EdizioniMediterranee Ribbon ScontoLarge

I simboli cristiani primitivi

Sconto 15%
€ 18,50€ 15,73 cad.
Jean Daniélou
9788886495134
168
17x24
RELIGIONI
Cristianesimo

DESCRIZIONE

La croce, l’aratro, la corona, il carro, il pesce, la palma: una nuova pagina della storia del Cristianesimo, in cui l’Autore, con un’attenta analisi delle immagini e dei documenti giudeo-cristiani scoperti in Palestina, restituisce il vero significato al simbolismo cristiano dei primi secoli: questo Cristianesimo, che rimaneva oscuro e sconosciuto e di cui lo studio della simbolica giudeo-cristiana ci fa conoscere certi caratteri, è ora vicino a noi con il suo pensiero squisitamente biblico. Prima di espandersi nel mondo greco e romano e di assumerne il linguaggio, il Cristianesimo ha conosciuto un periodo importante in un ambiente ebreo in cui si parlava l’aramaico. Le tracce di questo giudeo-cristianesimo erano quasi scomparse. Eppure delle opere strane, tramandate in traduzioni in lingue orientali (armeno, siriaco, copto, etiopico) hanno consentito di restituire poco a poco l’eredità letteraria (“Odi di Salomone”, “Ascensione di Isaia”, “Testamento dei Dodici Patriarchi”, “Documento di Damasco”, ecc.). Il Cardinale Jean Daniélou, attento ai simboli studiati in questa letteratura, ha analizzato le immagini e i segni che ci ha trasmesso il Cristianesimo antico. La croce, l’aratro, la corona, il carro, il pesce, la palma: tanti simboli che riacquistano così la loro pienezza dimenticata, e il cui significato e uso si ritrovano confermati dalle scoperte archeologiche che sono, in Palestina, le più importanti dopo i manoscritti del Mar Morto. Ecco che questo Cristianesimo dei primi secoli in Oriente, che ci rimaneva oscuro e sconosciuto, è adesso vicino a noi con il suo pensiero squisitamente biblico.

NOTE SULL'AUTORE

Jean Daniélou (1905-1974) è stato un teologo e cardinale francese. Dopo gli studi di Lettere e Filosofia alla Sorbona, nel 1927 divenne professore associato di grammatica, entrò poi nella Compagnia di Gesù nel 1929 e si dedicò all'insegnamento, continuò quindi gli studi di teologia nella Facoltà Cattolica di Lione, allora una delle più rinomate. Durante la seconda guerra mondiale fu arruolato nelle forze aeree fino al 1940. Terminata la guerra completò il suo dottorato in teologia nel 1942. Nel 1944 ricevette la cattedra di Storia antica del cristianesimo all'Institut catholique de Paris, del quale sarebbe diventato il decano. Su richiesta di papa Giovanni XXIII prese parte al Concilio Vaticano II a titolo di esperto. Fu poi eletto arcivescovo titolare di Taormina l'11 aprile 1969 e consacrato vescovo in Parigi il 19 aprile dello stesso anno. Membro dell'Académie française nel 1972 divenne uno degli esponenti, tra gli altri, della Nouvelle Théologie. Tra i suoi libri pubblicati da Arkeios Edizioni: Dialogo con Israele, L'orazione problema politico, Scandalosa verità, Miti pagani mistero cristiano, Origene, L'essere e il tempo in Gregorio di Nissa, Filone d'Alessandria, La chiesa degli Apostoli, I simboli cristiani primitivi, I manoscritti del Mar Morto e le origini del Cristianesimo.

ALTRE RISORSE ONLINE

9788886495134

Su questo sito sono attivati i cookies per migliorarne l'usabilità e le funzionalità. Leggi le condizioni.