• Home
  • concentrazione

Concentrazione e meditazione

Più di ogni altro libro finora pubblicato sull’argomento, quest’opera illumina sulla pratica della meditazione, particolarmente come essa viene intesa nel mondo indù e come può essere messa in atto nella trasposizione occidentale. La meditazione conduce, forse più rapidamente, a un vasto schiudersi dell’essere in molte delle sue parti e delle sue possibilità, ma la sua via è piena di imprevisti e irta di pericoli. Per tali motivi questo libro è indispensabile a chiunque voglia dedicarsi alla meditazione; esso costituisce una guida pratica e completa, seguendo la quale non si rischia di smarrirsi. Anzi, le sue spiegazioni e i suoi consigli permettono di seguire la via più breve e più sicura verso la realizzazione di sé, che è il fine ultimo di ogni individuo.

Dallo yoga alla Rosacroce

"Dallo Yoga alla Rosacroce", pubblicato per la prima volta nel 1972, non è un’autobiografia convenzionale: resterebbero delusi i lettori che la leggessero soltanto per soddisfare la loro curiosità o per apprendere notizie. Il libro è il racconto di un’esperienza durata l’intera vita, vita che a sua volta – lo si vede chiaramente fin dal titolo – non ha avuto per Scaligero altro senso se non la conduzione stessa di tale esperienza.
Il profilo biografico tracciato nell’Introduzione al volume – corredato anche di alcuni ritratti di Scaligero presi in età diverse – intende colmare la significativa sobrietà di informazioni che si hanno sulla vita del filosofo ed esoterista italiano, ma anche completare un quadro che si ferma otto anni prima della scomparsa di Scaligero.
Le poche note che sono state aggiunte alla prima edizione hanno carattere prevalentemente bibliografico e offrono minime indicazioni biografiche sui personaggi menzionati che non compaiono già nell’Introduzione. Un esiguo apparato che aiuta l’interessato ad accedere alle opere citate e al quadro cronologico, ma non è essenziale per la comprensione del testo.
Alla fine del volume è stato aggiunto un Indice-glossario dei termini indiani, traslitterati secondo l’uso moderno.

Distensione e Training Autogeno

Tecnica e pratica del rilassamento e del Training Autogeno

Viviamo in un'epoca in cui la nostra energia fisica e psichica si esaurisce molto più presto che nel passato, mentre il ritmo accelerato dell'esistenza e il sovraccarico agitato della vita quotidiana ci mettono in uno stato di eccitazione nervosa permanente. Di qui, la ricerca, sempre più urgente, di mezzi tendenti ad ottenere nell'individuo, con l'aiuto di esercizi appropriati, una salutare «distensione muscolare e psichica». Quest'opera si basa essenzialmente sulle tecniche del Training Autogeno del Prof. J. H. Schultz, metodo oggi universalmente adottato ed ampiamente diffuso. Esso considera sia l'aspetto psicologico sia quello somatico dell'individuo, permettendo un immediato ed efficace intervento in suo favore. L'autore offre un valido contributo alla conoscenza dell'argomento poiché presenta e spiega le varie tecniche di distensione, soffermandosi in modo particolare su quelle dello Schultz.

Esercizi pratici di meditazione

Il potere del Pensiero Creativo. La pratica della meditazione sviluppa le capacità di concentrazione e di percezione. Inoltre, modifica le emozioni, ponendole sotto il controllo della mente, e conduce il praticante ad un armonico equilibrio con se stesso, con il mondo e con i suoi simili. La meditazione in se stessa non è una religione, dal momento che non è un sistema di fede o di culto; al contrario, la fede pura e semplice viene sostituita dalla sicurezza basata sulla conoscenza. La meditazione è una materia da apprendere e mettere in pratica nella vita quotidiana, e questo libro si propone di condurre ciascuno ad una pratica personale, sulla base di istruzioni semplici ed efficaci; in particolare, la pratica della meditazione basata sui principi delle tecniche e posizioni yoga e sui relativi esercizi di respirazione. Gli esercizi sono accompagnati da adeguate spiegazioni teoriche, in modo tale da costituire una guida che accompagna il lettore ai livelli superiori di coscienza, fino alla completa realizzazione di sé.

Guarire con il pensiero

NUOVA EDIZIONE

Mediante il pensiero, si manifesta nell’uomo ciò che ha il potere di farlo ammalare; allo stesso modo, mediante il pensiero può fluire in lui ciò che ha la capacità di guarirlo. Una simile alternativa è frutto soltanto di una saggia disciplina interiore. Il pensiero, infatti, può divenire nell’uomo veicolo delle più elevate forze dell’Universo o di forze degradatrici, a seconda dell’orientamento ricevuto. In tal senso, malattia e guarigione esprimono il processo mediante il quale l’Io agisce sull’umano. Nella prima parte dell’opera, l’Autore identifica il tipo di pensiero che nell’attuale civiltà contrasta con la formazione interiore, opponendosi così al potere di guarigione. Nella seconda parte individua ed evidenzia il pensiero che guarisce, in quanto asceticamente realizza la propria virtù come forza magica originaria ritrovata. Infine, l’Autore esamina le tecniche interiori di guarigione, fondate sulla liberazione del pensiero dalla condizione riflessa, fino alla possibile terapia radicale del male umano, la «medicina del Graal», alla quale è dedicato un capitolo particolare.

Il Grande Libro dei Mandala

Il Grande Libro dei Mandala è – come scrive nella prefazione Lama Chogyam Trungpa – per se stesso un mandala in movimento: un mandala in azione. Strumento della tecnica di meditazione rituale, il mandala riflette i diversi livelli di coscienza di chi lo contempla, come pure la sorgente della forza unificante e risanatrice di cui è tramite. Ne Il Grande Libro dei Mandala questa forza viene resa operante dagli Autori grazie all'impostazione del testo e del cospicuo materiale illustrativo. Nel descrivere l'universalità del mandala, viene mostrato che esso è un principio globale, un processo evolutivo, una tecnica rituale, un momento essenziale dell'esistenza. L'idea del "centro" come fondamento del mandala – forma basilare di arte e metodo filosofico – viene utilizzata per esprimere l'esperienza esistenziale di unità e le relazioni reciproche. Il testo spiega con semplicità e chiarezza il significato del mandala quale chiave di simbolismi; descrive il suo rituale, la sua storia e la sua utilizzazione nelle diverse culture. Le numerose illustrazioni originali conferiscono una straordinaria vivacità espressiva a questa miriade di concetti e di idee. Gli Autori espongono, tra l'altro, le tecniche di base per ideare e costruire da soli i propri mandala, fornendo ai lettori i mezzi pratici per raggiungere le vette più sublimi della meditazione. Fuori del tempo e tuttavia ben ancorato al presente, il mandala è la via che conduce alla perfezione interiore.

