EdizioniMediterranee Ribbon ScontoLarge

Il Libro dei Morti Maya

Sconto 15%
€ 15,49€ 13,17 cad.
Paul Arnold
9788827201589
224
300 disegni
17x24
RELIGIONI

DESCRIZIONE

L'origine dei Maya, della loro lingua e della loro civiltà, il significato dei loro geroglifici e il contenuto di alcuni libri scampati alla distruzione costituivano, fino ad oggi, altrettanti enigmi impenetrabili. Paul Arnold è stato il primo tra gli studiosi "americanisti" a constatare quanto la lingua del Maya fosse simile a quella dei Cinesi. In seguito a questa intuizione, e mediante il confronto tra gli antichi geroglifici cinesi e i segni Maya costituiti per la maggior parte da ideogrammi egli ha potuto decifrare questa scrittura ed interpretare uno dei pochissimi documenti che ci sono giunti. Questo manoscritto di carattere religioso, conservato presso la Biblioteca Nazionale di Parigi è una testimonianza unica del pensiero metafisico maya, assolutamente superiore alle religioni delle altre popolazioni meso-americane. Il culto degli avi, la fede nella ciclica rinascita degli esseri umani, lo stretto legame tra la fecondità umana e quella delle piante sostentatrici, sono elementi straordinariamente vicini alle tradizioni cinesi arcaiche, e testimoniano il contatto tra queste due grandiose civiltà. Paul Arnold partendo dal presupposto che i glifi maya potessero essere interpretati come gli ideogrammi cinesi, che a loro volta vengono anche utilizzati foneticamente per trascrivere i nomi propri, è riuscito a trovare la chiave che gli ha consentito la decifrazione del Codice di Parigi, che ha voluto intitolare Libro dei Morti Maya. Nè la scrittura cinese originale, nè la scrittura maya classica sono puramente pittografiche, ma ricorrono ad un simbolismo spesso molto elaborato. La chiave è ora trovata. Non rimane che continuare.

NOTE SULL'AUTORE

Paul Arnold dopo numerose pubblicazioni riguardanti la mitologia indoeuropea, la spiritualità tradizionale e l'esoterismo, si è dedicato allo studio delle religioni orientali, in particolare del Buddhismo tibetano, cinese e giapponese. Familiarizzatosi con le tradizioni sociali e religiose dell'Estremo Oriente nei suoi lunghi soggiorni di studio in quei luoghi, ha potuto - durante un viaggio in Messico nel 1961 - notare le somiglianze tra le lingue e le culture dei cinesi e dei Maya. Questa fondamentale intuizione ha dato il via ad un lungo e profondo studio, durato 17 anni, i cui risultati sono esposti nel presente volume. Autore di molti libri sull'Oriente, presidente dell'Unione Buddhista d'Europa Paul Arnold sta attualmente proseguendo gli studi sulle civiltà mesoamericane con l'intento di decifrare altre scritture ancora sconosciute.

ALTRE RISORSE ONLINE

9788827201589

Su questo sito sono attivati i cookies per migliorarne l'usabilità e le funzionalità. Leggi le condizioni.