EdizioniMediterranee Ribbon ScontoLarge

L'albero del bene

Sconto 15%
€ 24,90€ 21,17 cad.
Giuseppe A. Spadaro
9788864830001
296
17x24
RELIGIONI

DESCRIZIONE

San Francesco teologo cataro. Chi contesta la santità di Francesco d’Assisi? Nessuno, tantomeno l’autore di questo libro, il quale fa suo il giudizio dei modernisti: l’ortodossia delle credenze non ha nulla a che vedere con la santità. Nel Medioevo si faceva però gran caso all’ortodossia e, specie dopox Innocenzo III, si finiva sul rogo per un sospetto di eresia. Non sul rogo si finiva invece agli inizi del Novecento, ma sul libro nero di monsignor Benigni, sul quale per sospetto di modernismo finì anche Don Angelo Roncalli, futuro papa Giovanni XXIII. Non è superfluo ricordare che il Concilio Vaticano II, indetto da quel grande papa, bandì il concetto stesso di eresia. Non con l’animus dell’Inquisitore, bensì con quello del ricercatore di verità, l’autore si mette sulle orme di san Francesco d’Assisi, ne spia le mosse, ne interroga le intenzioni e ne studia il pensiero e gli scritti, scoprendovi tracce evidenti della più bella e della più spirituale delle eresie: il catarismo. Ma chi erano questi Catari? L’ignaro lettore si rassicuri: essi non “baciavano il posteriore del gatto, credendo di vedervi uscire Lucifero”, come affermava Alano da Lilla. Nessuno crede ormai a simili frottole, e grazie al Concilio Vaticano II sui Catari si è fatta finalmente giustizia. Essi sono presentati per quel che credevano di essere: veri cristiani. Da questo libro, che Pietro Prini ha definito “sconvolgente ma scientificamente ineccepibile”, la figura di san Francesco esce ingigantita. Egli si rivela un sagace teologo.

NOTE SULL'AUTORE

Giuseppe Aziz Spadaro (Noto, 1934) esordisce come poeta nel 1956 con Schegge di dolore (Gastaldi). Dall'insegnamento della Storia dell'Arte nasce Il caso Borromini (Edizioni Mediterranee, 1992). Successivamente pubblica Rogatoria finale (Shakespeare and Company, 1996) romanzo-documento sulla tragica fine del libertino Ferrante Pallavicino. Più recenti i saggi Al crocevia della modernità (Settimo Sigillo 1998) su quel filone del modernismo religioso confluito nel fascismo e L'equivoco della liberaldemocrazia (Antonio Pellicani, 2002) sull'inconciliabilità dei concetti di liberalismo e democrazia. Molti i riconoscimenti e tra essi due volte il Premio per la Cultura della Presidenza del Consiglio. Segue In pruritu carnis. L'equivoco cristiano (Fabio Croce, 2005) un divertissement che affronta i problemi più scottanti dell'uomo. Infine 1860: Sicilia dei misteri. Garibaldi di fronte alla storia presentato il 4 luglio 2007 alla Biblioteca Nazionale di Roma. L'Autore è spinto a indagare in quelle zone in ombra fra eresia e cospirazione: ricerche rare, itinerari nel sottosuolo, dai quali idee sperdute sbucano di nuovo nella Grande Storia.

ALTRE RISORSE ONLINE

9788864830001

Su questo sito sono attivati i cookies per migliorarne l'usabilità e le funzionalità. Leggi le condizioni.