Il libro della MT

Un libro che con l’ausilio di innumerevoli vignette divertenti e originali e una struttura dialogica fatta di domande e risposte fa scoprire al lettore che la conoscenza di se stessi è un’arte che tutti possono coltivare, dedicando anche solo pochi minuti al giorno a quel processo naturale e benefico di rivolgimento della propria attenzione dall’esterno all’interno, che va sotto il nome di Meditazione Trascendentale. La Meditazione Trascendentale è una tecnica mentale per lo sviluppo delle potenzialità umane introdotta in occidente nel 1958 da Maharishi Mahesh Yogi. Praticata da milioni di persone in tutto il mondo, si basa sulla ripetizione per alcuni minuti, due volte al giorno, di uno specifico suono (mantra), che permette alla mente di raggiungere uno stato naturale di “consapevolezza senza oggetto” o “senza pensieri” chiamato “trascendenza”, il quale rilassa profondamente il corpo e rinfresca la mente stessa, apportando vari benefici al praticante. La tecnica di Meditazione Trascendentale è stata studiata attraverso diverse centinaia di ricerche scientifiche, pubblicate in oltre cento riviste tra cui le autorevoli Science e Scientific American.

Il mistero rivelato dei riti tibetani

Il Sushumnâ yoga che può essere definito “lo yoga del ringiovanimento e del risveglio dell’energia Kundalinî” risulta un completamento e un approfondimento del prezioso insegnamento dei famosi cinque Tibetani.La dinamica energetica del Sushumnâ yoga si sviluppa su quattro livelli distinti di energia vitale, ai quali il corpo accede in modo graduale e progressivo con la pratica quotidiana.

Il primo livello si raggiunge eseguendo i movimenti corretti dei cinque riti, insieme alla dinamica del respiro.
Il secondo livello introduce nella pratica la dinamica energetica del Traya-bandha: le tre contrazioni fondamentali dello Yoga, indispensabili per attivare e guidare l’energia vitale all’interno del corpo.
Il terzo livello si raggiunge con la pratica del sesto rito, il più importante tra gli esercizi tibetani, capace di attivare energeticamente il Sushumnâ-nâdî, il più grande canale di energia vitale del corpo umano.
Il quarto livello è la fase del ringiovanimento vero e proprio: a questo stadio la pratica dei riti tibetani permette la liberazione dei blocchi emotivi che inibiscono il naturale fluire dell’energia vitale e la vitalità del corpo aumenta inarrestabile ogni giorno di più.

Il potere segreto del cuore

Presentazione di Paola Giovetti . È un libro che parla del cammino dell’uomo verso la scoperta della sua Realtà spirituale: l’Anima. Partendo dagli insegnamenti dei più grandi maestri illuminati, ci spiega i meccanismi e le dinamiche, attraverso i quali, ciascun individuo riscopre se stesso e il potere di creare la sua realtà. Tutti i grandi saggi hanno sempre insegnato che ogni persona possiede la capacità di realizzare la vita che più desidera. Ma in quale modo l’individuo può attivare in sé questo potere? L’incontro con un grande maestro, Ezio Ceriana, ha portato l’Autore a scoprire un lungo e misterioso cammino che, nello stupore e nella trepidazione del cuore, ha incominciato a svelargli i misteri della Vita e dell’uomo. Quel cammino che porta ogni persona a conoscere la sua Essenza divina e creatrice, l’Anima, l’unica capace di donarle tutto ciò che vuole. Il potere segreto del cuore è utile a tutte le persone che nella vita si sono perse e, come una scia luminosa attraverso l’oscurità, sa indicare la via d’uscita dal malessere interiore, attraverso l’elevazione spirituale.

Il Simbolismo delle Nuvole


Edizione italiana a cura di Gianfranco de Turris
L’idea che abbiamo delle nuvole si riduce molto spesso al solo ambito meteorologico. La loro presenza nel cielo viene percepita come un qualcosa di negativo: non a caso, molte metafore ne fanno un uso dispregiativo. E invece, per moltissimo tempo, le nuvole hanno rappresentato l’immagine stessa del sogno, del pellegrinaggio spirituale, tanto da essere considerate, in alcune religioni, veicolo della meditazione e luogo di visioni.
Poeti, pittori, filosofi e mistici, siano essi d’Oriente o d’Occidente, si sono tutti prima o poi imbattuti su questo tema. Simboli di fecondità e di dolcezza (per la pioggia che contengono e nascondono), nonché richiami all’invisibile, le nuvole ispirano malinconia perché ricordano la fugacità delle cose e nello stesso tempo infondono, in chi le contempla, un sentimento di gioia grazie alla loro leggerezza e alle loro metamorfosi. Sono un costante invito alla ricerca e alla contemplazione.
Su iniziativa di Jacqueline Kelen, specialisti di alto livello come Christian Jacq, Catherine Despeux, Charles Mopsik, Marie-Madeleine Davy e Jean Markale hanno deciso di rendere il giusto omaggio alle nuvole. Coniugando rigore e sensibilità, questo libro – che ci conduce dall’antico Egitto alla Cina, dall’induismo all’Islam, dall’ebraismo ai culti celtici e germanici, dalla filosofia platonica al cristianesimo e all’alchimia, e dalla calligrafia cinese alla pittura occidentale – è uno straordinario invito al viaggio nel regno della meditazione e delle fantasticherie.

Iniziazione alla runologia

"Questo libro vi porta in altri mondi", promette l'Autore nell'Introduzione a questo particolare saggio. L'alfabeto magico delle rune può essere letto, secondo Gianni Vannoni, come la mappa di un itinerario alla ricerca della sapienza, mossi dall'amore per essa, dalla filo-sofia appunto. Un viaggio in tre parti che tracciano una filosofia della natura, dell'esistenza e della cultura. Il primo capitolo tratta del mito vichingo sotteso all'alfabeto runico. Il termine runa deriva dalla radice indoeuropea ru, che indica qualcosa di misterioso e di segreto, e significa sussurro, bisbiglio, parola mormorata all'orecchio. Nel secondo capitolo vengono lumeggiate le singole rune: il lettore potrà scegliere quelle che ritiene più interessanti e concentrarsi sulla loro "iridescenza", leggere un gruppo di otto rune alla volta o infine affrontare il capitolo per esteso, se vuole raggiungere una visione più ampia. Il terzo capitolo è il più esoterico perché tratta l'argomento in relazione ai pianeti e ai centri di energia del corpo eterico, lasciando intravedere il tema della triade runica e della danza cosmica. Il capitolo quarto è dedicato alla meditazione runica, mentre nel quinto le rune prospettano una concezione della storia occidentale ampiamente innovativa. Il sesto e settimo capitolo sviluppano una critica tagliente al mondo contemporaneo e invitano il lettore a domandarsi con quale atteggiamento cognitivo ha affrontato il libro, creando i presupposti di una eventuale rilettura.

