della nutrizione.
Il dottor McGarey mette in relazione questo concetto con ciò che mangiamo per dare un significato più specifico al tipo di dieta che scegliamo di giorno in giorno. Il suo libro intende darvi una fonte di informazioni utile e pratica riguardo ad un’alimentazione costruttiva. In particolare è stato scritto per coloro che sono interessati a scoprire lo scopo della propria vita, a mantenere la salute e superare le malattie.
Apprenderete l’importanza di stress, attitudini, emozioni, credenze, abitudini, preghiera e meditazione e come influiscono sull’uso del cibo e sulla vostra salute in generale.
La dieta di cui avete bisogno per una salute perfetta è unica tanto quanto lo siete voi. Questo libro vi mostra come cercare in modo creativo la dieta più adatta a voi.

con oltre 80 ricette!

Edgar Cayce la mia vita di veggente

Per oltre 75 anni, le profezie e i responsi di Edgar Cayce - il «Profeta dormiente» - hanno ispirato milioni di persone in tutto il mondo e sono stati l'argomento di centinaia di libri. A più di 50 anni dalla morte il Veggente è ancora considerato il padre del movimento per la Nuova Coscienza e il più straordinario sensitivo del ventesimo secolo. Le sue intuizioni sul viaggio dell'anima, le vite passate, i sogni, le antiche civiltà e l'astrologia, vengono ancora oggi attentamente studiate e seguite dai praticanti in tali campi. Scoperte soltanto di recente, queste memorie inedite consegnano al mondo l'importante messaggio di Cayce in un momento estremamente cruciale: l'inizio di un nuovo millennio. In questa personale e toccante storia, i lettori conosceranno l'atteggiamento di Cayce di fronte ai suoi sorprendenti poteri. Egli ci parla dell'angelica presenza che visitò la sua casa d'infanzia nel Kentucky, rivelandogli che avrebbe guarito milioni di persone. Verremo anche a sapere della strana capacità - manifestatasi da bambino - di imparare le lezioni scolastiche semplicemente dormendo sui libri; inoltre, della terribile paralisi alla gola che riuscì miracolosamente a superare e di come si rese definitivamente conto che i suoi poteri dovevano essere usati unicamente per aiutare e assistere la gente, invece che per profitti personali. Cayce ci offre persino uno scorcio «dietro le quinte» dei suoi molti responsi psichici. La combinazione di capacità e umiltà, passione e impegno, trasformarono il medium da emarginato sociale a guaritore psichico famoso in tutto il mondo. Per tutta la sua vita egli fu la voce cui le persone chiedevano consiglio su questioni diverse, come quelle riguardanti la salute e la guarigione, la filosofia e i problemi mondiali. Ora parla nuovamente di tali argomenti e per la prima volta consegna all'umanità il suo messaggio definitivo. La mia vita di veggente mette in luce le frustrazioni emotive, le motivazioni, i timori e le visioni del più importante spiritista del secolo.

Edgar Cayce medium e guaritore

Edgar Cayce, grande medium-guaritore dei nostri tempi, rimase tanto sconvolto dalla prima visione di una vita anteriore che ne respinse il significato. Ma le "letture" effettuate da questo grande chiaroveggente continuarono a mettere in luce esistente passate... esistenze che potevano spiegare i dilemmi ed i conflitti presenti dei soggetti. La documentazione esistente negli archivi di Cayce dimostra per quale ragione egli finì per accettare l'idea della reincarnazione. Cayce operava nella trance più completa, e solo al suo risveglio veniva a conoscenza di ciò che aveva comunicato. Nelle sue letture, avvenimenti, fatti, mali e infermità della vita presente sono spesso spiegati come conseguenza karmica di vite anteriori, e ciò rende rezionalmente valida la teoria della reincarnazione e giustifica anche alcune apparenti "ingiustizie" della vita. L'interpretazione delle scoperte di Cayce, effettuata da Gina Cerminara, è diventata un classico ormai dai due decenni. L'autrice esamina tutti i livelli dell'esperienza umana alla luce del karma e della reincarnazione, e prospetta prove convincenti del fatto che ogni anima vive non una volta sola, ma molte volte. Numerosi esempi pratici, e la straordinaria precisione con cui Cayce riusciva a prescrivere cure e ad associare la guarigione a persone che non aveva vista, rendono ancora più interessante il volume

Essere e divenire

Nei trentasette anni di medianità di Roberto Setti, al Cerchio Firenze 77 sono giunti messaggi e insegnamenti per migliaia di pagine, la maggior parte dei quali


