• Home
  • Alchimia
  • Libro I sette paradossi magici - Eliphas Lévi

Libro I sette paradossi magici - Eliphas Lévi

sette-paradossi-magici-libro-eliphas-levi
5%
NOVITA' LUGLIO 2020 - Il I Sette Paradossi Magici del noto esoterista francese Eliphas Lévi, fu pubblicato nel 1856. Fra i libri inediti di Eliphas Lévi, pubblicati dalla Società Teosofica, questo testo è indubbiamente il più importante, perché rivela un aspetto del suo autore completamente di ...Altre informazioni
€ 19,50€ 18,53


  • Specifiche
  • Scheda
  • Recensioni
  • Invia una recensione

NOVITA' LUGLIO 2020 - Il I Sette Paradossi Magici del noto esoterista francese Eliphas Lévi, fu pubblicato nel 1856. Fra i libri inediti di Eliphas Lévi, pubblicati dalla Società Teosofica, questo testo è indubbiamente il più importante, perché rivela un aspetto del suo autore completamente diverso da quello comunemente conosciuto dai suoi discepoli. Nei suoi primi fascicoli The Theosophist ha pubblicato diversi frammenti intitolati “Scritti inediti di Eliphas Lévi”. Uno di questi “scritti inediti” – che però non fu stampato su The Theosophist, ma separatamente come opuscolo, nella serie “Theosophical Miscellanies” – venne commentato con note di “E.O." Eminente Occultista, e pubblicato in inglese a Calcutta nel 1883 per poi essere venne ripubblicato nel 1922, con ulteriori note a piè di pagina di “eminente occultista”. Sull’identità di E.O. molto si è ipotizzato, resta comunque sconosciuta e si suppone che, per stile e opinioni, potesse essere Helena P. Blavatsky.

Questo manuale è una ristampa della precedente. Successivamente tutta una serie di manoscritti inediti di Eliphas Lévi furono pubblicati su Theosophist degli anni 1884-1885, mentre le istruzioni segrete, impartite ai suoi più intimi discepoli e mai divulgate, furono stampate sul supplemento del Theosophist del gennaio 1886 dalla signora M. Gebhard, sua discepola diretta per oltre sette anni. È degno di nota il fatto che Lévi negli ultimi anni della sua vita, caduto in miseria e infermo, fu ospite per lungo tempo di Gustavo Gebhard di Elberfeld, Console di Persia, al quale egli lasciò la sua eredità letteraria. In seguito, presso la stessa famiglia Gebhard, visse lungamente pure la Blavatsky e il Col. H.S. Olcott, fondatori della Società Teosofica. La famiglia Gebhard organizzò nel 1884 la prima Loggia Teosofica in Germania, ne facevano parte tutti e cinque i componenti della famiglia.

Nel libro I Sette Paradossi Magici l'Autore fa appello a un equilibrio tra scienza e religione rivolgendosi a sette affermazioni paradossali tra cui “La religione è magia sanzionata dall’autorità”, “La libertà è obbedienza alla Legge” e “La ragione è Dio”. Si tratta di un testo indirizzato a tutti coloro che aspirano a raggiungere la più alta conoscenza esoterica. Lo studio attento delle intuizioni contenute nel manuale è raccomandato a chi si interessa seriamente di dottrine esoteriche, poiché aprirà strade di comprensione non raggiungibili attraverso l’analisi di altri autori di libri esoterici, specialmente nella ricerca della mistica profonda della divinazione attraverso i Tarocchi, che era, per Lévi, il fondamento su cui poggiava l’edificio della “scienza suprema”.

Indice Libro

  • Premessa
  • Prefazione
  • I sette paradossi
  • I Paradosso: La Religione è Magia sanzionata dall’Autorità
  • II Paradosso: La Libertà è Obbedienza alla Legge
  • III Paradosso: L’Amore è la Realizzazione dell’impossibile
  • IV Paradosso: La Conoscenza è ignoranza o negazione del Male
  • V Paradosso: La Ragione è Dio
  • VI Paradosso: L’Immaginazione rende Reale ciò che inventa
  • VII Paradosso: La Volontà compie ogni cosa, senza desiderarla
  • Ricapitolazione sintetica
  • Magia e Magismo
  • I LI Principi Inalterabili
  • Il Grande Segreto
Eliphas Levi
9788827230527
136
14X22
STORIA, MAGIA
esoterismo

Chi è Eliphas Lévi

Eliphas Lévi (Alphonse Louis Constant, 1810-1875), è “il più grande fra i maghi moderni”, e universalmente riconosciuto come il rinnovatore della tradizione ermetica ottocentesca. Aveva studiato in seminario, ma non giunse mai a essere ordinato sacerdote, a causa di una relazione con una giovane sedicenne, dalla quale ebbe poi due figli. Abbandonato l’abito talare, si dedicò allo studio delle tradizioni magiche. Entrò in contatto con i depositari delle scienze occulte, fece minuziose ricerche, si immerse nello studio della Kabbala, delle sette gnostiche, dell’alchimia e degli antichi ordini delle streghe e degli adoratori di Satana. Dai suoi studi ebbero origine la Societas Rosicrucias in Anglia e l’Hemetic Order of the Golden Dawn.

Recensioni dei lettori
Ancora nessuna recensione: manda tu la prima!
Devi essere registrato per inviare una recensione.
Effettua il Login nell'apposito modulo oppure Registrati come nuovo utente.

Copyright © Edizioni Mediterranee Srl - Via Flaminia, 109 - 00196 Roma - P.IVA 00878961002 - Design
Privacy Policy

edmed orange 70

 

Print Friendly, PDF & Email