Iniziazione allo zazen

La meditazione zen, come spiega l’Autore, ha inizio col sedersi su un cuscino a gambe incrociate e busto eretto. La posizione zazen ha indicazioni molto precise – come incrociare le gambe, come posizionare le mani, dove posare lo sguardo – e nel corso dell’opera vi si fa riferimento più volte e in modo dettagliato. L’arte dello zazen, come la definisce lo stesso Crépon, è una pratica centrale nell’insegnamento buddista e va oltre i semplici esercizi di meditazione: è una pratica naturale ed è la continuazione del risveglio del Buddha. Tale motivo ha spinto l’Autore a mantenere nel titolo del libro il termine originale più che la traduzione, peraltro letterale, di “meditazione (zen) seduta (za)”. Essa è un’arte meravigliosa, che ci apre a una dimensione più vasta della nostra vita.

Testo adatto a tutti, sia al praticante esperto che vuole approfondire sia al lettore che si avvicina per la prima volta all’argomento.

L’essenza della pratica meditativa è la manifestazione dello spirito che cerca la pace. Nell’ambito della meditazione zen Sōtō, che ha percorso l’India, la Cina e il Giappone prima di diffondersi in Occidente fin dal secolo scorso, la meditazione non ha un oggetto. Ciò significa che la mente non si concentra su qualcosa di particolare, come un mantra o una rappresentazione simbolica. Nella pratica ci sono pensieri che affiorano e non dobbiamo né inseguirli né respingerli. Non dobbiamo lottare. Semplicemente lasciamo i pensieri dove sono: raggiungendo la serenità raggiungiamo la nostra salvezza.Il praticante è seduto, con il corpo che fa del suo meglio per mantenere una posizione corretta. Le mani sono nella posizione del mudra cosmico, simbolo che rappresenta il legame che unisce noi e tutto l’Universo. La tecnica zazen per tale aspetto è molto semplice ma è pure molto profonda e ci mette a contatto con una dimensione più vasta della nostra vita. È ciò che il presente testo si propone di esplorare. Noi abbiamo tanti vincoli, ma questi vincoli li abbiamo creati noi stessi e sono legami che incatenano il nostro cuore. Attraverso la meditazione riusciamo a liberarci ed essere in pace con noi stessi e con gli altri.

Lo zazen, essendo al centro della pratica buddista, si mescola con aspetti della dottrina del Buddha. In particolare l’Autore fa riferimento anche agli insegnamenti dei maestri della tradizione Sōtō, del quale lo stesso Crépon fa parte, e specialmente al maestro Dogen che ha trasmesso lo zazen e l’insegnamento di Buddha in Giappone nel XIII secolo. Il punto specifico, in rapporto ad altre tecniche di meditazione, è che non si può dissociarla da se stessi. E’ una pratica interna a noi e l’opera prodotta dalla pratica non è diversa da noi stessi. Non c’è uno stadio finale: si progredisce sempre. Si tratta di dimenticare se stessi nell’adeguamento al Dharma, l’ordine naturale dell’universo.

Indice

  • Prefazione
  • Sedersi è naturale
  • Il giusto suono
  • Il fiume della Via
  • Credere nella propria luce
  • Più grande di sé
  • La melma e il loto
  • Il cuore dell'albero
  • Il canto della capanna di paglia
  • Appendice
  • Glossario
  • Maestri buddisti citati
  • Opere buddiste citate

Iniziazione allo Zen

Questo libro descrive lo Zen dal punto di vista dello Zen, e non attraverso una progressione di fatti ed eventi del passato ordinati in maniera corretta da un punto di vista meramente accademico. Un criterio storico, infatti, per quanto utile possa essere per comprendere come certe forme esteriori si siano evolute, si lascia sfuggire ciò che nello Zen è essenziale. Chi intraprende il cammino spirituale dello Zen lo fa per trovarvi risposte alle domande esistenziali più profonde: Chi sono io? Cosa sono la vita e la morte? Qual è il senso della vita? Chi crede, quindi, di poter arrivare al cuore dello Zen con un approccio di tipo intellettuale ed erudito, potrebbe finire come quel tale che, in una celebre metafora del Buddha, era stato colpito da una freccia: prima di permettere a un medico di estrarla pretende di sapere chi l'ha tirata, quanti anni ha, qual è la sua posizione sociale e così via. E così facendo, muore a causa della ferita prima ancora che lo si possa aiutare. Diversamente il testo di Schuhmacher illustra lo Zen attraverso le sue storie che ne hanno tramandato il sapere: non storie fatte per scrivere la Storia, ma per avere un effetto su di noi e per mettere in moto qualcosa dentro di noi in questo istante. Attraverso i millenni, i maestri Zen hanno perfezionato e applicato questo raccontare storie come un “abile strumento”, un metodo per farci sbattere il naso su quello che abbiamo effettivamente davanti al naso, e che pure non vediamo. Per questa ragione, le storie sono riportate dall'Autore così come la tradizione stessa le racconta, senza il dubbio professionale dello studioso.

Iside Sophia

L'lside-Sophia, grembo del mondo e della creazione, è nell'anima colei che accoglie il Cristo. Il discepolo che conosca il segreto della Vergine, può tutto. E' lei infatti come fede, fiducia, fervore a generare l'Io-Logos, la cui presenza dissipa gli equivoci umani, distrugge la menzogna, dissolve l'infero elemento lunare, il cupo mondo della paura di cui soffre la psiche.
Il pensiero umano e la Vergine sono infatti uniti dal filo cosmico della creazione, e la Vergine è la vita celeste che l'anima ritrova oltre il confine del pensiero caduto. Che l'uomo possa avvertire il Cristo in sé, è azione della Vergine, risvegliata dall'anelito dell'anima, a trascendere i suoi moti soggettivi. Come nella tradizione cristiana la Madre intercede per l'uomo presso il Figlio, così nella ricerca spirituale il potere che congiunge la luce con l'umano, e il trascendente con l'immanente, è la virtù individuale incorporea dell'Iside-Sophia: la Via al Logos originario.