Nei trentasette anni di medianità di Roberto Setti, al Cerchio Firenze 77 sono giunti messaggi e insegnamenti per migliaia di pagine, la maggior parte dei quali sono contenuti nei volumi finora pubblicati. Molti dei brani raccolti in questo libro sono inediti; alcuni - importanti - sono stati ripetuti per dare una visione più completa della fonte dalla quale provengono e non limitata dell'insegnamento. Dali era la guida del Cerchio che coordinava gli interventi delle entità e in qualche modo anche l'attività del Cerchio stesso. Inoltre, interveniva frequentemente per chiarire i punti più complessi dell'insegnamento o per completarli. Il Fratello Orientale, che si manifestava parlando con una tipica cadenza indiana, ha espresso soprattutto un grande insegnamento etico, sottolineando continuamente l'illusorietà di quanto ci appare. Essere e divenire, nella espressione complementare di questi due maestri, divengono quel mosaico meraviglioso che è l'Assoluto, di cui il divenire è l'aspetto che appare ai nostri occhi e l'Essere l'immutabile fonte della quale partecipa il nostro sentire.

Filo diretto con il paradiso

Enrico: messaggi e prodigi, Dopo la pubblicazione del suo primo libro, Dalla droga alla luce, in cui racconta la vicenda del figlio Enrico, trapassato per overdose nel 1985, all'età di 25 anni, la storia di Edda Sartori e del suo rapporto con Enrico ha subito una evoluzione straordinaria. I messaggi e le numerose esperienze successive sono raccolti in questo libro; oltre al continuo dialogo personale, Enrico è stato intermediario di molti messaggi consolatori per altrettante mamme che piangevano i propri figli scomparsi. Ma Edda Sartori, dal grande amore di Enrico, ha avuto anche altri doni: apporti, visioni, voce diretta, trance, viaggi fuori del corpo, premonizioni, psicofonia e - fenomeno veramente unico - l'intervento diretto su immagini fotografiche, sia al momento in cui le foto vengono scattate dalla stessa Edda, sia in momenti successivi. Inoltre, sempre con l'aiuto di Enrico, Edda Sartori pratica anche la pranoterapia alleviando sofferenze fisiche e psichiche, talvolta fino alla guarigione completa. Ella considera questa facoltà un dono divino, del quale si ritiene un semplice strumento; afferma, infatti, che, avendo ricevuto molto, sente di dover donare molto, pur nei limiti delle sue capacità umane. Il libro è ricchissimo di episodi straordinari vissuti in prima persona da Edda Sartori, dai suoi familiari e da tante persone che hanno avuto l'occasione di "incontrare" Enrico, il quale dalle stesse entità è stato definito "messaggero di Luce", un "soldato dell'esercito di Cristo", una guida lungo la via tracciata dal disegno divino. 8 tavole fuori testo.

Frangi e i ragazzi della luce

Una vittoria sulla morte.

Presentazione di Paola Giovetti - Nota introduttiva di P. Ulderico Pasquale Magni

Questa è una storia di dolore, di amore, di speranza, di ricerca e di vittoria. Vittoria sulla morte. È una storia con infiniti personaggi che con la loro partecipazione, apportando ognuno la propria piccola tessera, hanno contribuito a formare uno splendido mosaico. È la storia di un figlio – Frangi – ritrovato attraverso una strada inconsueta. Perso per più di un anno nei meandri di un tunnel tenebroso nel quale era stato risucchiato dalla malattia che non perdona, ritrovato uguale e diverso: uguale negli affetti, nel carattere, nell’energia, diverso perché innalzato in una dimensione di conoscenza, di spiritualità, di potenza oltre l’umano. “Agnese Moneta ha già descritto nei primi libri la sua toccante vicenda terrena: la perdita del figlio Frangi e tutto quello che ne è conseguito, segni di una realtà superiore... Non solo: Agnese Moneta si è saputa mettere al servizio di tante altre persone, ha aiutato tutte le volte che le è stato possibile, ha restituito in abbondanza quello che ha ricevuto... È un libro, questo, in cui l’Autrice tira le somme a fa il bilancio della propria esistenza. I mille piccoli e grandi fatti della sua vita le appaiono come un mosaico che indica la finalità della sua esistenza stessa, consistente nel sapersi rendere intermediario tra chi ha e chi ha bisogno di ricevere, e nel cercare di capire il dolore e il suo significato. Oltre a presentare testimonianze umane e vicende inedite, il libro risulta anche un ulteriore, prezioso contributo alle tematiche che suggeriscono l’ipotesi della sopravvivenza” (dalla Prefazione di Paola Giovetti).

