EdizioniMediterranee Ribbon ScontoLarge

Wieland o la trasformazione

Sconto 15%
€ 13,94€ 11,85 cad.
Charles Brockden Brown
9788876921643
272
14x23
NARRATIVA

DESCRIZIONE

La vicenda e l'atmosfera sono quelle del "gotico" inglese, di un gotico alla Radcliffe, privo di autentiche manifestazioni del soprannaturale e con un gusto per la spiegazione razionale, ovviamente a posteriori, degli accadimenti più inquietanti. Wieland, or the Transformation, pubblicato nel 1798 e lontanamente ispirato ad un fatto di cronaca accaduto due anni prima, è infatti uno dei primi esempi di romanzo nella letteratura del Nuovo Mondo. La trasformazione che vi viene raccontata, attraverso il ricordo della sorella del protagonista, è quella di un uomo mite e intelligente, sensibile ai piaceri dell'amicizia e della cultura, che diventa un pazzo omicida, convinto d'aver ricevuto da Dio l'ordine di sterminare la propria famiglia. Interessantissimo documento di storia letteraria, il Wieland ci presenta un' America delle origini, orgogliosa della propria selvaggia purezza, dei propri grandi spazi, ma ancora strettamente legata all'Europa, un continente ricco di fascino e mistero, eppure - agli occhi dei personaggi del romanzo - dilaniato da guerre e oppresso da tiranni, dal quale sembrano giungere echi sinistri di un lato oscuro della psiche che i protagonisti della vicenda, tutti prima o poi in viaggio da una sponda all'altra dell'Atlantico, sono incapaci di dominare.

NOTE SULL'AUTORE

Può essere considerato uno dei primissimi scrittori autenticamente americani. Nato a Filadelfia nel 1771 da un'agiata famiglia di quaccheri, abbandonò ben presto gli studi di legge ai quali l'avevano avviato i genitori per occuparsi unicamente di letteratura, secondo la maniera, che sarà per certi versi tipica nella letteratura americana, dello scrittore professionista che collabora regolarmente e copiosamente a riviste e giornali. Oltre a numerosi romanzi, i cui titoli invariabilmente riprendono il nome del protagonista (tra gli altri Wieland, or the Transformation, 1798; Ormond, or tbe Secret Witness e Edgar Huntly, or Memoirs of a Sleep-walker, 1799) e ad un audace pamphlet narrativo sui temi del matrimonio e dei diritti delle donne (Alcuin. A Dialogue, 1797), Brown fu attivissimo, infatti, nel diffondere la cultura letteraria nel nuovo continente attraverso diverse riviste da lui fondate, sia a Filadelfia che a New York, nonché attraverso la collaborazione a periodici già famosi, come «The Weekly Magazine of Originai Essays» e il «Colurnbian Magazine». Dopo la pubblicazione dell'ultimo romanzo, Carwin the Biloquist, apparso tra il 1803 e il 1805 sul periodico «The Literary Magazine and American Register», la più duratura delle testate fondate da Brown, egli abbandonò di fatto la narrativa e intraprese una serie di ricerche e studi di carattere storico-politico, che si interruppero prematuramente con la scomparsa dello scrittore, morto di tubercolosi, a soli trentanove anni, nel 1810 a Filadelfia.

ALTRE RISORSE ONLINE

9788876921643

Su questo sito sono attivati i cookies per migliorarne l'usabilità e le funzionalità. Leggi le condizioni.