Kundalini d'Occidente

In epoca di crisi e di pericolo – come la nostra – il Sovrasensibile, proprio da quanto gli si oppone, trae la possibilità della massima proiezione di forze nell’uomo. Ma perché questi possa accoglierle, occorre, da parte sua, una collaborazione autentica e completa, un impegno che nasca dalla sua decisione profonda.
Non vi è oscurità che non possa essere dissolta e convertita in luce, non v’è lotta che non possa essere combattuta e vinta, non v’è necessità che non possa essere motivo di redenzione, se entrano in azione le forze originarie. Rivolgendosi ad esse, l’uomo può attingerne impulsi decisivi, può ritrovare se stesso e risorgere.
La ricerca di queste forze è il tema e il fine del presente libro. L’Autore rivela la via per accedere alla fonte di esse, il Logos originario, dando una risposta concreta all’uomo di questo tempo. Il segreto è quello di risalire alla radice dell’atto pensante, laddove fluisce la luce eterica del cuore. Dal cuore, dove si eterizza, la luce ascende alla ghiandola pineale, ed è qui che lo sperimentatore può incontrarla, seguendo il canone esoterico dei nuovi tempi esposto dall’Autore.

L’uomo interiore

Trovare in sé il punto in cui si comincia finalmente a essere, a superare la psiche, a creare; passare decisamente all'azione facendo scattare l'elemento immediato dell'azione cosciente; superare le illusioni, pervenire come cercatori a una reale sincerità con se stessi, che dia modo di ritrovare in sé il principio della Forza: tale è la proposta del discorso sull'uomo interiore. Il senso del libro è appunto questo: mostrare come, grazie all'idonea disciplina, scatti nella coscienza l'elemento originario dell'azione interiore, la forza-pensiero.

La chimica della calma

Gli effetti debilitanti dello stress possono mettere a repentaglio benessere, salute, longevità, produttività e relazioni personali. In questo libro il dottor Henry Emmons presenta il suo rivoluzionario trattamento creato per alleviare l’ansia e recuperare la salute fisica e mentale. Questo programma, che guiderà i lettori passo dopo passo verso la tranquillità mentale e la sicurezza emotiva, si concentra sui metodi per sconfiggere l’ansia nella vita di tutti i giorni grazie alle più recenti scoperte in fatto di: 

- Alimentazione (mangiare bene per sentirsi bene)
- Esercizio fisico (muoversi aiuta a combattere l’ansia)
- Integratori alimentari (per potenziare le difese naturali contro l’ansia) 
- Consapevolezza (tecniche di meditazione per donare calma al corpo e al cervello) 
Le tecniche orientali di meditazione unite ai tradizionali rimedi occidentali legati all’attività fisica e all’alimentazione producono effetti incredibili. Grazie a questo programma il dottor Emmons ha aiutato moltissimi pazienti a sconfiggere l’ansia e a riconquistare quella forza e sicurezza che appartengono di diritto agli esseri umani.

La meditazione sui cuori gemelli per la pace e l'illuminazione

La tecnica di illuminazione o Meditazione sui Cuori Gemelli ha lo scopo di raggiungere la coscienza cosmica o illuminazione. È, inoltre, una forma di servizio per il mondo, in quanto esso viene armonizzato dalle benedizioni di amorevole gentilezza a tutta la terra. La Meditazione sui Cuori Gemelli è basata sul principio che alcuni dei chakra maggiori sono punti d’entrata, o porte, che conducono a determinati livelli o orizzonti di coscienza. Per raggiungere l’illuminazione, o coscienza cosmica, è necessario attivare adeguatamente il chakra della corona. I Cuori Gemelli si riferiscono al chakra cardiaco, che è il centro del cuore emozionale, e al chakra della corona, che è il centro del cuore divino. 

Contenuto del CD:
1. Introduzione (1:40) 
2. Esercizi fisici (10:02) 
3. Meditazione sui Cuori Gemelli per la pace e l’illuminazione (24:03) 
4. Esercizi fisici (1:38)
 
Nella confezione anche un libretto di 16 pagine

La meditazione taoista Ch'an

Tra le numerose tecniche di salute, vitalità e immortalità offertaci dal Taoismo, i metodi di meditazione hanno un posto importantissimo sulla Via del Tao. Quest’opera illustra le principali tecniche di meditazione trasmesse dal canone taoista (Dao Zang). I metodi taoisti delle origini hanno con il tempo subito una forte impronta buddhista con la creazione della scuola Ch’an a opera di Bodhidharma, intorno al VI secolo. Del resto, Ch’an in cinese significa “meditazione”, un termine derivante dal sanscrito dhyāna che ugualmente si traduce con “meditazione”. La scuola Ch’an darà poi vita alla scuola Zen giapponese, dove la meditazione, infatti, avrà un posto importante.
L’Autore, nella prima parte di quest’opera, ci dà tutti i consigli per meditare correttamente. Nella seconda, invece, ci rivela differenti tecniche facili da mettere in pratica grazie alle numerose illustrazioni che le accompagnano. Il lettore potrà in questo modo avvicinarsi con facilità ai segreti della meditazione taoista Ch’an.

La mente che respira

La più completa antologia della meditazione in Oriente e Occidentepresentata per la prima volta ai lettori italiani. Anche chi diffida delle filosofie orientali, ma rispetta la pratica meditativa, può oggi trovare chiarezza dal confronto su nascita e sviluppo delle tecniche di meditazione. Torniamo ai grandi Maestri: è la proposta di quest'opera originale. Riscopriamo così i maestri di meditazione grazie a pagine significative, ritradotte o inedite. Dunque un incontro diretto tra guida spirituale e lettore, praticante o possibile meditante, fuori da appartenenze culturali o religiose

A cosa serve la meditazione: l'opera presenta significato, storia e pratica dei diversi metodi attraverso vita e messaggio dei Grandi Maestri. Sono molte le sorprese, anche perché – forse per la prima volta in Italia – vengono abbattute le barriere di tempo, spazio e cultura. Così la meditazione indiana incontra e si confronta con la meditazione cinese, la meditazione zen dialoga con YogaSutra e meditazione cristiana. Il Tai Chi sfata il mito odierno di "ginnastica adatta a tutte le età" e si presenta per la meditazione in movimento che è sempre stata nella tradizione cinese. Ciascuno dei 20 testi classici della meditazione orientale e occidentale è analizzato e comparato con gli altri.

Il lettore troverà somiglianze e sinergie tra i tesori della gnosi di Patañjali o gli scritti di Teresa d'Avila, le poesie di Eihei Dogen o il racconto del “nulla” di Sosan/Tozan. Di ogni maestro è ricostruita anche la vita e il messaggio. Essenziale anche l’apparato bibliografico. Completa l’opera una sezione di analisi dedicata alla pratica meditativa nel Novecento.