Girotondo nel cielo

Una vita nella medianità. Prefazione di Paola Giovetti . Nel suo primo libro, apparso in questa stessa collana, Laura Paradiso racconta se stessa: ricorda la sua vita nella medianità e tutte le vicende che l'hanno condotta a realizzare il suo dono particolare. In questa nuova opera, ella "racconta il cielo". Con il suo stile semplice e poetico, ricco di sfumature e di toni personali e particolari, comunica al lettore i risultati, la sintesi e la storia del suo modo di vedere il mondo dello spirito, dal momento che l'anima, che è intermediaria tra corpo e spirito, nasce da questo per fiorire nell'uomo. In maniera delicata, che mai vorrebbe sovrapporsi ai sentimenti e alle convinzioni dei lettori, ma soltanto ampliarli, ella propone il frutto di anni di esperienze, di studi e di ricerca interiore. I messaggi di cui è tramite sono la fonte alla quale attinge questi insegnamenti. Il suo scopo è infatti quello di proporre una visione della realtà spirituale che, nascendo dal Cielo, attraverso la natura e le esperienze dell'uomo è destinato a tornare al Cielo.

Gli animali hanno un'anima

Se per anima intendiamo la parte incorporea dell'essere, sede della sensibilità, del giudizio e della volontà, fonte dei pensieri, dei desideri e delle passioni, ebbene sì, gli animali hanno un'anima. Se per anima intediamo il coraggio, i sentimenti nobili, gli istinti generosi di un essere considerato dal punto di vista morale, ebbene sì, gli animali hanno un'anima. Se per anima intendiamo un'entità immanteriale, ma pur tuttavia sottile e sostanziale, che si separa dal corpo nel momento della morte; se per anima s'intende una copia conforma dell'essere, che riproduce fedelmente ciò che egli fu nella sua vita e che gli consente di continuare a vivere in un altro mondo, ebbene sì, gli animali hanno un'anima. L'Autore considera in quest'opera unicamente i vertebrati superiori, in particolare i mammiferi, che sono per la loro sensibilità e per i loro comportamenti i più vicini all'uomo. Per tutti i popoli dell'antichità, dagli Egiziani ai Greci, dai Persiani agli Indiani, fino all'antica Roma, il fatto che gli animali abbiano un'anima, era un principio scontato e acquisito. Gli stessi termini anima e animale hanno, etimologicamente, una radice comune; e il filosofo Anassagora affermava. "L'anima dell'uomo e quella degli animali, provenienti entrambe dall'Anima del Mondo, hanno ripreso la natura della loro sorgente, cioè sono di natura divina", mentre per Aristotele gli animali erano dotati di un'anima "sensitiva". Ma, indipendentemente dalle implicazioni filosofiche, l'Autore dimostra, soprattutto attraverso i numerosissimi esempi e traendola dai loro comportamenti, l'intelligenza e la sensibilità di questi esseri che sono appena un gradino al di sotto della specie umana e che comunque appartegono al miracolo unico della creazione divina. Il dossier che egli ci presenta non lascia più alcun dubbio: sì, gli animali hanno un'anima.

Gocce di saggezza

A qualche anno dalla scomparsa dall'illusorio mondo fisico del medium del Cerchio Firenze 77, Roberto Setti, sua sorella Luciana, che prosegue con instancabile impegno l'opera di divulgazione dell'insegnamento, ha raccolto in questo libro una parte della corrispondenza dello stesso Roberto con numerosi amici e lettori. Accadeva infatti che, in seguito alla pubblicazione dei libri o di articoli sul Cerchio, persone interessate scrivessero da ogni parte per avere chiarimenti o approfondimenti circa i contenuti delle opere e le lezioni dei Maestri. A molte di tali lettere rispondeva spesso personalmente lo stesso Roberto - non rivelando di essere il medium del Cerchio - dando ad ognuno risposte chiare ed esaurienti. Anche nelle sue lettere Roberto manifesta la sua personalità semplice e schiva, ma la luce della saggezza illumina così spesso e così intensamente ciò che egli scrive, che talvolta si direbbe siano gli stessi Maestri del Cerchio ad ispirarlo. Lo stesso linguaggio usato per spiegare l'unica verità si adatta di volta in volta alla personalità, alle conoscenze, all'evoluzione e soprattutto alle reali necessità del momento dei destinatari. E ciò appare tanto più chiaramente oggi, che possiamo rileggere in prospettiva e meditare con serenità le lettere di Roberto in cui l'insegnamento viene rielaborato, semplificato e porto come un invisibile ma prezioso dono.

Guarigioni miracolose

William A. McGarey, come medico, ha avuto modo di studiare, alla luce della scienza medica, i veri e propri "miracoli" terapeutici operati da Edgar Cayce, il profeta in trance. Con dettagliate notizie sui trattamenti, le terapie e i risultati, egli riporta le "schede" personali di pazienti trattati con i metodi suggeriti da Cayce. Evidenzia ed espone le terapie alternative messe in atto per la più ampia gamma di malattie, dall'artrite alle malattie cardiache, dall'ulcera al cancro, dalle affezioni respiratorie al mal di testa e all'ipoglicemia. Per tutti i trattamenti si rivelano importanti l'esercizio fisico e una corretta alimentazione, ma anche la preghiera, la meditazione e il pensiero positivo. Solo tali condizioni di vita, infatti, assicurano serenità e salute, elevando anche la coscienza spirituale.

