EdizioniMediterranee Ribbon ScontoLarge

Le Armi dell'Apocalisse

Sconto 15%
€ 12,91€ 10,97 cad.
Armando Silvestri
9788827209257
272
25 disegni + 70 foto f.t.
15,5x21,5
VARIA
scienza

DESCRIZIONE

Bombardieri, missili, bombe «A», bombe «FI», bombe «N»: perché tutto questo? Come si è giunti agli enormi, e «segreti», arsenali nucleari? Per quale motivo si costruiscono tanti ordigni sofisticati di morte generalizzata o meno, ed altri se ne escogitano senza posa? Tutto questo non è stato improvvisato o si è generato da solo: è nato, un passo dopo l’altro, dal nocciolo stesso dell’ultimo conflitto mondiale, che ha lasciato dietro di sé l’orma della paura ed una sete di conquista subdola o aperta a dominare ogni pensiero ed attività. Ogni passo è stato suggerito da una necessità di sopravvivenza che appariva urgente ed irrinunciabile, e vanamente, mediante consultazioni o trattati rapidamente elusi si è cercato di rallentare e contenere la crescita dei paurosi «strumenti della potenza». Fino a che punto si sono sviluppati, di quanto hanno proliferato e come minacciano il mondo? A questa drammatica domanda il presente libro vuol dare una risposta razionale, convincente perché basata su dati di fatto, seguendo passo passo ciò che è stato realizzato, tanto dai maggiori protagonisti della storia del mondo, quanto dai comprimari e dalle comparse che per «interposta Nazione», giocano le carte minori della partita, la cui posta suprema è la decisa prevalenza di una parte sull’altra. Il lettore troverà nelle sue pagine tutti gli elementi necessari per darsi una risposta sul «perché» e proiettarlo nel futuro cercando di individuarne, fra le fosche nubi, gli auspici positivi che ne potranno discendere.

NOTE SULL'AUTORE

Nato a Palermo, si è laureato ingegnere industriale al Politecnico di Milano nel 1929, e successivamente specializzato in aeronautica e problemi spaziali. Ha svolto attività divulgativa presso associazioni e Istituti con cicli di conferenze, è stato per due anni docente presso l'Accademia Aeronautica Militare per un corso di «Storia dell'evoluzione dei mezzi di volo». Giornalista professionista dal 1941, fondò e diresse i periodici ALI e OLTRE IL CIELO (prima pubblicazione di divulgazione rnissilistico-astronautica); collaboratore specializzato del «Corriere della Sera», divulgò dalle sue colonne i principi dell'astronautica nei primi dieci anni di «corsa allo spazio». È autore del primo libro italiano di astronautica, «Il satellite artificiale», pubblicato neI 1955, due anni prima del lancio dello Sputnik. Dal 1958 è Segretario dell'unione Giornalisti Aerospaziali Italiani. La sua vasta produzione, prevalentemente di carattere divulgativo, continua a svolgersi con assi due collaborazioni su quotidiani, periodici ed enciclopedie.

ALTRE RISORSE ONLINE

9788827209257

Su questo sito sono attivati i cookies per migliorarne l'usabilità e le funzionalità. Leggi le condizioni.