Da meditazione vipassana a mindfulness, praticare oggi non è diverso dal passato. La pratica della meditazione gode sempre di buona fama ma sopratutto negli ultimi anni è stata vittima di vari fraintendimenti. Le versioni più recenti e alla moda si concentrano sugli effetti benefici della meditazione per conquistare benessere generale o acquisire un aspetto tecnico di concentrazione. Dell'impegno costante per raggiungere la consapevolezza non c'è traccia. Oggi finalmente, tra i libri sulla meditazione è disponibile questo saggio che raccoglie il significato,la storia ela pratica dei diversi metodi permettendo a tutti i lettori di avvicinarsi alla consapevolezza e ad una nuova conoscenza.

"Per la prima volta in Italia, a confronto i testi dei Maestri della meditazione di ogni epoca e tradizione. La pratica meditativa indiana, cinese, tibetana, giapponese, vietnamita così dialoga con la contemplazione dei monasteri e la preghiera degli eremiti. Pagineinedite, spesso ritradotte e piene di sorprese: ideali per chi vuole capirne di più e sperimentare una "mente che respira" in piena consapevolezza."

Indice

  • Presentazione dell'Abate Chandapalo: Meditare per usare bene ciò che abbiamo
  • Prefazione di Padre Antonio Gentili: Da cristiani davanti al silenzio
  • Introduzione
  • Prima Parte - Le Grandi Tradizioni di Meditazione: buddhista, ebraica, cristiana, riformata, islamica
  • Seconda Parte - I Testi Classici, nuove traduzioni
  • Terza Parte - Catalogo Provvisorio delle Idee di Meditazione
  • Quarta Parte - Il Novecento, micro antologia
  • Bibliografia italiana

La terapia della meditazione

La Terapia della Meditazione di Henry e Claudine Czechorowski vuole essere un invito e insieme una guida pratica per realizzare il nostro essere. Tra i libri sulla meditazione vi presentiamo un'opera perfetta per chiunque vuole avvicinarsi per la prima volta alla pratica meditativa. Gli autori propongono un viaggio al centro di noi stessi per farci rendere conto che, in fondo, il segreto per essere felici è proprio dentro di noi: basta scoprirlo quotidianamente! La chiave che porta all’equilibrio e al benessere appartiene alla saggezza millenaria di antiche tradizioni. Oggi però è possibile anche applicare tecniche di meditazione più vicine alla mente moderna. E’ importante quindi approfondire percorsi differenti e sperimentare vari metodi. Gli Autori hanno appreso come si pratica la meditazione durante i loro viaggi in Oriente e in Occidente attraverso esperienze dirette. Le tecniche esplorate e raccolte in questo manuale sono circa sessanta.

Il risultato è una guida pratica che chiarisce come iniziare a meditare nei dettagli attraverso spiegazioni semplici ed esercizi facili da seguire. Attraverso un costante lavoro interiore ed una disciplina liberamente accettata, ci permettono di prendere coscienza dei nostri condizionamenti, per poter poi modificare il nostro modo di essere. L' introspezione porta all’apertura della coscienza permettendoci di scoprire nuovi spazi interiori. Come spiega l’Autore, solamente quando si crea uno spazio - un vuoto - qualcosa di nuovo può entrare nella coscienza trasformandoci radicalmente. L’esperienza vissuta della trascendenza, costituisce il materiale di base per l’evoluzione cosciente del proprio io.

Gli autori Czechorowski non si addentrano nell’aspetto mistico e filosofico dell'attività mentale. Si concentrano invece sugli aspetti pratici delle posture e della respirazione, le tecniche di visualizzazione, i vari metodi per liberare la mente e riportare equilibrio ed armonia nelle nostre vite spesso troppo stressate. Anche le domande più semplici su quando è meglio meditare o come creare il proprio spazio ideale per farlo, non vengono trascurate in questo libro. Ci insegnano ad integrare il nostro essere con il mondo che ci circonda, dandoci la possibilità di entrare in contatto con le immense energie cosmiche, per utilizzarle a nostro vantaggio. Preparatevi, qualcosa sta per cambiare nella vostra vita!

Indice

Prefazione di Michel Random
Introduzione
L’approccio
1. La respirazione
2. I Mantra e le Mudra
3. Concentrazione e visualizzazione
4. L’Energia
5. Meditazione terapeutiche
6. L’immaginario, il Tempo e lo Spazio
7. Vipassana
Lessico

Le Vie del Successo

L'aiuto dell'inconscio. La fortuna non arriva per caso. Il testo spiega i segreti e la natura del successo. Tratta della meditazione, dell'immaginazione, della suggestione e del modo pratico in cui liberarsi da numerose malattie, in particolare quelle di tipo psicosomatico. Quando avrete scoperto l’obiettivo più giusto per voi, seguitelo con grande fiducia fino alla fine. Solo chi crede fermamente nelle proprie idee arriverà alla meta. Sappiate che la Natura non conosce problemi, ma trova solo le soluzioni: l’essere umano è uno con la natura. Se volete avere successo, ricordate che è molto importante essere sempre in armonia con se stessi e che è possibile apprendere le vie del successo. Un grande aiuto può venire dal nostro inconscio e dalle relative intuizioni che esso ci ispira. Ecco comunque, qui di seguito, una serie di formule che l’Autore illustra esaurientemente in questo libro:

  • Avere successo significa essere coscienti.
  • Avere successo significa apprendere sempre cose nuove.
  • Avere successo significa avere una sconfinata fiducia in se stessi.
  • Avere successo significa essere interamente responsabili della propria vita.
  • Avere successo significa vivere una relazione armoniosa con il partner.
  • Avere successo significa avere sempre tempo a disposizione.
  • Avere successo significa essere in piena salute.
  • Avere successo significa essere felici.
  • Avere successo significa scoprire Dio nel proprio intimo.
  • Avere successo significa “provare” la vera gioia.

Il testo spiega i segreti e la natura del successo; afferma che la fortuna non arriva per caso e vi insegna come “programmare voi stessi” per il successo. Tratta infine della meditazione, dell’immaginazione, della suggestione e del modo pratico in cui liberarsi dal numerose malattie, in particolare da quelle di tipo psicosomatico.

Lo yoga dei grandi maestri

Armonia, potenza, saggezza. In questo libro, frutto di quarant’anni di esperienza nel mondo dello Yoga, il Maestro Giorgio Furlan, direttore


Armonia, potenza, saggezza. In questo libro, frutto di quarant’anni di esperienza nel mondo dello Yoga, il Maestro Giorgio Furlan, direttore dell’Accademia Yoga di Roma, una delle più importanti e conosciute scuole di Yoga in Italia, mostra in modo semplice e chiaro le varie fasi delle posizioni yoga. Procedendo per gradi, l’allievo riuscirà così a conseguire in modo più profondo i benefici che le diverse posizioni arrecano al corpo. L’Autore ha attinto il materiale presente in quest’opera dagli insegnamenti dei suoi Maestri e dalla sua esperienza personale, oltre che dai testi classici ai quali ha apportato i cambiamenti necessari per adattare le tecniche dello Yoga al fisico ed alla mentalità occidentali (fasi preparatorie delle posizioni, chiusura delle palpebre durante le tecniche, ecc.), senza tuttavia deformare l’essenziale insegnamento degli antichi Rishi indiani. L’opera, realizzata in un nuovo formato, si basa principalmente sui testi fondamentali dello Yoga (Geranda e Shiva Samhita, Hatha Yoga Pradipika, ecc.), i cui famosi Autori hanno trascritto quelle antiche tecniche che inizialmente venivano tramandate solo oralmente, in modo segreto, da Maestro a discepolo.