Guida pratica alla comunicazione con gli spiriti

Porte su altri mondi. Sempre più persone si avvicinano allo spiritismo, tanto che oggi stiamo assistendo ad un vero e proprio risveglio d’interesse per le sedute spiritiche con trance medianica e per tutte le altre forme di medianità (scrittura automatica, channeling, «tavolino» e «bicchierino» o tabellone). Le percezioni extrasensoriali o ESP sono ormai state comprovate e, quindi, se persone in carne e ossa possono comunicare mentalmente fra loro perché non potrebbero farlo anche al di fuori del corpo fisico? Se è vero, come sostengono gli antichi insegnamenti, che lo spirito sopravvive dopo la morte del corpo, perché non dovremmo essere in grado di entrare in contatto con esso? Così sostiene l’Autore di questo libro e, giunti alla fine delle sue piacevoli pagine, i lettori non potranno fare a meno di trovarsi d’accordo con lui. Guida pratica alla comunicazione con gli spiriti è un testo per chiunque voglia entrare in contatto con l’Aldilà e anche per tutti coloro che desiderino soddisfare le proprie curiosità sull’argomento. Esplorare la natura del Corpo Spirituale, imparare a diventare medium, sperimentare di persona lo stato di trance, la chiaroveggenza, la psicometria, la levitazione, il tavolo «parlante», la scrittura automatica, la fotografia degli spiriti, la guarigione spirituale, la canalizzazione, i circoli di sviluppo medianico, essere abili anche ad evitare le «truffe spirituali», sono alcuni dei moltissimi argomenti affrontati con competenza da Raymond Buckland. Dotto e concreto, ricco di punti di vista storici (interessantissime le foto d’epoca di esperimenti medianici), di consigli seri, di avvertimenti importanti, di numerosi esercizi e tecniche, questo libro schiuderà a tutti le porte su altri mondi.

I messaggi della speranza

Storie di genitori che hanno perso i loro figli e li hanno ritrovati attraverso apporti, messaggi, sogni e comunicazioni.

I misteri di Atlantide

Nuova Edizione. Storia e leggenda, ricerche archeologiche e geologiche, conferme e rivelazioni di Edgar Cayce. Da quando Platone descrisse per primo il continente perduto di Atlantide, questo è stato oggetto di studi e di ricerche sia in campo letterario, sia in campo scientifico. Su questa misteriosa civiltà sono stati scritti moltissimi libri: alcuni nel tentativo di provarne la reale esistenza, altri con lo scopo di dimostrarne l’origine puramente fantastica. Lavorando su centinaia di letture psichiche di Edgar Cayce, gli Autori hanno ricostruito una storia dell’antica Atlantide. Essi hanno compiuto ampie ricerche in tutto il mondo – dalla Sfinge alle Bahamas – cercando le tracce di Atlantide, con l’aiuto delle registrazioni di Edgar Cayce. Ora, per la prima volta, le scoperte delle più recenti spedizioni vengono pubblicate in questo libro.

I mondi sottili

L'Aldilà e la Resurrezione immediata . La "resurrezione immediata", che l'Autore identifica con l'ascesa del corpo spirituale nei mondi sottili, è evidentemente incompatibile con la "resurrezione della carne" della fine dei tempi. Comunemente definita anche "sopravvivenza", la resurrezione immediata è un evento naturale e universale, confermato da testiomonianze che risalgono alla più remota antichità. Come risultato di un impegnativo lavoro svolto in oltre 150 anni, l'ipotesi della vita dopo la vita è ormai entrata a far parte dei fatti dimostrati. Per Jean Prieur non si tratta più di una semplice ipotesi. E' notevole il fatto che, soprattutto nella prima parte di questo secolo, medici e scienziati, tra i quali numerosi premi Nobel, abbiano approfondito il problema, studiato allo stesso tempo da grandi filosofi quali Henri Bergson e Gabriel Marcel. Provocati o spontanei, storici o attuali, i fenomeni psichici, prima o dopo la morte, sono numerosi e incontestabili. L'Autore ne esamina moltissimi, gran parte dei quali sperimentati da lui stesso, e di cui può quindi parlare con cognizione di causa. Avendo dedicato tutta la sua esistenza allo studio della vita oltre la vita, Jean Prieur è oggi considerato uno dei più autorevoli e noti esperti della materia.

I morti ci parlano

La realtà della sopravvivenza dopo la morte sta per diventare un fatto scientifico. L'opera di François Brune fornisce al grande pubblico tutti gli elementi di questa realtà ancora oggi oggetto di diffidenza e di sospetto. L'Autore fa il punto sulle principali scoperte scientifiche: registrazioni delle voci dei defunti su nastro magnetico, ricezione di immagini televisive dall'aldilà; grazie al "cronovisore", inoltre, torniamo indietro nel tempo per filmare le immagini del passato. Ma questo libro tenta anche di offrire un'autentica sintesi della vita nell'aldilà. Per la prima volta un sacerdote e un teologo, il padre François Brune, prende seriamente in considerazione l'insieme delle testimonianze raccolte fino ad oggi sulle comunicazioni con i trapassati. Queste testimonianze e questi testi, spesso sconosciuti, vengono messi in relazione con i testi mistici di varie tradizioni. La conclusione di questa minuziosa indagine è al tempo stesso fantastica e meravigliosa: l'eternità, lontano dall'essere una credenza superata, diviene ora una verità evidente. Un libro che sconvolge le moderne concezioni sulla morte.

I nostri figli ci parlano ancora

Introduzione di Paola Giovetti . Prefazione di Don Adriano Angelo Gennai .
Nel 1978 Gemma Cometti perdeva il figlio Davide, di 16 anni, il quale lasciava la sua giovane vita in una immersione subacquea nel mare di Taranto, insieme al suo amico Roberto. Dopo l'iniziale disperazione, la madre reagì al dolore conducendo una personale ricerca che potesse restituirle il contatto con quel figlio così prematuramente e drammaticamente perduto. Iniziò così il suo lungo e faticoso viaggio nell'invisibile che la portò a ritrovare Davide, dapprima attraverso la psicofonia, e in seguito attraverso la telescrittura. Stabilito questo ponte d'amore con il figlio lontano ma mai definitivamente perduto, il dialogo con lui è divenuto man mano più fluido e continuo, quasi ininterrotto. Esso è servito a dare un conforto e una spiegazione logica anche al papa di Davide, alla sorella Barbara e al fratello Marcello. Ma al di là della cerchia familiare, dei parenti e degli amici, Davide con il tempo è divenuto tramite e messaggero di decine di entità, in particolare giovani, desiderose di comunicare il proprio messaggio di amore e di speranza ai propri cari rimasti sulla Terra. «Noi siamo più vivi che mai!», essi dicono; «Noi siamo indicibilmente felici!». Con grande disponibilità, Gemma Cornetti si presta ormai da anni a questi contatti. Ella ritiene di dovere ora trasferire negli altri quello che ha appreso, cercando di trasmettere soprattutto la sua s'erenità e tutto il bene ricevuto dal cielo, trasformando questi messaggi in altrettanti semi, capaci di dare, germogliando, i loro frutti. È suo desiderio che questo libro non rappresenti soltanto una proposta o promessa di un contatto con l'Aldilà, ma un giusto e rigoroso mezzo di conoscenza, una esposizione di fatti e testimonianze sulla realtà della sopravvivenza da far conoscere a tutti. La prima parte di questa vicenda è esposta nel primo libro di Gemma Cornetti, I nostri figli (Hermes Edizioni)

I poteri psichici secondo Seth

Raccontando le proprie esperienze vissute, l'autrice dei libri di Seth, conosciuti in tutto il mondo, descrive: telepatia, sedute e sogni, premonitori, affascinanti esperienze e testimonianze che dimostrano la realtà della vita dopo la morte. Questo libro inoltre presenta Seth, l'essere "che non è di questo mondo" e ci parla attraverso Jane Roberts per "rendere i concetti lineari". Seth afferma: "Con questo dovreste aver compreso che percepite solo una piccola parte della realtà, che la vostra idea di realtà è creata e limitata dalle vostre percezioni. Scavando dentro voi stessi troverete... altre realtà". Ognuno di noi potrebbe predire il futuro, potrebbe parlare con un amico lontano senza usare il telefono ed agire conseguentemente senza sapere di avere ricevuto delle indicazioni. Ci potrebbe essere stata anticipata una sciagura e potremmo cambiare i nostri programmi senza esserne consapevoli. Potremmo incontrare parenti ed amici non più vivi nel senso da noi comunemente inteso. Potremmo ricevere una loro visita addirittura senza accorgerci della loro presenza. Potremmo fare una o tutte queste cose senza mai saperlo. Impossibile? Incredibile? Niente affatto. La parte cosciente della mente conosce solo ciò che noi permettiamo di conoscere. Tutto il resto viene nascosto nel subconscio. Accade spesso di perdere informazioni importanti solo per paura. In realtà non si dimentica niente. Le nostre capacità e potenzialità interiori sono più varie e potenti di quanto immaginiamo. Questo libro vuole metterci nelle condizioni di riconoscerle ed usarle nella vita quotidiana. Esso è stato scritto per chi prova interesse e curiosità nei confronti di questa facoltà, per chi ha sentito parlare e letto qualcosa dell'ESP, ovvero la percezione extrasensoriale, e si chiede quali metodi di comunicazione ancora sconosciuti ha dentro di sé. Con l'aiuto delle istruzioni ricevute da Seth, la potente personalità medianica che si esprime attraverso di lei, Jane Roberts fornisce tutte le nozioni e gli esercizi per scoprire e realizzare i poteri psichici di ognuno.