Luoghi di meditazione, di pellegrinaggio, di spiritualità in Italia

In questa nostra epoca frenetica e dominata dalla velocità sembrano quasi un controsenso, o forse una sfida: sono i luoghi del raccoglimento, del silenzio, della meditazione.


In questa nostra epoca frenetica e dominata dalla velocità sembrano quasi un controsenso, o forse una sfida: sono i luoghi del raccoglimento, del silenzio, della meditazione. Luoghi dove si ritrova se stessi, ci si ricarica di energia, si recupera l’armonia interiore messa a dura prova dalla convulsa e stressante vita quotidiana. In Italia di questi luoghi di raccoglimento e di meditazione ce ne sono tanti, molti più di quanti si potrebbe pensare: nelle città, nelle campagne, sulle colline, in montagna, in riva al mare, improntati alle tradizioni più diverse: cristiana, induista, buddhista, islamica e altro ancora, passando per una grande varietà di origini, tradizioni e fondatori. Questo libro traccia, per quanto possibile, una mappa di questi luoghi, suddivisi per tradizione e orientamento: templi, monasteri, santuari che custodiscono antiche memorie, e istituzioni moderne, create appositamente ai giorni nostri per ospitare iniziative religiose e laiche più recenti, o da poco approdate in Italia. Scopo comune: insegnare a meditare – secondo regole, rituali e discipline diverse, antiche e moderne, ma tutte tese a mettere il praticante in condizione di ritrovare il proprio centro – calmare la mente, far pace con se stesso, con il prossimo e con il mondo, dare un senso alla propria vita, intraprendere il cammino che conduce al divino, al Dio che vive nel profondo di ognuno di noi. Con gradualità, poco a poco, un passo dopo l’altro, un orizzonte dopo l’altro. Nel libro si parla anche della “meditazione in movimento”, ovvero il pellegrinaggio, un tema importante e molto suggestivo, ricco di storia, tradizioni, spiritualità. Camminando con la mente rivolta alla meta del pellegrinaggio, alla sua storia e alle vicende ad essa legate, si compie una meditazione spontanea che arricchisce e rasserena. Come scrive l’autrice: “Un viaggio straordinario, pieno di sorprese e di scoperte, di incontri con persone insolite e ricche di spessore e spiritualità, che mi ha coinvolta e arricchita e che ora offro con amore a chi è interessato a questo tipo di esperienza”.

Meditazione e miracolo

Con questo volume, Massimo Scaligero comunica al lettore un metodo interiore il quale, oltre a fornire l’esperienza cosciente del Sovrasensibile, può funzionare soprattutto come impulso di liberazione e di vittoria nelle situazioni “impossibili”. Allorché le difficoltà incalzano e minacciano di sopraffare l’uomo, sino a un punto limite, che rende persino inconcepibile la via d’uscita, proprio a tale punto è possibile il superamento di sé, è possibile quel trascendimento delle leggi di natura e delle normali consuetudini che si può chiamare “miracolo”.
Il miracolo può divenire norma quotidiana. Secondo l’Autore, l’attuale epoca, caratterizzata dalla determinatezza assoluta dell’autocoscienza e dell’individualità, è l’epoca in cui l’Io umano può riprendere coscientemente contatto con le potenze sovrasensibili che un tempo fluivano nei Misteri. Nell’Io attuale, nella sua intima forza, è presente tutta la trascendenza che un tempo doveva essere raggiunta fuori della corporeità fisica.
Il libro è perciò un appello al coraggio, un segreto dell’ardimento e della vittoria, una chiave del superamento della disperazione, quale che ne sia l’origine, e della resurrezione delle forze.

Meditazione pratica

La meditazione è oggi un fenomeno alquanto diffuso, quasi una moda: la seguono diverse dottrine religiose orientali, la praticano molte scuole di yoga. Non è molto semplice da apprendere nella sua vera essenza, ma è in ogni caso utile all’equilibrio psicofisico e alla ricerca spirituale dei praticanti. Ad una pratica migliore — naturalmente — corrispondono migliori risultati. Vi è una grande varietà di forme di meditazione. Attraverso di essa è possibile liberarsi dei propri difetti, migliorare la propria salute, concentrarsi meglio, riuscire meglio nelle proprie azioni e ottenere il successo in ogni aspetto della vita. Ma nel campo spirituale la meditazione ha come unica meta raggiungere Dio, il Supremo, l’Assoluto, la Verità o Realtà Ultima. Attraverso di essa Gautama il Buddha ha raggiunto il Nirvana. L’Autore spiega in maniera semplice, chiara e concisa che cosa è la meditazione, il suo scopo e la sua importanza. Istruisce in modo diretto il lettore circa la preparazione, le diverse tecniche e la pratica della meditazione. Tratta inoltre del guru, del prana, del mantra e del japa, concludendo con brani di testi sacri significativi ai fini di una corretta ed efficace pratica della meditazione

Meditazione tecniche evolutive

NUOVA EDIZIONE AMPLIATA

CONTIENE IL CD "GUIDA ALLA MEDITAZIONE"

L’interesse intorno alla meditazione — il cui scopo ultimo è scoprire il proprio Sé autentico e trovare il contatto armonico col Tutto — è crescente, in una società sempre più lacerata e consapevole di esserlo. Della meditazione Dede Riva spiega ogni aspetto in questo stu- dio che compendia la sua vasta esperienza: partendo dalla descrizione dell’uomo, "essere multidimensionale", parla della preparazione alla meditazione e della sua pratica, delle onde cerebrali e degli stati di coscienza coinvolti, confronta concezioni orientali e occidentali, analizza il nostro tempo e ciò che la meditazio- ne può portare di positivo nel nostro modo di vivere: non soltanto benessere fisico, ma anche e soprattutto superamento della paura esistenziale e possibilità di compiere un salto evolutivo entrando in contatto col proprio Sé transpersonale, e quindi col mondo dello spiri- to, fino a sperimentare l’unità fondamentale di tutto ciò che è.