I Segni dello Spirito

Questo libro di Giorgio di SImone dilata un discorso già fatto in chiave quasi esclusivamente parapsicologica, cioè basata sul paranormale


Questo libro di Giorgio di SImone dilata un discorso già fatto in chiave quasi esclusivamente parapsicologica, cioè basata sul paranormale e, principalmente, sui più elevati insegnamenti che rarissime comunicazioni mediamene possono ogni tanto far giungere all'uomo. Questo più ampio discorso - pur non trascurando le tappe storiche delle grandi comunicazioni mediamene, rivisitate «ad hoc» - prende le mosse dall'Età mitica, seguendo quindi di secolo in secolo, con alcuni ben centrati esempi, il filo infuocato della Conoscenza di cui sono stati messaggeri i grandi spiriti vissuti sulla Terra: dagli antichi veggenti ai profeti, ai Fondatori di religioni, ai filosofi, fino ai Maestri della Quarta Via, quella cosiddetta «medianica»... Ispirati, pensatori, scienziati e poeti, che hanno espresso nella potenza della loro intuizione e del loro pensiero, la Presenza remota ma reale di una Conoscenza che fa di ogni essere umano un Dio in potenza. Il «Fuoco» dell'eroe greco Promèteo - a cui si riferisce il sottotitolo - è quello della Conoscenza: quella vera, profonda, del nostro essere immortale. Una Conoscenza che - nella leggenda mitologica - Promèteo carpisce agli Dei dell'Olimpo per donarla all'Uomo. La simbologia è questa, ma è anche la Realtà. La Conoscenza esiste in fondo ad ogni essere umano, anche se essa è in genere completamente sommersa dagli aspetti del mondo materiale e, soprattutto, oggi, dalla aberrante cultura dell'esteriorità.

I sogni

In questo libro Mark Thurston si spinge al di là della semplice interpretazione dei sogni, per offrire al lettore una guida affascinante e ricca di suggerimenti sul significato dei simboli, sulla corrispondenza tra sogni e vita quotidiana, e su come riuscire a ricordarli. L’Autore svela la saggezza misteriosa dei sogni, risorsa unica nel loro genere per aiutare l’uomo a prepararsi agli eventi futuri, a superare gli ostacoli e a crescere personalmente e spiritualmente. Una serie di esercizi pratici e un utilissimo dizionario sulla simbologia dei sogni di Edgar Cayce facilitano una migliore comprensione e una più vasta interpretazione dei sogni.

Il cammino della speranza

Segni e messaggi dall'altra dimensione. I "messaggi della speranza" continuano, per crescere dentro e compiere nuove conquiste spirituali


Segni e messaggi dall'altra dimensione. I "messaggi della speranza" continuano, per crescere dentro e compiere nuove conquiste spirituali. Questo libro, che rappresenta la logica continuazione de I messaggi della speranza della stessa Autrice, un testo che ha dato autentico conforto a tante persone disperate per la perdita di un figlio, presenta un'ampia casistica italiana e straniera sul tema dei contatti tra la dimensione terrena e quella spirituale, e sviluppa un discorso di ricerca interiore. Dopo aver ricevuto i «segni», dopo aver avuto le prove che la vita non si conclude con la morte fìsica, ma continua ad altri livelli di esistenza, è opportuno infatti andare oltre, crescere dentro, seguire il cammino dell'evoluzione personale, compiere conquiste spirituali. Il cammino della speranza indica quali vie seguire per mettersi su questa strada, l'unica possibile per dare all'esistenza quel significato che a volte, specie nei momenti più dolorosi, potrebbe sembrare perduto.

Il Cristo vero

Settima Edizione.
Giorgio Di Simone in quest’opera propone alla meditazione del pubblico più attento una serie di interventi della “Entità A” – con premesse, commenti e inquadramento generale critico dell’Autore – sull’antico e sempre nuovo tema della figura di Cristo e del “lavoro” che egli ha svolto in Terra. Un grande tema, sempre ricchissimo di nuovi spunti, anche se da sempre avvolto da luci e ombre, soprattutto circa la genuinità del verbo evangelico. In questo senso – cioè di rettifica di fatti storici e spirituali deformati da errori e dal peso di interessi più temporali che spirituali – il libro appare come un macigno scagliato nel tranquillo ma falso stagno dell’interpretazione religiosa tradizionale e della parabola cristica, da errori anche grossolani e da deliberate manipolazioni dei fatti originali. Il senso profondo del libro si riallaccia quindi ad una Fonte che, al di là dei consunti schematismi umani e dei miti, esplicita una serie di chiarimenti reali, attraverso i quali l’idea di Gesù il Cristo viene rafforzata nella prospettiva della sua grandiosa umanità e del primario ruolo spirituale che egli ha svolto per i suoi simili. Nella quarta Sezione del libro il discorso prosegue, indicando ad ogni individuo una più ampia, realistica presa di coscienza dei rapporti tra Dio e Umanità, con una dialettica che non concede nulla al sentimentalismo acritico, ma dalla quale – per converso – si sviluppa una concezione di Dio che, oltre ad ogni puerile antropomorfismo, svela di riflesso una più precisa nozione della grandezza dello spirito che vive in ogni uomo.

Il fenomeno medianico del Cerchio Firenze 77

Loreno Landi, che assistette per quasi venticinque anni alle sedute del Cerchio Firenze 77, in questo libro postumo rende partecipi i lettori delle considerazioni che egli fece


Loreno Landi, che assistette per quasi venticinque anni alle sedute del Cerchio Firenze 77, in questo libro postumo rende partecipi i lettori delle considerazioni che egli fece sui vari aspetti di quest’esperienza, riflettendo soprattutto sull’aspetto fenomenico. Il suo intento è quello di dimostrare che anche i più assidui partecipanti alle sedute non erano degli sprovveduti che accettavano tutto con fanatismo acritico, ma si ponevano costantemente domande sui fatti strabilianti e singolari che capitavano loro durante tali riunioni e che inducevano tutti a riflettere sul loro significato e sulla loro origine. Dal suo scritto traspare una grande libertà da ogni ortodossia nel tentativo di cercare di capire i meccanismi di una medianità che diede una svolta significativa alla sua vita.

Il Grande Viaggio alla Ricerca di Dio

Questo nuovo testo di Giorgio di Simone è costituito da un ampio e profondo flusso di informazioni e insegnamenti che è la continuazione ideale di ciò che l’Autore ha sviluppato nel precedente volume, L’anticamera di Dio. Proseguono, quindi, i “contatti” con il “Piano spirituale” - che a ragion veduta potrebbe essere definito “Piano dell’immortalità” - dopo il rovesciamento del rapporto di comunicazione tra la realtà umana e quella trascendente che, come i lettori del precedente libro ricorderanno, è divenuto “bi-direzionale”, sempre grazie al potente channeling della sig.ra Véronique Vavon di Montréal. Dal Gruppo spirituale che comunica dall’altra dimensione, e che si è formato grazie all’attivo e volenteroso impegno di una personalità spirituale indicata col nome di “Thierry”, sono giunte moltissime domande e richieste di “spiegazioni” sui temi-base dell’essere e della sua coscienza. Tutto questo, mentre “normalmente” gli insegnamenti metafisico-spirituali, sono giunti e giungono grazie alla “missione” di pochissimi Maestri spirituali. Ne è venuta fuori un’ulteriore raccolta di insegnamenti bi-direzionali che contribuiscono ancor di più a far conoscere in maniera esatta, realistica e ampia ciò che “normalmente” accade dopo il più o meno drammatico superamento del fenomeno “morte” del nostro corpo biologico.

Il libro degli spiriti

LIBRO DEGLI SPIRITI, Allan Kardec

Il Libro degli Spiriti è il primo testo pubblicato sullo spiritismo; è il monumentale testo-chiave della corrente filosofica sistematizzata da Hippolyte Leon Denizard Rivail, al secolo Allan Kardec. In questa opera il codificatore dello spiritismo ha raccolto e coordinato la dottrina spiritica quale a lui e ad altri medium fu dettata dagli stessi spiriti. Il libro contiene oltre 1000 domande e 1000 risposte sulla vita degli spiriti incarnati e disincarnati, un metodo, questo, che lascia intravedere la lunga esperienza di Kardec come pedagogo ed educatore.

A ogni possibile interrogativo le entità rispondono con chiarezza, enunciando i principi della dottrina spiritica sull'immortalità dell'anima, la natura degli spiriti e i loro rapporti con gli uomini, la vita presente, la vita futura e l'avvenire dell'umanità. Contiene una speciale tabella per comunicare con gli spiriti.

Il libro dei medium

LIBRO DEI MEDIUM, Allan Kardec

Guida dei medium e degli evocatori: medianità come riconoscerla ed esercizi per svilupparla

Dopo aver esposto nel "Libro degli Spiriti" la parte filosofica della dottrina spiritica, nel Il Libro dei Medium Allan Kardec ne enuncia la parte pratica. Il suo sottotitolo è infatti: Guida dei Medium e degli evocatori, contenente l’insegnamento speciale degli spiriti su tutti i generi di manifestazioni, i mezzi di comunicazione con il mondo invisibile, lo sviluppo della medianità, le difficoltà che si possono incontrare nella pratica dello spiritismo.

Il libro si rivolge ai medium ma anche a tutti coloro che si interessano di spiritismo, poiché tutti posseggono qualità medianiche, e in quest’opera è indicato come riconoscere la medianità e gli esercizi di medianità per svilupparla.