Meditiamo

Rilassare il corpo disciplinare la mente e far sorridere il cuore: meditare significa imparare a vivere ogni situazione della nostra vita con un corpo rilassato e una mente calma e così godere di ogni attimo della quotidianità senza più subire stati di ansia, paura, sofferenza e depressione. Una mente quieta e un corpo rilassato sono le condizioni indispensabili per intraprendere un percorso di ricerca interiore, liberarci dai disagi e renderci sicuri e padroni di noi stessi in ogni situazione che viviamo. Sviluppare consapevolezza intesa come sviluppo della conoscenza di sé consente di riuscire al meglio in ogni attività che svolgiamo, migliorando le nostre capacità intellettive, di relazione con gli altri, di memoria e di concentrazione.

Con la meditazione le situazioni più logoranti e stressanti si trasformano in momenti di piacere e appagamento. In passato l’andamento della vita offriva lunghi momenti di inattività che potevano essere efficacemente dedicati allo sviluppo interiore. Nell’era moderna tali momenti non ci sono più, per questo motivo è necessario che la pratica della meditazione si adatti ai nuovi stili di vita. Attraverso le pagine di questo manuale sulla meditazione l’Autore Alberto Chiara ci illustra come intraprendere un percorso di ricerca spirituale e come far diventare questa pratica una parte integrante del nostro quotidiano. Ci sorprenderemo nello scoprire che meditare oltre a liberarci dall’ansia e dallo stress ci permette di liberare la mente e percepire meglio e pienamente con gioia la realtà in cui viviamo immersi.

GUARDA IL BOOKTRAILER

Indice Libro

Introduzione - La meditazione moderna
Cap. 1 - Il funzionamento della mente
Cap. 2 - Il rilassamento del corpo
Cap. 3 - La mente disciplinata
Cap. 4 - La vibrazione del cuore
Cap. 5 - La cancellazione delle memorie e il processo creativo
Cap. 6 - La guarigione
Cap. 7 - La meditazione

Nuove meditazioni quotidiane

Questo libro, che non parla di meditazione, ma ne propone tante, una per ogni giorno dell'anno, è semplice, efficace, alla portata di tutti e con quel pizzico di mistero di cui la nostra vita ha bisogno. Viviamo in tempi in cui le esigenze epocali ci stimolano al cambiamento. Nuove consapevolezze diventano necessarie, necessari nuovi punti di riferimento per muoverci all'interno di ondate di trasformazione che si susseguono così ravvicinate e impetuose da indurre perdita di certezze, di valori e del senso della vita. Se il periodo storico è oggettivamente difficile, è il momento per noi di sviluppare nuove potenzialità latenti. Insomma la necessità è trasformarci totalmente, nella nostra multidimensionalità di esseri umani, originare un uomo e una donna nuovi. In una parola, rinascere a se stessi. Abbiamo un meraviglioso strumento per vivere la trasformazione creativamente e con gioia: la meditazione. Diffusa è però l'idea che non sia una cosa semplice, che richieda tempi lunghi e condizioni particolari di silenzio, immobilità e penombra, difficilmente conciliabili con la nostra frenetica vita quotidiana. Certo, meditare può essere questo, ma è anche stare con chi si ama, è ballare, ascoltare musica o dedicarsi al proprio giardino, se queste sono cose che ci piacciono; è giocare col proprio figlio, è portare l'attenzione al respiro, è fornire alla nostra mente un pensiero su cui riflettere… Meditare è essere totalmente presenti a ciò che facciamo. La meditazione, quindi, è uno strumento semplice, efficace e alla portata di tutti.

Pensieri e meditazioni

Questa raccolta di pensieri e meditazioni è una delle più intense del poeta mistico e filosofo libanese. Immagini, simboli e personaggi scorrono e si alternano in una visione quanto mai variegata della vita e dell'uomo, quasi a voler esprimere la caleidoscopica realtà che ci circonda. Il tutto, come sempre, espresso in termini di poesia, fiaba, mito e vibrazione interiore. "Prima che la mia anima mi consigliasse, dubitavo del valore del mio lavoro. Ora ho capito che gli alberi fioriscono in Primavera e fruttificano d'Estate senza cercare lodi; e le loro foglie cadono in Autunno e i loro rami restano spogli d'Inverno senza timore di biasimo." La mia anima mi parlò e disse: "La lanterna che porti non è tua, e la canzone che canti non proviene dal tuo cuore, poiché se anche porti il lume, tu non sei la luce, e anche se sei un liuto dalle corde tese, tu non sei il suonatore di liuto". "La mia anima mi parlò, fratello, e mi insegnò molto. E la tua anima ti ha parlato e ti ha insegnato molto, ugualmente. Poiché tu e io siamo uno solo, non ci sono differenze tra noi, tranne il fatto che io proclamo con veemenza ciò che ho dentro, mentre tu lo nascondi come un segreto".

Programma di MT

La Meditazione Trascendentale è un sistema meditativo creato da Maharishi Mahesh Yogi negli anni Sessanta e diffuso in breve tempo in tutto il mondo. La tendenza all’autorealizzazione è del tutto spontanea nell’uomo, come lo sono le necessità del mangiare, del bere e del dormire. La possibilità di godere sempre di più del mondo esterno è intimamente correlata al dispiegamento e all’appagamento delle forze interne operanti nell’individuo. Per mantenere la sua forza dinamica e continuare a dare un costante impulso alla spirale evolutiva del divenire, la mente deve poter attingere al vero sé individuale e trascendente, e ciò è possibile mediante la MT. Lo stato di coscienza raggiungibile con la MT è naturale e indispensabile all’organismo umano quanto altri stati conosciuti come veglia, sonno e sogno. La tecnica della MT è semplice e naturale, elementare e profonda nello stesso tempo, esattamente come questo libro, che è scritto con spirito, saggezza e fascino.

Reincarnazione e karma

Siamo tutti dei reincarnati. In ogni cuore umano pulsano secoli di vita. In ogni nostro simile, che vediamo giornalmente circolare, agire, esprimere la propria personalità, possiamo ravvisare un reincarnato: un essere che ha già vissuto altre volte sulla Terra. Avviene raramente che qualcuno lo sappia. Molti giungono soltanto a supporlo: si trovano dinanzi all’idea della Reincarnazione, come dinanzi a una fascinosa ipotesi, ma non vanno oltre questa, si arrestano dinanzi al compito di una verifica. Ma è possibile? Quale senso ha per l’uomo contemporaneo? A tali interrogativi risponde questo libro di Massimo Scaligero, che esamina il tema della Reincarnazione in rapporto alle esigenze umane, morali e sociali: esigenze urgenti, attualissime, ma purtroppo non sempre consapevoli del loro oggetto.