Il libro dell'aldilà

Dopo anni di ardente materialismo, di successi letterari legati all’invenzione del detective per antonomasia, che risolveva complicati casi basandosi sull’osservazione fredda e oggettiva della realtà, Arthur Conan Doyle, verso la fine dell’Ottocento, venne folgorato dallo spiritismo e si fece strada in lui la certezza della sopravvivenza dopo la morte, una convinzione che sostenne fino alla fine dei suoi giorni tenendo conferenze in tutto il mondo.

Ovviamente, la scomparsa dell’inventore di Sherlock Holmes, avvenuta nel 1930, fu soltanto l’epilogo della sua esistenza terrena perché, appena un anno dopo, dettò medianicamente a Grace Cooke questo libro con il preciso scopo di correggere alcune teorie e credenze spiritiche che aveva attivamente propagato in vita e che nell’aldilà aveva potuto riesaminare, alla luce della sua esperienza personale.

Il libro di François

A François venne affidato nel 1980, dalle guide del Cerchio Firenze 77, il compito di eseguire un riepilogo accelerato dell'insegnamento, integrato da chiarimenti e ampliamenti derivanti dalle domande dei presenti. Ecco come egli stesso spiegò il suo lavoro nell'ambito del Cerchio: "Voi mi fate, a volte, delle domande che io stesso non mi sono mai fatto prima e trovo immediatamente la risposta, chiara limpida lampante - suggerita, intuita, non so come. Anche per cose che riguardano, ad esempio, scoperte della vostra scienza che io assolutamente non ho conosciuto nella mia ultima incarnazione. Come questo possa avvenire io non lo so. Credo che sia ad opera dei maestri. Penso che sia una forma di intuizione che loro mi danno affinché io possa rispondere." Questo volume può pertanto rappresentare un necessario completamento ai contenuti dei libri del Cerchio Firenze 77, con ampliamenti particolari degli insegnamenti di Kempis. Nella prima parte del testo il curatore ha scelto e raccolto le "ricette" per vivere meglio, più serenamente, più consapevoli di ciò che siamo e di ciò che accade intorno a noi; e anche qualche indicazione su ciò che ci attende non appena lasciato questo mondo. Nella seconda parte "si incontra la sapienza in veste di semplicità"; tuttavia questa parte richiede una diversa attenzione ed una maggiore disponibilità ad accogliere in sé il nuovo. Un'appendice finale riporta per esteso le nove interviste che Pietro Cimatti, nella sua trasmissione "La telefonata" (RaiUno) fece a François presentandolo come un amico medico, nonché maestro in occultismo, ben guardandosi dal chiarire che si trattava di una entità, mentre dall'altra parte del filo rispondeva l'indimenticabile medium del Cerchio Firenze, Roberto Setti, naturalmente in trance. Un avvenimento unico, seguito da milioni di ascoltatori ignari.

Il manuale della salute di Edgar Cayce

Per trentatré anni Edgar Cayce, il “profeta dormiente”, aiutò un gran numero di persone a ritovare la buona salute, la speranza e l’armonia tra corpo, mente e spirito. Il suo metodo di diagnosi era decisamente paranormale, ma le cure non lo erano, comprendendo – tra l’altro – l’osteopatia, gli esercizi fisici, la fisioterapia, l’idroterapia, i massaggi, nonché diversi rimedi di tipo alimentare, spesso strani ma di sicura efficacia. Questo volume contiene un compendio di tutte le tecniche terapeutiche di cui gli Autori sono venuti a conoscenza tramite le prescrizioni di Edgar Cayce. Quest’ultimo nella sua vita produsse – in trance – oltre quindicimila “letture”, per persone che egli non aveva mai incontrato, prescrivendo loro terapie che si rivelarono efficaci in numerosi casi in cui la scienza medica non aveva avuto alcun esito. Tali terapie sono ora accuratamente raccolte e descritte in questo manuale, illustrate passo per passo. Il libro contiene istruzioni per massaggi e terapie fisiche, e tra l’altro spiega: l’uso di olio di arachide contro l’artrite; il succo d’uva per dimagrire; esercizi per la salute fisica e la soddisfazione sessuale; trattamenti per la cura della pelle; come combattere il raffreddore; rimedi contro le scottature; fondi di caffè per le gambe doloranti; impacchi di patata per la salute degli occhi; la cipolla per alleviare l’asma; le mele per abbassare il colesterolo; impacchi di olio di ricino: un vero “toccasana”. Insieme con queste, centinaia di altre ricette e rimedi “miracolosi” fanno di questo libro una miniera di notizie preziose, un manuale della salute che dovrebbe trovarsi in ogni casa.

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design
Privacy Policy

edmed orange 70

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design
Privacy Policy

edmed orange 70