Restorative yoga

Novità Aprile 2021 - Ritrova la calma, gestisci ansia, rabbia, depressione. A differenza dello yoga dinamico, questa è una pratica meditativa che permette di calmare la mente, equilibrare il sistema nervoso e rilassare il corpo. È un tipo di yoga che ci aiuta a rilasciare lo stress cronico coltivando “l’arte del far niente”. È adatto a tutti, indipendentemente dalla condizione fisica, e utilizza accessori come coperte, soffici sostegni cilindrici e piccoli cuscini per allenare il corpo e la mente e condurli a uno stato di profondo rilassamento. Restorative yoga cos'è e come praticarlo con oltre trenta posture e quaranta sequenze: il testo di Audrey Favreau vi darà le chiavi per ritrovare la calma interiore e una migliore salute.

Indice Libro

Capitolo 1 - Da dove viene il Restorative Yoga?
Capitolo 2 - Cos’è il Restorative Yoga?
Capitolo 3 - Ritrovare l’equilibrio emotivo
Capitolo 4 - Sostenere le donne lungo tutta la loro vita

Rilassamento e Training Autogeno

ll training autogeno è un esercizio che consente di raggiungere il rilassamento attraverso la concentrazione. È stato accertato che circa il 70% delle malattie risale a cause psichiche, e il training autogeno oltre a fungere da valido sussidio alla psicoterapia dinamica, ha anche e soprattutto il compito di guarire i molteplici disturbi psicogeni della vita quotidiana e di prevenirli educando la personalità dell'individuo. Nel training autogeno la ritmica meditativa conduce al ritrovamento di se stessi attraverso la concentrazione e consente l'apertura verso l'infinito cosmico. Pertanto, il training autogeno è la forma di trattamento e di autotrattamento ideale di tutte le malattie psichiche e di quelle legate allo stato psichico. Inoltre, può giovare straordinariamente anche nelle malattie fisiche, poiché il pensiero contribuisce in maniera sostanziale a creare l'armonia fisica e psichica. Questo libro suggerisce validamente tutte le formule di proponimento e le tecniche di concentrazione atte a guarire da numerosi disturbi e, oltre che la cura di se stessi, consiglia anche il trattamento dei partner nelle difficoltà di contatto, nei disturbi sessuali e negli alterati rapporti di convivenza.

Tecniche della concentrazione interiore

Nuova edizione. L'Autore, che per qualche decennio praticò lo Yoga e lo Zen, unitamente all'ascesi del Buddhismo mahayanico e del Vedanta, ha rivolto successivamente la sua ricerca alle caratteristiche occidentali della Tradizione, incontrando, a un determinato momento, il filone facente capo al personaggio considerato l'«Iniziatore degli iniziati», in ogni tempo, presso ogni sistema tradizionale, sotto nomi diversi, e che «appare» in Occidente tra il XIII e il XIV secolo, sotto il nome di Cristiano Rosenkreuz.

Yoga e religiosità

Incontri sulla teoria e sulla pratica
Questo volume raccoglie una serie di conferenze e incontri svoltisi nel gennaio del 1976 durante un Corso speciale di studi sullo yoga che T.K.V. Desikachar fu invitato a tenere per gli studenti del Dipartimento di Filosofia e Religione dell’Università di Colgate (USA).
“Lo yoga è un mistero: non significa per tutti la stessa cosa. Copre un largo campo di applicazione, dalla prevenzione delle malattie psicosomatiche alla cura di alcune patologie croniche, fino alla percezione extra-sensoriale [...].
Ma allora come definirlo? Come sperare di poterne sperimentare il vero significato? Perché così spesso la parola ‘yoga’ è interpretata in modi, per così dire, superficiali, e perfino ridicolizzata? Come tutte le cose, lo yoga deve essere presentato con intelligenza. Bisognerebbe parlarne con cautela, e offrirlo tenendo conto delle aspirazioni, dei bisogni e della cultura di ciascun individuo. E questo dovrebbe essere fatto con gradualità”. (da un articolo dell’Autore)

Yoga e rilassamento

Il rilassamento yoga è un training di tipo fisico e mentale che chiunque può fare: si tratta di semplici esercizi, tratti dall’antico e salutare Hatha Yoga, particolarmente adatti a chi sente la necessità impellente di sfuggire e reagire allo stress e all’ansia quotidiani. E dal momento che l’esecuzione di questi esercizi richiede una partecipazione fisica e mentale, ne beneficeranno sia il nostro organismo che il nostro spirito.

Il rilassamento yoga, afferma Mariane Kohler, agisce infatti come una psicoterapia che, attraverso il corpo, raggiunge la psiche: è quindi la soluzione ideale per chi si trova in uno stato di ansietà, di stanchezza psicofisica, di surmenage e di nevrosi.

Gli esercizi di distensione, di respirazione controllata e di yoga sono facilissimi, illustrati con estrema chiarezza dall’Autrice, e apporteranno a ciascuno grandi benefici da subito.

Si potrà raggiungere, tra l’altro, un incremento dell’attenzione e della concentrazione, un maggiore controllo di se stessi, del proprio sistema nervoso e delle proprie energie, combattere lo stress, la tensione, i disturbi psicosomatici, avere un sonno migliore.

Zen in the city

L'arte di fermarsi in un mondo che corre

Una storia zen racconta di un uomo su un cavallo: l’animale galoppa veloce e pare che l’uomo debba andare in qualche posto importante. Un tale, lungo la strada, gli grida: “Dove stai andando?”. E il cavaliere risponde: “Non lo so! Chiedilo al cavallo!”.
La condizione dell’uomo contemporaneo è la stessa: la forza dell’abitudine e le tecnologie digitali ci stanno trascinando a velocità folle, ma non sappiamo minimamente verso dove. Abbiamo perso prima il contatto col nostro corpo e le nostre emozioni, poi con le persone vicine a cui vogliamo più bene. Fermarci ogni tanto è forse l’unico antidoto possibile.

Prendendo spunto dall’insegnamento dei più importanti maestri zen, a partire da Thich Nhat Hanh, il libro affronta il tema della consapevolezza ai tempi di internet, raccontando della meditazione a Google, introducendo temi come il “karma digitale” e proponendo un’ampia scelta di esercizi ad hoc per chi vive in città – dalla meditazione al semaforo a quelle in metropolitana, in ufficio (gabinetto compreso) o al parco pubblico – ma anche per chi passa molto tempo con computer, tablet o smartphone: dalla meditazione con l’iPhone agli esercizi di consapevolezza con Facebook.

GUARDA L'INTERVISTA ALL'AUTORE SU TG3 LINEA NOTTE

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design
Privacy Policy

edmed orange 70

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design
Privacy Policy

edmed orange 70